Maggio 2019

(31 mag 19) SAHAKYAN INCONTRA PRESIDENTE NORD OSSEZIA – Il presidente Sahakyan ha incontrato Anatoli Bibilov, presidente dell’Ossezia del nord- Alania, giunto a Stepanakert per seguire gli incontri della sua rappresentativa nel campionato europeo CONIFA.

(31 mag 19) ARRIVANO LE SQUADRE CONIFA – Stanno giungendo in Artsakh le squadre che partecipano ai campionati Europei CONIFA in programma dal prossimo giugno. Dopo l’Abcasia, oggi tour di presentazione per la squadra dell’Ossezia del Nord-Alania e per quella della Transilvania.

(29 mag 19) SAHAKHYAN INCONTRA NAZIONALE CALCIO – Il presidente della repubblica ha incontrato oggi la selezione nazionale di calcio dell’Artsakh guidata da Slava Gabrielyan che dal prossimo primo giugno sarà impegnata nei campionati europei CONIFA.

(29 mag 19) PARLAMENTARI TEDESCHI IN ARTSAKH – Il presidente del partito “Libera patria” Arayik Harutyunyan ha ricevuto oggi a Stepanakert i parlamentari tedeschi Stephen Koiter e Steffen Kotre appartenenti al partito AFD (Alternativa per la Germania). Della delegazione giunta in Artsakh fanno anche parte alcuni deputati del land di Brandeburgo.

(28 mag 19) ANNIVERSARIO PRIMA REPUBBLICA ARMENA– In occasione del 101° anniversario della nascita della Prima repubblica Armena, il presidente Sahakyan ha rivolto un messaggio di felicitazioni. «Oggi è un giorno speciale per tutti gli armeni in Armenia, Artsakh e Diaspora, residenti sia nella Patria che oltre i suoi confini. È difficile immaginare cosa sarebbe successo alla nostra gente se la prima Repubblica armena non fosse stata fondata nel 1918, se i nostri nonni non si fossero schierati eroicamente contro il nemico e non avessero inciso le gloriose vittorie di Sardarapat, Bash Aparan e Karakilis» scrive tra l’altro il presidente.

(24 mag 19) “ULTIMA CAMPANELLA” NELLE SCUOLE – Come ogni anno in tutti gli istituti della repubblica si sono tenute cerimonie per gli studenti che si stanno per diplomare.

(22 mag 19) 80 ANNI DI TER TADEVOSYAN – I generale Ter Tadevosyan, uno degli eroi della lotta di liberazione, compie oggi 80 anni. A lui il presidente della repubblica ha inviato un messaggio di felicitazioni

(21 mag 19) NUOVI NATI IN ARTSAKH – 431 bambini (217 femmine e 214 maschi) sono divenuti nuovi cittadini della repubblica di Artsakh nel primo trimestre del 2019. Lo annuncia il ministero della Salute sulla base dei dati raccolti negli ospedali. 336 bambini sono nati a Stepanakert, 37 a Martakert, 28 a Martuni, 9 a Hadrut e 1 a Karvachar. 20 sono nati invece in strutture sanitarie dell’Armenia.

(20 mag 19) ESERCITAZIONI AZERE – Le Forze armate dell’Azerbaigian stanno portando a termine esercitazioni su larga scala. 10.000 soldati, 200 batterie lancia missile, 150 carri armati e 35 elicotteri da combattimento.

(17 mag 19) BATTESIMO PER 60 SOLDATI – A 60 giovani militari è stato officiato il sacramento del battesimo nella cattedrale della chiesa conciliare dell’Intercessione di Stepanakert. Dopo la cerimonia religiosa i militari si sono recati al monumento dedicato ai caduti della guerra dei quattro giorni.

(14 mag 19) MONITORAGGIO LINEA DI CONTATTO – L’Osce ha portato a termine oggi una missione di controllo lungo la linea di contatto a nord est dell’insediamento di Talish (regione di Martakert).

(13 mag 19) PASHINYAN E ALIYEV A BRUXELLES – A margine degli eventi dedicati a Bruxelles al decimo anniversario dell’istituzione del partenariato orientale, il Primo ministro dell’Armenia Pashinyan e il presidente azero Aliyev hanno avuto una breve conversazione sulla situazione attuale e in particolare sulle ultime gravi violazioni azere che hanno determinato il ferimento di soldati lungo la linea di contatto e lugno la frontiera con l’Armenia. Parlando con i giornalisti il leader armeno ha sottolineato come la indisponibilità dell’Azerbaigian ad accettare il Nagorno Karabakh al tavolo negoziale renda difficile una soluzione.

(13 mag 19) BREVE INCONTRO MINISTRI ESTERI – A margine della conferenza indetta a Bruxelles per celebrare il decimo anniversario dell’istituzione del partenariato orientale, i ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) hanno avuto un brevissimo e informale incontro senza alcun carattere negoziale.

(13 mag 19) RIPRENDE COSCIENZA IL SOLDATO FERITO – Il soldato armeno Aghanik Zoroglyan, 21 anni, che è stato gravemente ferito il 4 maggio scorso da un colpo di cecchino azero che lo ha raggiunto alla testa, ha ripreso coscienza. Lo annunciano i medici dell’ospedale militare di Yerevan dove il giovane è stato trasferito.

(10 mag 19) MESSA SOLENNE A SHUSHI – Una solenne funzione religiosa dedicata all’Esercito di difesa dell’Artsakh è stata officiata oggi nella cattedrale del S. Salvatore di Shushi. Tra i fedeli vi erano i presidenti dell’Assemblea nazionale di Armenia (Mirzoyan) e di Artsakh (Ghulyan).

(9 mag 19) FESTEGGIAMENTI A STEPANAKERT – A conclusione dei festeggiamenti per la Giornata della triplice vittoria, piazza della Rinascita a Stepanakert ha ospitato un concerto al quale hanno fatto seguito fuochi d’artificio.

(9 mag 19) CORTEO PER IL 9 MAGGIO – Un corteo di alcune migliaia di persone si è snodato per le vie della capitale sino raggiungere il memoriale dedicato ai caduti. Ad aprire la sfilata il presidente dell’Artsakh Bako Sahakyan accompagnato dal Primo ministro dell’Armenia Nikol Pashinyan.

(9 mag 19) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN – «Cari compatrioti, cari veterani delle grandi guerre di liberazione patriottica e dell’Artsakh, rispettati generali, ufficiali e soldati dell’esercito di difesa, a nome delle autorità della Repubblica di Artsakh e mio personale rivolgo le mie più sentite congratulazioni per la Giornata della Vittoria, il 27° anniversario della costituzione dell’Esercito di difesa della Repubblica dell’Artsakh e della liberazione di Shushi, una gloriosa triplice festività che unisce tutte le generazioni del nostro popolo, consolida l’intera Nazione armena in tutto il mondo.
Il 9 maggio celebriamo la magnifica vittoria dei nostri padri e nonni nella Grande Guerra Patriottica con il senso di infinito orgoglio e gratitudine. La storia ricorda il loro impareggiabile eroismo e coraggio, devozione disinteressata alla patria e ai nativi, che la nostra generazione ha ereditato e padroneggiato come le migliori lezioni di patriottismo. Tenendo presente il loro esempio eroico, non abbiamo esitato nel 1992 a prendere le armi insieme con le nostre sorelle e fratelli in Madre Armenia e nella Diaspora e stare fianco a fianco per la difesa della nostra Patria, a formare un esercito di difesa nelle condizioni di guerra imposte su di noi e a liberare la città-fortezza armena di Shushi. È stata la vittoria della forza combinata, dello spirito amante della libertà e della volontà inflessibile del popolo armeno.  
Oggi i nostri coraggiosi figli mantengono salde queste vittorie, continuando con onore la sacra missione dei loro antenati. Cari amici, questo festoso giorno di maggio è pieno di gioia, oltre che di profondo dolore e lutto. Ricordiamo e glorifichiamo tutti i nostri martiri che hanno sacrificato le loro vite per l’indipendenza e la libertà della nostra Patria. Possano essere immortalati con ogni bambino nato nella Patria, con ogni insediamento prospero, con un fuoco che arde in ogni focolare! Ancora una volta mi congratulo con tutta la nostra gente per questa vacanza eroica che desidera la pace, il benessere e le nuove vittorie.»

(8 mag 19) SARGSYAN IN ARTSAKH – Anche il terzo presidente dell’Armenia, Serzh Sargsyan, è in Artsakh per partecipare agli eventi celebrativi della liberazione di Shushi avvenuta il 9 maggio di ventisette anni fa.

(8 mag 19) SAHAKYAN DECORA MILITARI – In occasione della Giornata della Vittoria, il presidente Sahakyan ha conferito riconoscimenti al merito e decorazioni a numerosi soldati, combattenti per la libertà e appartenenti a forze di polizia. La solenne cerimonia si è svolta nel palazzo presidenziale.

(8 mag 19) EVENTI PER FESTEGGIAMENTI TRIPLA VITTORIA – Come ogni anno Stepanakert ha ospitato eventi sportivi con la partecipazione di centinaia di ragazzi nell’ambito dei festeggiamenti per il 9 maggio, Giornata della tripla vittoria (vittoria nella Seconda guerra mondiale, liberazione di Shushi, nascita dell’Esercito di difesa dell’Artsakh).

(8 mag 19) SITUAZIONE STABILE SU LINEA CONTATTO – Lo ha dichiarato il ministro della Difesa dell’Armenia nel corso di un suo intervento al pantheon di Yerelabur. «Ritengo che la situazione sia relativamente stabile e che vengano intraprese tutte le azioni per evitare problemi» ha sottolineato.

(5 mag 19) 25° ANNIVERSARIO ACCORDO DI BISHKEK – Cadono oggi 25 anni dalla firma di accordo di cessate-il-fuoco siglato a Bishkek nel 1994. Nostro approfondimento qui.

(5 mag 19) GRAVI LE CONDIZIONI DEL SOLDATO FERITO IERI – Permangono molto gravi, nonostante l’intervento chirurgico al quale l’hanno sottoposto i chirurghi dell’ospedale di Stepanakert, le condizioni del giovane soldato armeno ferito alla testa da un cecchino azero nel pomeriggio di ieri. Il giovane verrà trasferito all’ospedale militare di Yerevan.

(4 mag 19) LIEVE SCOSSA DI TERREMOTO – Una lieve scossa di terremoto con epicentro a 17 km a sud est di Karvachar e intensità 1.9 scala Richter è stata registrata dai sismografi alle ore 18,17. Nessun danno a cose o persone.

(4 mag 19) FERITO SOLDATO ARMENO – Il soldato armeno Aghanik Zoroglyan, 21 anni, è stato gravemente ferito intorno alle ore 16 locali da un colpo di cecchino azero che lo ha raggiunto alla testa. E’ stato immediatamente portato in ospedale a Stepanakert. La gravissima violazione è avvenuta lungo la linea di contatto, nel settore sud orientale all’altezza della regione di Hadrut.

(4 mag 19) INTENSIFICATA ATTIVITA’ AZERA LUNGO LINEA DI CONTATTO – Il ministero della Difesa dell’Artsakh ha registrato ultimamente un aumento delle azioni dell’Azerbaigian lungo la linea di contatto. La crescita delle azioni avversarie si manifesta con opere di rinforzo di ingegneria su larga scala, nonché violazioni del regime di cessate il fuoco. I cecchini prendono di mira non solo le postazioni armene in prima linea ma anche quelle più arretrate utilizzando fucili di precisione SVD (colpito anche un veicolo che portava pane) in zona Akna. Utilizzate anche mitragliatrici pesanti. Tra il 2 re il 3 maggio risultano sparati oltre 330 colpi.

(1 mag 19) PRIMO MAGGIO IN ARTSAKH – Il presidente della repubblica ha inviato il tradizionale messaggio di felicitazioni in occasione della festa dei lavoratori dell’Artsakh.

Aprile 2019

(30 apr 19) CONSIGLIO DEI MINISTRI – Il presidente della repubblica ha presieduto oggi il Consiglio dei ministri riunitosi a Stepanakert.

(30 apr 19) MAYILYAN IN ARGENTINA – Il ministro degli Esteri Masis Mayilyan, nei giorni scorsi in Uruguay, è dal 29 aprile in Argentina. Ieri ha incontrato organizzazioni e rappresentanze della diaspora armena nonché l’arcivescovo Muradian a capo della diocesi argentina e cilena. Nella giornata odierna ha visitato la rappresentanza diplomatica dell’Armenia e ha tenuto una prolusione nell’università statale di Buenos Aires.

(28 apr 19) CAMPIONATI NAZIONALI DI KICKBOXING – Il presidente della repubblica ha presenziato alla cerimonia inaugurale dei primi campionati nazionali di kickboxing che hanno preso avvio oggi a Stepanakert.

(25 apr 19) BEGLARYAN: POSSIBILI VISITE AI DETENUTI AZERI – L’Ombudsman dell’Artsakh, Artak Beglaryan, ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa che la repubblica è pronta a facilitare la visita di familiari dei due detenuti azeri Askeorv e Guliyev che stanno scontando in carcere una lunga condanna per vari reati fra i quali omicidio plurimo. Durante il meeting del 15 aprile fra i ministri degli Esteri armeno e azero è stata discussa infatti la possibilità di attivare iniziative umanitarie fra le quali le visite ai detenuti nelle carceri oltre frontiera.

(25 apr 19) MAYILYAN IN URUGUAY – Il ministro degli Affari esteri dell’Artsakh, Masis Mayilyan è dal 23 aprile in Uruguay. Ieri ha avuto un colloquio con l’ex presidente Jose Mujica e con il Consiglio direttivo dell’istituto di difesa dei diritti umani dell’Uruguay mentre nella giornata odierna ha incontrato la vice presidente Lucia Topolansky.

(25 apr 19) SODDISFAZIONE PER VOTO COLORADO – Soddisfazione è stata espressa dalla comunità armena non solo statunitense per la votazione del Colorado- Il portavoce del presidente della repubblica, Babayan, ha dichiarato che il voto è una vittoria per l’Armenia, l’Artsakh e la diaspora.

(24 apr 19) IL COLORADO RICONOSCE L’ARTSAKH – Lo Stato del Colorado (USA) ha ufficialmente riconosciuto la repubblica di Artsakh. Il parlamento ha votato una risoluzione che riconosce il diritto all’autodeterminazione dell’Artsakh e al tempo stesso condanna il genocidio armeno del 1915. Il Colorado è il nono Stato USA a riconoscere la repubblica.

(24 apr 19) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE PER IL 24 APRILE – Il presidente della repubblica ha rivolto alla nazione il seguente messaggio in occasione del 104° anniversario del genocidio armeno: « Cari compatrioti, oggi, come ogni anno il 24 aprile, tutta la nostra gente piange e commemora le vittime del genocidio armeno, quei 1,5 milioni di armeni macellati dalla Turchia ottomana. Questo crimine è stato tra i programmi più orribili e mostruosi contro l’umanità, uno stigma per le generazioni future.
In questo stesso giorno siamo insieme in Armenia, Artsakh e Diaspora, siamo insieme nello spirito e nella mente, tutti noi lasciamo fiori alla memoria dei nostri martiri santificati, i nostri cuori soffrono di quella stessa pena e ira.
La nostra unità ci rende più forti e persistenti, resilienti e fermi sulla via per rafforzare e sviluppare la nostra Patria, cementare la condizione di stato armeno indipendente. Questa è la garanzia del brillante futuro della nostra gente; questa è la nostra risposta ai genocidi.
Siamo profondamente grati a tutti coloro che sono stati al fianco del popolo armeno durante quei giorni difficili, hanno aiutato i nostri compatrioti orfani privati ​​della patria e dei rifugiati. Siamo grati a coloro che sono con noi anche oggi, alzano la voce per il riconoscimento e la condanna del genocidio, la protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali, la vittoria della gentilezza e della giustizia. Manteniamo sempre viva la memoria delle nostre vittime innocenti e continueremo a fare del nostro meglio per impedire ogni tragedia, in modo che il nostro popolo celebri solo vittorie».

(24 apr 19) CERIMONIE PER GENOCIDIO ARMENO – In tutta la repubblica si sono tenute cerimonie in occasione del 104° anniversario del genocidio armeno. Il presidente della repubblica, con le più alte cariche civili e religiose, si è recato al memoriale dei caduti a Stepanakert.

(21 apr 19) PRESIDENTE A MESSA PASQUALE – Il presidente della repubblica Sahakyan ha seguito la solenne funzione religiosa di Pasqua officiata nella cattedrale “Santa Madre di Dio” a Stepanakert.

(18 apr 19) POSSIBILE NUOVO INCONTRO MINISTERIALE – Un nuovo vertice tra i ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian potrebbe tenersi a breve a Washington. Così si espresso l’azero Mammadyarov. da parte sua il ministero degli Affari esteri dell’Armenia riferisce che ogni passaggio deve essere concordato con i Paesi co-presidenti ed esprime contrarietà ad annunci unilaterali.

(18 apr 19) SALARI INSEGNANTI – Nel corso della sessione dell’Assemblea nazionale è stato sollevato il problema di aumentare i salari degli insegnanti. Il ministro dell’Educazione, Narine Aghabalyan, ha affermato che la questione è già allo studio del governo.

(18 apr 19) GIOCHI PAN ARMENI – Il presidente Sahakyan ha ricevuto una delegazione del comitato organizzatore dei giochi pan armeni, giunti alla settima edizione, che ad agosto si svolgeranno per la prima volta in Artsakh.

(17 apr 19) LAVROV SU VERTICE MINISTRI – Il ministro degli Affari esteri russo ha commentato il recente vertice con i colleghi armeno e azero a Mosca. Per Sergey Lavrov gli ultimi accordi tra Baku e Yerevan sul processo di risoluzione del conflitto nel Nagorno Karabakh non rimarranno sulla carta. «Intuendo il clima in cui il lavoro è attualmente in corso, ho motivo di ritenere che sia Baku che Yerevan siano interessati che questa volta gli accordi non rimarranno sulla carta» ha detto Lavrov.

(16 apr 19) IMPORT ED EXPORT – Secondo i dati diffusi dal ministero delle Finanze, nel primo trimestre dell’anno le importazioni di beni dall’estero sono aumentate del 10% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Calano invece le esportazioni del 12,4%.

(15 apr 19) SEGNALI POSITIVI DOPO VERTICE DI MOSCA – A Mosca si sono incontrati i ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian, presenti il ministro russo Lavrov e i co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce. In seguito agli accordi raggiunti dal Presidente Aliyev e dal Primo Ministro Pashinyan al loro vertice a Vienna il 29 marzo di quest’anno, i partecipanti alla riunione hanno discusso della situazione al confine e della linea di contatto, nonché delle prospettive per stabilire una cooperazione umanitaria. Hanno anche scambiato opinioni dettagliate su aspetti chiave del processo di risoluzione. I ministri degli Esteri dell’Azerbaigian e dell’Armenia hanno riaffermato l’intenzione delle parti di proseguire i loro sforzi per risolvere il conflitto del Nagorno-Karabakh attraverso mezzi politici e diplomatici. I ministri hanno sottolineato il loro interesse a un’ulteriore stabilizzazione della situazione nella zona del conflitto, in particolare durante le attività agricole. Hanno anche concordato di adottare misure, su base reciproca, per consentire alle famiglie di avere accesso ai loro parenti detenuti nei rispettivi centri di detenzione delle parti. I ministri hanno espresso la volontà di avviare un lavoro concreto per stabilire contatti tra le persone, anche attraverso visite reciproche dei rappresentanti dei media.

(13 apr 19) INCONTRO MINISTRI ESTERI – Il ministro degli Esteri dell’Armenia (Mnatsakanyan) e quello dell’Artsakh (Mayilyan) si sono incontrati a Yerevan alla vigilia dei colloqui con Mnatsakanyan avrà a Mosca il prossimo 15 aprile con il collega azero Mammadyarov.

(11 apr 19) PROGRAMMATO INCONTRO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si incontreranno ufficialmente a Mosca il prossimo 15 aprile. All’incontro saranno presenti anche i ministri dei Paesi co-presidenti del gruppo di Minsk dell’Osce.

(11 apr 19) PASHINYAN A ASSEMBLEA PACE – Il Primo Ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, è intervenuto all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (PACE). Nel corso del suo discorso ha ricordato come l’Armenia non abbia mai chiesto il cambio del format negoziale (che deve rimanere sotto l’egida del Gruppo di Minsk dell’Osce) e che il negoziato trilaterale (con la partecipazione di rappresentanti dell’Artsakh) non costituisce una novità in quanto già utilizzato negli anni Novanta per incontri tra i presidenti H. Aliyev e Kocharyan (NK).

(11 apr 19) OMBUDSMAN VISITA CELLE – Il Difensore dei diritti umani dell’Artsakh (Ombudsman), Artak Beglaryan, ha visitato a sorpresa il dipartimento penitenziario della Polizia di Stato. Ha visitato alcune celle e si è accertato delle condizioni e del trattamento dei reclusi con molti dei quali ha intrattenuto colloqui privati.

(11 apr 19) LE PROPOSTE ARMENE SU SARSANG – L’ex Ministro di Stato e attuale capo politico del partito “Libera patria”, Arayik Haroutyounyan, ha dichiarato che l’Azerbaigian ha ripetutamente rifiutato la proposta armena di un uso congiunto dell’acqua del bacino idrico di Sarsang (che si trova in Artsakh). Inoltre per Haroutyounyan, lo spazio aereo dell’Artsakh dovrebbe essere aperto ai voli internazionali consentendo ai cittadini il diritto di muoversi liberamente utilizzando anche i vettori aerei.

(10 apr 19) COMMEMORAZIONE MASSACRO MARAGHA – Nel villaggio di Nor Maragha (Nuova Maragha) si è svolta una cerimonia commemorativa in ricordo del massacro avvenuto 27 anni fa ad opera delle milizie azere contro l’inerme popolazione armena. Il Ministero degli Affari esteri e l’Ombudsman dell’Artsakh hanno rilasciato un comunicato a ricordo della tragica ricorrenza.

(10 apr 19) MONITORAGGIO OSCE – Una missione di osservazione lungo la linea di contatto è stata portata a termine questa mattina da funzionari dell’Osce ad est di Akna (Aghdam). Nessuna violazione è stata registrata.

(10 apr 19) INCONTRO SAHAKYAN – KASPRZYK – Il presidente della repubblica ha ricevuto oggi l’amb. Andrzej Kasprzyk, rappresentante speciale del Presidente dell’Osce in carica.

(8 apr 19) SEDE OMBUDSMAN A STEPANAKERT – L’Ufficio del difensore dei diritti umani dell’Artsakh (Ombudsman), guidato da Artak Baglaryan, ha trasferito la propria sede da Shushi alla capitale Stepanakert. La decisione è stata presa per rendere più agevole l’accesso all’utenza. Sono attive linee telefoniche 24 ore su 24 per le necessità dei cittadini.

(8 apr 19) INCONTRO SAHAKYAN – KAREKIN II – Il presidente della repubblica ha ricevuto S.S. Catholikos di Tutti gli Armeni Karekin II con il quale ha discusso temi di politica interna e internazionale. All’incontro era presente il primate della diocesi dell’Artsakh, l’arcivescovo Martirosyan.

(7 apr 19) CONSACRATA CHIESA A STEPANAKERT – Con una cerimonia solenne alla quale hanno partecipato le autorità civili e religiose dello Stato, è stata consacrata la nuova chiesa dell’Intercessione completata dopo anni di lavoro nel centro di Stepanakert.

(7 apr 19) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE– Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, ha inviato oggi un messaggio alle donne dell’Artsakh in occasione della Giornata della maternità e della bellezza. Sahakyan ha sottolineato l’inestimabile contributo delle donne alla difesa, allo sviluppo e al rafforzamento della Patria.

(6 apr 17) CERIMONIA PER STEPANYAN – Lungo la strada che collega Stepanakert a Shushi sono stati piantumati diversi alberi in memoria di Vartan Stepanyan, uno degli eroi della guerra di liberazione dell’Artsakh. Alliniziativa ha preso parte anche il presidente della repubblica.

(5 apr 19) ALIYEV, NUOVI PROCLAMI DI GUERRA – Il Presidente dell’Azerbaigian ha dichiarato che è propenso a un accordo di pace ma continua la sua politica di rafforzamento militare sottolineando che «l’Azerbaigian può ripristinare la sua integrità territoriale attraverso l’opzione militare».

(5 apr 19) MESSA IN RICORDO DELLE VITTIME 2016 – Il Presidente della repubblica, Bako Sahakyan, ha preso parte alla messa solenne officiata a Stepanakert nella chiesa di san Giacomo a ricordo delle vittime della guerra del 2016.

(4 apr 19) MOGHERINI SUI COLLOQUI – L’Alto Rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri, Federica Mogherini, ha giudicato positivamente il recente incontro Pashinyan-Aliyev e lo ha considerato una speranza per una risoluzione pacifica del conflitto.

(3 apr 19) RIUNIONE PER CAMPIONATI CONIFA – Il presidente della repubblica ha presieduto oggi una riunione di lavoro incentrata sui preparativi per i prossimi campionati europei di calcio CONIFA in programma in Artsakh a giugno.

(2 apr 19) I PRESIDENTI ARMENI IN VISITA A TOGH – Sarkissian e Sahakyan si sono recati nella celebre località della regione di Hadrut dove hanno incontrato le autorità locali.

(2 apr 19) ALIYEV: LA GUERRA NON E’ FINITA – Bellicose dichiarazioni del presidente azero all’indomani dei colloqui viennesi con Pashinyan. Aliyev accusa l’Armenia di voler cambiare il formato dei negoziati e dichiara che «il conflitto deve essere risolto all’interno dell’integrità territoriale dell’Azerbaigian. L’obiettivo dei colloqui è liberare le terre azerbaigiane. Viviamo in condizioni di guerra. La guerra non è ancora finita. Il primo stadio

(2 apr 19) TERZO ANNIVERSARIO DELLA GUERRA DEI 4 GIORNI – Ricorre oggi il terzo anniversario dell’inizio della cosidetta “guerra dei quattro giorni”, ovvero l’attacco sferrato dagli azeri lungo la linea di contatto ad inizio aprile 2016, costato la vita a centinaia di soldati da una parte e dall’altra. Cerimonie in ricordo dei caduti sono programmate da oggi e nei prossimi giorni in varie località dell’Artsakh.

(1 apr 19) SARKISSIAN IN ARTSAKH – Il Presidente della repubblica di Armenia, Armen Sarkissian, è giunto in Artsakh per una visita di lavoro di due giorni. Nella giornata odierna, unitamente al Presidente dell’Artsakh Bako Sahakyan, si è recato nel villaggio di Talish dove ha potuto verificare le opere di ricostruzione dopo la guerra del 2016.

Marzo 2019

(30 mar 19) PASHINYAN INFORMA SAHAKYAN -All’indomani del vertice armeno-azero il Primo Ministro dell’Armenia ha telefonato al presidente della repubblica di Artsakh per aggiornarlo sull’esito dell’incontro con Aliyev.

(30 mar 19) GUTERRES SU COLLOQUI – Il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha accolto con favore l’enfasi posta dai leader armeno e azero sulla creazione di un ambiente favorevole alla pace e sull’adozione di ulteriori passi verso negoziati di successo. Ha accolto altresì con favore il loro impegno a rafforzare il cessate il fuoco e ad affrontare le questioni umanitarie, nonché a proseguire il dialogo per trovare una soluzione pacifica al conflitto. Il Segretario Generale ha elogiato i co-presidenti del gruppo di Minsk dell’OSCE per il loro importante ruolo di mediazione e ribadisce il pieno sostegno delle Nazioni Unite per i loro continui sforzi.

(30 mar 19) COMUNICATO STAMPA GRUPPO DI MINSK – Vienna, 29 marzo 2019 – Il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e il Primo Ministro della Repubblica di Armenia Nikol Pashinyan si sono incontrati oggi a Vienna per la prima volta sotto l’egida dei Co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’OSCE (Igor Popov della Federazione Russa, Stéphane Visconti di Francia, e Andrew Schofer degli Stati Uniti d’America). All’incontro hanno partecipato anche i ministri degli Esteri Zohrab Mnatsakanyan e Elmar Mammadyarov. Anche Andrzej Kasprzyk, il rappresentante personale del Presidente in esercizio dell’OSCE, ha partecipato all’incontro. L’incontro si è svolto in un’atmosfera positiva e costruttiva e ha offerto ai due leader l’opportunità di chiarire le rispettive posizioni. Si sono scambiati opinioni su diverse questioni chiave del processo di risoluzione e idee di sostanza. I due leader hanno sottolineato l’importanza di costruire un ambiente favorevole alla pace e di intraprendere ulteriori passi concreti e concreti nel processo negoziale per trovare una soluzione pacifica al conflitto. Ricordando la loro conversazione a Dushanbe, i leader hanno raccomandato di rafforzare il cessate il fuoco e migliorare il meccanismo di comunicazione diretta. Hanno anche concordato di sviluppare una serie di misure nel campo umanitario. Il primo ministro e il presidente hanno incaricato i loro ministri di incontrarsi nuovamente con i co-presidenti nel prossimo futuro. Hanno anche accettato di continuare il loro dialogo diretto.

(29 MAR 19) ALIYEV: FORMATO NEGOZIALE INVARIATO – Il presidente azero ha dichiarato che il processo negoziale con l’Armenia rimane invariato [ovvero l’Artsakh non potrà parteciparvi, NdR], ha commentato positivamente il colloquio con Pashinyan e ha confermato che ci sono stati progressi nelle trattative. «Valutiamo positivamente i colloqui, si sono svolti in un’atmosfera costruttiva. Questo è il primo incontro ufficiale della leadership dell’Azerbaigian e dell’Armenia dopo una lunga pausa, gli incontri precedenti sono stati più introduttivi e si sono svolti nell’ambito di eventi internazionali – ha affermato. – I ministri degli esteri hanno tenuto diversi cicli di colloqui. L’incontro è importante perché è stato dato un nuovo inizio al processo negoziale sulla sostanza del problema. Abbiamo discusso delle questioni relative al potenziamento delle misure di rafforzamento della fiducia nel quadro dei contatti tra le persone – ha continuato Aliyev. È troppo presto per parlare di misure umanitarie

(29 mar 19) INCONTRO PASHINYAN-ALIYEV – A Vienna si sono incontrati il Primo ministro armeno e il Presidente azero. (approfondimenti in breaking news odierna)

(28 mar 19) TELEFONATA PASHINYAN-SAHAKYAN – Il Primo ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, e il Presidente della repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh), Bako Sahakyan, hanno avuto oggi una conversazione telefonica alla vigilia dell’incontro tra il Primo ministro dell’Armenia e il Presidente dell’Azerbaigian. In giornata il ministro degli Affari esteri dell’Armenia, Zohrab Mnatsakanyan, ha incontrato a Vienna i co-presidenti del gruppo di Minsk.

(28 mar 19) MONITORAGGIO OSCE – Una missione di osservazione è stata portata a termine nella mattina lungo la linea di contatto a nord ovest dell’insediamento di Seysulan. Nessuna violazione è stata registrata.

(27 mar 19) BONUS BEBE’ – La fondazione Tashir ha consegnato, in una cerimonia tenutasi al Palazzo della cultura di Stepanakert, un assegno di 4000 dollari a 201 famiglie che nel corso del 2018 sono state allietate dalla nascita del quarto figlio.

(27 mar 19) INCONTRO PASHINYAN – ALIYEV – Annunciato ufficialmente l’incontro tra il Primo ministro armeno e il Presidente azero. Si terrà venerdì 29 a Vienna sotto la mediazione dei co-presidenti del Gruppo di Minsk. Pashinyan, nel corso di un intervento all’Assemblea nazionale dell’Armenia, ha annunciato che chiederà che le autorità della repubblica di Artsakh (Nagorno Karabakh) siedano al tavolo negoziale.

(27 mar 19) MUORE SOLDATO ARMENO – Un giovane militare (classe 1998), Ara Arakelyan, è rimasto mortalmente colpito da arma da fuoco nella giornata di ieri. Non sono stati resi noti i particolari dell’accaduto ma risulta che un commilitone del giovane caduto sia stato tratto in arresto.

(26 mar 19) MEDIA AZERI DENUNCIANO SCONTRI – Alcuni media azeri riferiscono che lungo la linea di contatto nei pressi di Fizuli vi sarebbe stato uno scambio di colpi fra le parti che avrebbe provocato la morte di un soldato azero. Contemporaneamente media armeni denunciano scambi di colpi al confine tra Armenia e Azerbaigian (altezza Berdavan) causati dal tentativo nemico di avanzare linee di fortificazione in zona neutrale.

(25 mar 19) RIUNIONE CAPI REGIONE – Il Presidente della repubblica, Bako Sahakyan, ha tenuto oggi una riunione con i capi delle regioni per discutere il miglioramento di diversi programmi socio economici. Presente all’incontro il Ministro di Stato Martirosyan. In giornata Sahakyan ha altresì riunito il Consiglio dei ministri.

(22 mar 19) ANCA RESPINGE I PRINCIPI DI MADRID – La Armenian National Committee of America (ANCA) ha diramato un comunicato stampa nel quale ribadisce pieno sostegno al processo negoziale del Gruppo di Minsk dell’Osce ma rigetta fermamente qualsiasi soluzione negoziale come prospettata dai cosiddetti “Principi di Madrid” che prevedono, tra l’altro, l’ipotesi di cessione di vasti territori della repubblica di Artsakh all’Azerbaigian.

(22 mar 19) ARTSAKH E CANADA – Un gruppo parlamentare di amicizia con l’Artsakh è stato creato in seno all’Assemblea parlamentare (House of Commons) del Canada. Il presidente dell’Assemblea nazionale dell’Artsakh, Ashot Goulyan, ha inviato una lettera di ringraziamento e felicitazioni alla deputata Rachel Harder che ha annunciato pubblicamente la costituzione del gruppo.

(18 MAR 19) MINISTRO DI STATO IN LIBANO – Il ministro di Stato Grigory Martirosyan è giunto in Libano per una visita nel corso della quale incontrerà esponenti politici nonché importanti membri della comunità armena locale e imprenditori. Domani prevista conferenza stampa e incontro con le autorità religiose armene.

(16 mar 19) CONSIGLIO MILITARE – Si è riunito oggi il Consiglio militare dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, presieduto dal ministro della Difesa gen.
Karen Abrahamyan. All’ordine del giorno dei lavori diversi temi fra i quali principalmente quello dell’equipaggiamento e dell’armamento.

(15 mar 19) COLPI DI MORTAIO CONTRO POSTAZIONI ARMENE – Il portavoce del ministero della Difesa dell’Artsakh ha comunicato oggi che nella giornata di mercoledì 13 tra le ore 10,35 e le ore 11,15 locali dalla prima linea azera sono stati sparati nove colpi di mortaio da 60 mm. Si tratta di una grave violazione del cessate-il-fuoco, oltretutto registrata in un periodo di sostanziale calma lungo la linea di contatto.

(14 mar 19) ALIYEV SU FORMATI NEGOZIALI – Il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev ha accusato l’Armenia di voler cambiare il formato dei negoziati inserendo quale soggetto parte in causa la repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh) i cui rappresentanti, peraltro, avevano firmato gli accordi di cessate il fuoco del 1994.

(14 mar 19) IMPORT-EXPORT A FEBBRAIO – Secondo i dati diffusi dal ministero delle Finanze nel mese di febbraio l’ammontare delle merci importate in Artsakh ha fatto registrare un aumento del 18,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Quanto alle esportazioni, la crescita è del 2,3%. Per inciso, il 60% delle merci arrivate in Artsakh sono passate attraverso il passo di Sotk lungo il nuovo collegamento Vardenis-Martakert, più breve rispetto al transito da Goris.

(11 mar 19) PASHINYAN IN ARTSAKH – Il Primo ministro dell’Armenia è giunto oggi, accompagnato dalla moglie, in Artsakh. A riceverli all’aeroporto il Presidente Sahakyan. Il premier armeno ha tra l’altro partecipato ai lavori di una sessione straordinaria del Consiglio di sicurezza.

(11 mar 19) CONSIGLIO DEI MINISTRI – Il Presidente della repubblica, Sahakyan, ha presieduto oggi la riunione del Consiglio dei ministri.

(9 mar 19) BABAYAN CRITICA ESERCITAZIONI AZERE – Il portavoce presidenziale davit Babayan ha criticato le preannunciate operazioni militari azere su larga scala in programma dall’11 al 15 marzo prossimi. In un periodo di bassa intensità sulla linea di contatto , tali esercitazioni appaiono come una provocazione e un ostacolo al processo di pace.

(8 mar 19) AMB. KASPRZYK IN ARTSAKH – Il Rappresentante speciale del presidente dell’Osce in carica, amb. Andrzej Kasprzik, è in Artsakh per una serie di colloqui con le autorità della repubblica. Oggi si è incontrato con il ministro degli Esteri Mayilyan e con il presidente della repubblica Sahakyan.

(8 mar 19) SAHAKYAN A SHUSHI – Il presidente della repubblica Bako Sahakyan si è recato oggi nella città di Shushi dove ha avuto incontri con l’amministrazione locale.

(6 mar 19) L’ARTSAKH AL PARLAMENTO EUROPEO – Il presidente dell’Assemblea nazionale, Ashot Ghoulyan, ha incontrato oggi a Bruxelles la vice presidente del parlamento europeo Sylvie Guillaume alla quale ha fornito informazioni sulla repubblica e sulla attuale situazione politica. Nel corso della sua visita al parlamento europeo Ghoulyan ha incontrato anche altri parlamentari. L’ombudsman dell’Artsakh (Beglaryan) e dell’Armenia (Melikyan) hanno partecipato a una conferenza tenuta nel palazzo parlamentare dal titolo “Armenofobia: rinascita storica e attuale”.

(5 mar 19) CO-PRESIDENTI G.M. IN AZERBAIGIAN – La delegazione Osce dei co-presidenti del Gruppo di Minsk è giunta in Azerbaigian dove ha incontrato il presidente Aliyev con il quale si sono discussi i dettagli del prossimo incontro con il premier armeno Pashinyan. Il vertice tra i due leader dovrebbe basarsi sul formato dei negoziati in corso.

(4 mar 19) AZERI CRITICANO MONITORAGGI OSCE – In un’intervista al sito azero “Minval” l’esperto di questioni militari Abuzer Abilov ha criticato le missioni di monitoraggio dell’Osce lungo la linea di contatto giudicandole inutili e prive di benefici.

(1 mar 19) PRESTO INCONTRO TRA PASHINYAN E ALIYEV – I co-presidente del Gruppo di Minsk dell’Osce hanno viaggiato nella regione tra il 20 e il 21 febbraio e hanno poi riferito a Vienna. I due leader di Armenia e Azerbaigian concordano per un incontro a breve.

(1 mar 19) GIORNATA DELLA DIFESA CIVILE – Anche in Artsakh è stata data opportuna attenzione alla Giornata internazionale della difesa civile. In diverse scuole e istituzioni si sono tenuti incontri con personale qualificato sul tema della prevenzione e del primo soccorso.

Febbraio 2019

(27 feb 19) PARLAMENTO RICORDA SUMGAIT – L’Assemblea nazionale dell’Artsakh ha votato oggi una mozione che ricorda il pogrom anti armeno di Sumgait (Azerbaigian) e, rendendo omaggio alle vittime di allora, invita le organizzazioni internazionali per i diritti umani a condannare i massacri di 31 anni fa.

(27 feb 19) MONITORAGGIO OSCE – Una missione di monitoraggio lungo la linea di contatto, all’altezza della linea di contatto lungo la strada Akna – Barda, è stata portata a compimento oggi da delegazioni dell’Osce. Durante l’osservatorio non sono state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco.

(26 feb 19) BABAYAN PRESENTA NUOVO PARTITO – Il portavoce presidenziale, Davit Babayan, ha annunciato la fondazione di una nuova forza politica denominata “partito conservatore dell’Artsakh”. Il portavoce ha annunciato la sua intenzione di partecipare attivamente alle elezioni parlamentari nel 2020.

(25 feb 19) INCONTRO MINISTRI ESTERI – Il ministro degli Esteri dell’Armenia, Mnatsakanyan, ha incontrato il suo omologo dell’Artsakh, Mayilyan. Mnatsakanyan ha illustrato i dettagli degli incontri tra il primo ministro armeno Nikol Pashinyan e il presidente azero Ilham Aliyev a Davos, il suo incontro a Parigi con il ministro degli Esteri azero e con i copresidenti del gruppo di Minsk dell’OSCE, nonché dell’ultima visita dei mediatori a Yerevan .

(25 feb 19) IN PREPARAZIONE INCONTRO PASHINYAN-ALIYEV – Fonti del ministero degli esteri dell’Azerbaigian hanno confermato che è in preparazione un incontro tra i due leader politici.

(23 feb 19) ALLERTA TATTICA FORZE ARMATE – Il quartier generale delle forze armate dell’Artsakh e alcune unità operative sono state poste in stato di allerta immediata nell’ambito di esercitazioni tattiche sotto il comando del Ministro della Difesa, il tenente generale Karen Abrahamyan.

(22 feb 19) SMENTITO ABBATTIMENTO DRONE – Nessun drone armeno è stato abbattuto sul cielo di Akna (Aghdam). Il ministero della difesa dell’Artsakh ha smentito fonti di stampa azere e ha bollato come ‘vecchio materiale’ la foto che è stata diffusa guarda caso proprio nel giorno i cui i co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce si trovavano in vista a Baku.

(21 feb 19) DIMISSIONI HAROUTYUNYAN– Arayik Haroutyunyan, già Primo ministro e ora rappresentante speciale del presidente della repubblica, si è dimesso dal suo incarico. Il Capo dello Stato Sahakyan ha firmato il relativo decreto.

(20 feb 19) ANNIVERSARIO MOVIMENTO KARABAKH – Nel 31° anniversario della nascita del Movimento Karabakh diversi eventi si svolti in varie località dello Stato. A Stepanakert il palazzo della cultura e della gioventù ha ospitato un concerto. Il presidente della repubblica ha rivolto un messaggio alla Nazione.

(20 feb 19) CO-PRESIDENTI GM IN ARMENIA – I co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce sono in Armenia per incontri con le autorità del Paese. domani saranno in Azerbaigian.

(19 feb 19) PROTOCOLLO ARTSAKH/SUD OSSEZIA – Una delegazione del ministero degli Affari esteri dell’Artsakh, guidata dal ministro Mayilyan è in Ossezia del sud dove nella capitale Tskhinvali è stato firmato oggi un protocollo di intesa fra le due repubbliche. Il protocollo prevede fra l’altro costanti contatti fra i rispettivi ministeri oltre allo sviluppo di programmi comuni.

(19 feb 19) CONFERENZA SU POETA TUMANYAN – In occasione del 150° anniversario della nascita del poeta Hovhannes Tumanyan, il centro culturale di Gandzasar ha ospitato una conferenza alla quale ha preso parte anche il presidente della repubblica Sahakyan.

(18 feb 19) RICORDATO ARTHUR MKRTCHYAN – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, ha presenziato all’inaugurazione di una esibizione dedicata al primo presidente della repubblica di Artsakh, Arthur Mkrtchyan in occasione del sessantesimo anniversario della nascita. Il mandato di Mkrtchyan durò solo quattro mesi (dal gennaio ad aprile 1992) allorché venne assassinato in circostanze misteriose. Nella mattinata Sahakyan aveva deposto una corona di fiori al memoriale dei caduti.

(17 feb 19) NESSUN INCONTRO MINISTRI ESTERI – Non è stato programmato alcun incontro tra i ministri degli Affari esteri di Armenia e Azerbaigian a margine della Conferenza sulla sicurezza a Monaco di Baviera. «Possiamo incontrarci nei corridoi e dirci ciao» ha commentato l’armeno Mnatsakanyan.

(15 feb 19) MARTIROSYAN AD ASKERAN – Il Ministro di Stato, Grigory Martirosyan, si è recato oggi in visita nella città di Askeran dove ha incontrato il sindaco Samvel Aghajanyan e le autorità locali. Nel corso della sua visita ha verificato lo stato dei lavori di ammodernamento dell’ospedale, della casa della cultura e dello stadio che ospiterà alcune partite dei campionati europei Conifa a giugno. Ha anche visitato l’area dove a breve partiranno i lavori per l’edificazione di un distretto residenziale.

(15 feb 19) APERTO NUOVO CENTRO MEDICO – A Stepanakert è stato inaugurato un nuovo centro medico privato (“Vita Med”) per visite specialistiche ed esami diagnostici.

(14 feb 19) SAHAKYAN VISITA POSTAZIONI DIFESA – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, si è recato in visita in diverse postazioni dell’Esercito di difesa lungo la linea di contatto nel settore meridionale. Lo accompagnava il ministro Karen Abrahamyan e altri ufficiali.

(13 feb 19) MONITORAGGIO OSCE – Una missione di monitoraggio lungo la linea di contatto, all’altezza del villaggio di Talish, è stata portata a compimento oggi da delegazioni dell’Osce. Durante l’osservatorio non sono state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco.

(12 feb 19) SUCCESSO ATLETI ARTSAKH – Una delegazione di atleti dell’Artsakh ha partecipato (sotto le insegne dell’Armenia) al torneo internazionale di Wushu kung fu disputatosi a Tbilisi dall’8 all’11 febbraio e al quale hanno preso parte oltre 200 atleti provenienti da diverse nazioni. Sei medaglie d’oro, 3 d’argento e 2 di bronzo è l’ottimo bilancio degli atleti dell’Artsakh

(11 feb 19) FESTEGGIATA TYARNDARACH– In molte località dell’Artsakh, compresa Stepanakert, si è festeggiata la festa di Tyarndarach che si tiene alla vigilia della Candelora.

(9 feb 19) MIRZOYAN IN ARTSAKH – Il Presidente dell’Assemblea nazionale dell’Armenia, Ararat Mirzoyan, è in Artsakh per una visita istituzionale. Nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato che la questione Artsakh è tra le questioni chiave dell’agenda della politica estera della Repubblica di Armenia in varie piattaforme parlamentari. «Abbiamo un compito fondamentale nell’agenda nazionale; è la soluzione imparziale della questione Artsakh. Le forze dei due parlamenti dovrebbero essere utilizzate per la risoluzione di questo problema» ha detto Mirzoyan. «Il tempo dirà fino a che punto la firma di un’alleanza politico-militare, o il riconoscimento di Artsakh sarà utile per raggiungere questo obiettivo. Dobbiamo arrivare al riconoscimento o alla firma di un’alleanza come risultato di una discussione congiunta».

(8 feb 19) PREPARATIVI INCONTRO PRESIDENZIALE – Sono in corso i praparativi per un incontro tra il Primo Ministro dell’Armenia Pashinyan e il Presidente azero Aliyev. Al momento non trapelano indicazioni su quando e dove si terrà il vertice.

(7 feb 19) MINISTRO DI STATO IN KASHATAGH – Il Ministro di Stato, Grigory Martirosyan, si è recato oggi in visita nella parte meridionale della regione di Kashatagh dove ha visitato alcune comunità accompagnato dalle autorità locali. A Vorotan ha verificato lo stato dei lavori di costruzione del nuovo edificio comunale e della scuola di infanzia e ha analizzato il progetto della costruzione dello stadio. A Haykazyan  ha visitato il nuovo edificio scolastico.

(5 feb 19) SAHAKYAN VISITA POSTAZIONI DIFESA – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, si è recato in visita in diverse postazioni dell’Esercito di difesa lungo la linea di contatto. Lo accompagnava il ministro Karen Abrahamyan e altri ufficiali. In giornata il Capo dello Stato si è recato a Talish dove ha incontrato l’autorità locale e la cittadinanza e si è sincerato del processo di ricostruzione del paese.

(5 feb 19) RILASCIATO DETENUTO AZERO – Dopo aver scontato al pena di due anni di prigione inflittagli dal tribunale di Stepanakert per ingresso illegale in Artsakh, il soldato azero Elnur Huseynzade è stato rilasciato. Per sua espressa volontà verrà trasferito in un terzo Paese e non in Azerbaigian. Huseynzade era stato catturato il primo febbraio 2017 allorché con altri commilitoni tentava una sortita nel territorio dell’Artsakh, all’altezza dell’insediamento di Talish, approfittando di una fitta nebbia calata sulla zona.

(4 feb 19) MNASTAKANYAN: ARMENIA GARANTE SICUREZZA ARTSAKH – Il ministro degli Esteri dell’Armenia, Zohrab Mnatsakanyan, nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato che «la Repubblica di Armenia è il garante della sicurezza di Artsakh, partecipa ai negoziati e continuerà a fare tutto ciò».

(3 feb 19) LIEVE SCOSSA DI TERREMOTO – Una scossa di terremoto di magnitudo 2.8 e con ipocentro a dieci chilometri di profondità nella zona di Karvachar è stata registrata dall’ufficio sismologico dell’Armenia.

(1 feb 19) PASHINYAN: NON POSSO NEGOZIARE A NOME DELL’ARTSAKH – Il Primo ministro dell’Armenia nel corso di una conferenza stampa congiunta a Berlino con la Cancelliera Merkel ha dichiarato che «durante i nostri colloqui [con il presidente azero, NdR], ho affermato chiaramente che io, come Primo ministro armeno posso negoziare a nome dell’Armenia, ma non posso negoziare a nome del Nagorno Karabakh per una semplice ragione: il popolo del Nagorno Karabakh non partecipa alle nostre elezioni e non ha votato per me, ha il suo presidente, il suo parlamento e il suo governo». Pashinyan ha altresì aggiunto che a suo avviso una soluzione del contenzioso dovrebbe essere accettabile sia per il popolo armeno che per quello dell’Artsakh che per quello azero; «tuttavia non ho mai udito la controparte azera affermare che tale soluzione dovrebbe essere accettabile per la parte armena e per quella dell’Artsakh»

Gennaio 2019

(27 gen 19) BALASANYAN: INACCETTABILE SCAMBIO TERRITORI CON STATUS –  Il Segretario del Consiglio di sicurezza della repubblica di Artsakh, Vitaly Balasanyan, considera inaccettabile una cessione di territori in cambio di un riconoscimento di uno status per l’Artsakh. Lo ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa nel corso della quale ha tra l’altro ricordato come l’Armenia e l’Artsakh hanno già fatto molte concessioni anche in epoca bellica allorquando, a fronte degli inviti internazionali, rallentarono l’attività e non approfittarono della situazione di debolezza della controparte azera e quando firmarono l’accordo di cessate-il-fuoco invece che avanzare in territorio nemico.

(27 gen 19) MESSAGGIO DI SAHAKYAN – Il presidente della repubblica ha rivolto un messaggio in occasione della Giornata dei difensori della patria e si è congratulato con il Primo ministro dell’Armenia per l’anniversario della fondazione dell’Esercito armeno.

(26 gen 19) MATRIMONI IN ARTSAKH – Sono stati 899 i matrimoni celebrati nella repubblica nel corso dl 2018 e ventidue di questi hanno interessato anche cittadini stranieri. Lo ha comunicato in una conferenza stampa il ministro della Giustizia,  Ararat Danielyan. I divorzi sono stati 204.

(25 gen 19) PASHINYAN SU INCONTRO CON ALIYEV – «Non ci sono risultati. Né Aliyev, né io aspettavamo alcun risultato. Stavamo solo parlando, e abbiamo discusso del Karabakh, naturalmente. Ma questi non erano discorsi formali, stavamo solo parlando della nostra percezione di questo problema, e di come percepiamo personalmente questo problema, come fanno le nostre nazioni»  ha detto Pashinyan rispondendo a una domanda sull’incontro di Davos di mercoledì scorso.

(25 gen 19) PIL ARTSAKH + 11% – Nel corso di una conferenza stampa, il ministro delle Finanza, Artur Harutyunyan, ha illustrato la situazione economica dell’Artsakh nell’esercizio finanziario appena conclusosi. Tra l’altro ha sottolineato come sugli undici mesi, il Prodotto Interno Lordo sia cresciuto dell’11,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. e che per il 2019 ci si aspetti un’ulteriore crescita. Nel 2018 l’inflazione media si è attestata all’1,8%

(23 gen 19) INCONTRO PASHINYAN-ALIYEV – Il Primo ministro dell’Armenia e il Presidente dell’Azerbaigian si sono incontrati oggi a Davos confermando le indiscrezioni trapelate ieri. Non è stato rilasciato alcun comunicato stampa sull’incontro durato poco più di un’ora. «Abbiamo scambiato idee sulla situazione attuale nel processo negoziale e abbiamo fatto riferimento a discussioni future» ha scritto il leader armeno su FB.

(23 gen 19) BABAYAN: BRUSCO CALO VIOLAZIONI AZERE – Il portavoce del presidente della repubblica, Davit Babayn, ha confermato che negli ultimi giorni si è registrato un brusco calo delle violazioni azere lungo la linea di contatto. «Nel complesso, la situazione al confine è stabile. Diamo il benvenuto a questo, ma d’altro canto l’avversario non ha rivisto la sua politica che si basava sull’ostilità. L’Azerbaigian continua la sua politica anti-armena in tutte le sfere. Ha portato a termine le esercitazioni militari più massicce della loro storia nel 2018» ha detto Babayan.

(22 gen 19) POSSIBILE INCONTRO PASHINYAN-ALIYEV – E’ altamente probabile che il Primo ministro dell’Armenia e il Presidente dell’Azerbaigian si incontrino, informalmente, a Davos (Svizzera) dove stanno partecipando al World Economic Forum.

(21 gen 19) TRAGICO INCIDENTE AUTO – E’ di tre morti e un ferito il tragico bilancio di un incidente d’auto occorso nella serata di ieri lungo la strada che da Karvachar conduce al villaggio di Tsar. Una jeep, con a bordo quattro cittadini dell’Armenia, per cause imprecisate, è uscita di strada finendo nel fiume che scorre lungo la stretta valle.

(18 gen 19) SEGRETARIO ONU SU INCONTRO DI PARIGI – «Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres – si legge in una nota stampa – si rallegra dell’incontro tra il Ministro degli Esteri dell’Azerbaigian Elmar Mammadyarov e il Ministro degli Affari Esteri dell’Armenia Zohrab Mnatsakanyan, svoltosi il 16 gennaio a Parigi sotto l’egida dei Co-presidenti dell’Organizzazione per la sicurezza e Cooperazione in Europa (OSCE) Gruppo di Minsk. Il Segretario generale apprezza il costante impegno delle parti a trovare una soluzione negoziata e pacifica al conflitto di Nagorno Karabakh da lungo tempo e ha accolto con particolare favore l’accordo dei Ministri sulla necessità di adottare misure concrete per preparare le popolazioni alla pace».

(17 gen 19) MINISTRO DIFESA VISITA POSTAZIONI – Il ministro della Difesa, gen. Karen Abrahamyan, si è recato oggi in visita in diverse postazioni dell’esercito incontrandosi con i rispettivi comandi e i soldati di stanza.

(16 gen 19) COMUNICATO GRUPPO DI MINSK – «I partecipanti [Gruppo di Minsk, NdR] hanno espresso ai Ministri il loro apprezzamento per gli sforzi in corso delle parti per mantenere un ambiente favorevole a negoziati intensivi orientati ai risultati. I ministri hanno discusso un’ampia serie di questioni relative alla soluzione del conflitto del Nagorno Karabakh e hanno convenuto sulla necessità di adottare misure concrete per preparare le popolazioni alla pace. Durante le riunioni, i Co-presidenti hanno esaminato con i ministri i principi e i parametri chiave per l’attuale fase del processo negoziale. I ministri e le Co-presidenti hanno esaminato i prossimi passi verso un possibile vertice tra i leader dell’Azerbaigian e l’Armenia per dare un forte impulso alla dinamica dei negoziati. I Co-presidenti hanno sottolineato l’importanza di possibili iniziative reciprocamente vantaggiose volte a soddisfare il potenziale economico della regione. I Co-presidenti prevedono di incontrare i leader dei due paesi nel prossimo futuro».

(16 gen 19) INCONTRO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Affari esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati (per la quarta volta) a Parigi su iniziativa del Gruppo di Minsk dell’Osce. L’incontro è durato oltre quattro ore. In programma anche un nuovo incontro non ancora calendarizzato.

(15 gen 19) MONITORAGGIO OSCE – Una missione di osservazione è stata portata a termine oggi nel settore nord orientale della linea di contatto all’altezza della località di Levornarkh. Non sono state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco ma, come già accaduto altre volte in passato, gli azeri non hanno condotto in diplomatici stranieri alle postazioni di prima linea.

(14 gen 19) SAHAKYAN SI CONGRATULA CON PASHINYAN – Il presidente della repubblica di Artsakh ha inviato un messaggio di congratulazioni a Nikol Pashinyan eletto oggi dall’Assemblea nazionale di Armenia alla carica di Primo ministro.

(14 gen 19) GIORNALISTI IN ARTSAKH – Sono stati 127 i giornalisti stranieri che hanno visitato la repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh) nel corso del 2018. Lo ha comunicato il ministro degli Affari esteri Mayilyan durante la tradizionale conferenza di inizio anno.

(9 gen 19) SI LAVORA PER NUOVO INCONTRO MINISTRI ESTERI – I mediatori del Gruppo di Minsk dell’Osce sono al lavoro per organizzare, possibilmente entro la fine del mese, un nuovo incontro tra i ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian che nel secondo semestre del 2018 si sono già visti tre volte (l’ultima a Milano il 6 dicembre). Lo scorso 14 dicembre il presidente azero Aliyev aveva tweettato «l’anno 2019 darà un nuovo impulso al processo di risoluzione del conflitto tra Armenia, Azerbaigian e Nagorno Karabakh».

(6 gen 19) DIFESA CONFERMA LINEA DI CONTATTO TRANQUILLA – Senor Hasratyan, portavoce del ministero della Difesa dell’Artsakh, ha confermato che in questi primi giorni la situazione lungo la linea di contatto è estremamente tranquilla. “Non ci sono praticamente colpi sparati” ha dichiarato.

(2 gen 19) BABAYAN: SITUAZIONE STABILE  – Il portavoce del presidente della repubblica, Davit Babayn, ha dichiarato che la situazione lungo la linea di contatto tra Artsakh e Azerbaigian è stabile. «Ci sono alcuni colpi. Possiamo dire che la situazione è stabile. Come sapete, siamo doppiamente vigili durante le festività natalizie e l’Esercito della Difesa continua a tenere sotto controllo la situazione» ha detto.

(1 gen 19) NOTTE TRANQUILLA SULLA LINEA DI CONTATTO – Il ministero della Difesa informa che la notte di capodanno è trascorsa tranquilla sulla linea di contatto senza violazioni del cessate-il-fuoco.

(1 gen 19) ALIYEV: “SERI PASSI” MA CONTINUA LA RETORICA DI GUERRA – Nel suo messaggio di fine anno il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ha testualmente affermato che «l’Azerbaigian ha fatto passi molto seri per risolvere questo conflitto nel 2018» . Non è dato sapere però quali siano stati questi passi giacché nel prosieguo del suo discorso ha sciorinato la solita retorica bellica aggiungendo che «penso che il nostro forte potenziale militare sia un fattore chiave per la risoluzione del conflitto. Negli ultimi anni abbiamo potenziato in modo significativo il nostro potere militare. Oggi l’esercito azerbaigiano è tra gli eserciti più forti del mondo. La parata militare di quest’anno nel nostro paese mostra la nostra forza, il grande potenziale del forte esercito. L’esercito azero ha le armi e le attrezzature più moderne, un potenziale di combattimento molto alto, e lo abbiamo dimostrato anche quest’anno»

(1 gen 19) MESSAGGIO DI CAPODANNO DEL PRESIDENTE – «Cari compatrioti,  rispettati cittadini della Repubblica di Artsakh, mentre l’anno in corso finisce, entreremo nel nuovo anno del 2019. Naturalmente, ognuno di noi è sopraffatto dai sentimenti di eccitazione, di aspettative di novità e varietà. Le vacanze di Capodanno e Natale ci portano nel mondo della nostra infanzia, dove regnavano l’amore e il calore, la cura e l’ottimismo insieme alla speranza e alla fede profondamente radicate nella vera magia e nella realizzazione di tutti i nostri amati sogni e desideri.
In fondo, tutti desideriamo che i nostri familiari, parenti e amici siano in buona salute e felici, cerchiamo la pace sulla Terra e lo sviluppo sostenibile della nostra Patria. Allo stesso tempo, elaboriamo nuove politiche da mettere in campo nel prossimo anno, cementando ulteriormente la nostra statualità, migliorando le nostre capacità di difesa e sicurezza, aumentando l’economia, migliorando le condizioni di vita delle persone, aumentando lo standard di vita della popolazione. Insieme, uniti e con gli sforzi congiunti, realizzeremo tutti i progetti previsti, risolviamo i problemi dell’importanza pan-armena e celebriamo nuove vittorie, mantenendo inalterata la trinità Armenia-Artsakh-Diaspora.
Il principale garante del nostro successo è, in primo luogo, il nostro eroico esercito, il soldato armeno che è in piedi per la difesa della Patria. Come sempre, l’edificio dell’esercito sarà in prima linea anche nel prossimo anno. Non risparmieremo alcuno sforzo per mantenere la capacità operativa dell’esercito di difesa al più alto livello e migliorare la cooperazione tra i due stati armeni in questa sfera e in tutte le altre aree. In questo giorno di festa, vorrei congratularmi innanzitutto con il personale delle forze armate, auguro loro un servizio di successo e sicuro. Permettetemi di congratularmi con i nostri veterani, ricordate tutti quelli che non sono con noi fisicamente. Possa Dio dare riposo alle anime di tutti i martiri! 
Ho il piacere di congratularmi con voi, persone care di Artsakh, gli armeni diffusi nel mondo, le nostre sorelle e fratelli in Madre Armenia e nella Diaspora. Che l’anno 2019 sia quello di pace, vittorie, nuovi successi e risultati per la nostra Patria. Vi auguro salute, felicità e tutto il meglio.
Felice anno nuovo e buon Natale!»

(1 GEN 18) BUON ANNO ARTSAKH!Dalla redazione di karabakh.it i migliori auguri di buon anno alla repubblica del Nagorno Karabakh- Artsakh e a tutti i nostri lettori

Dicembre 2018

(29 dic 18)  COMANDANTE ESERCITO SU 2018 – Il generale Karen Abrahamyan, Comandante dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, ha fatto il punto delle attività svolte nell’anno in conclusione. «Nell’anno in uscita, è stata prestata particolare attenzione a una serie di misure volte a rafforzare la linea del fronte. Sono state prese misure per organizzare in modo efficace i compiti di combattimento, migliorare la sicurezza, stabilire e puntare l’uso di sistemi di sorveglianza, migliorare strade, ingegneria e infrastrutture», si legge nella dichiarazione. Abrahamyan ha indicato l’adattamento della gestione dell’esercito alle moderne esigenze militari. A tal fine, sono stati effettuati vari tipi di esercizi teorici e pratici con l’uso di armi speciali. Durante l’anno, un’attenzione particolare è stata rivolta all’educazione morale e psicologica e all’aumento del livello di disciplina militare tra il personale, ha aggiunto. «Uno degli importanti risultati dell’esercito è il miglioramento delle condizioni sociali dei militari e delle loro famiglie. Centinaia di soldati hanno ricevuto appartamenti, accesso a vari programmi sociali», ha sottolineato.

(28 dic 18) INCONTRO SAHAKYAN E PASHINYAN – A Yerevan, in serata, si sono incontrati il presidente della repubblica di Artsakh e il Primo ministro in carica dell’Armenia.

(27 dic 18) SCONTRO A FUOCO TRA AZERI – Militari armeni dell’Esercito di difesa dell’Artsakh sono stati testimoni oculari di uno scontro a fuoco tra militari azeri oltre la linea di difesa dell’Azerbaigian. Al termine dello scontro un corpo a terra è stato trascinato via. Scontri del genere non sono infrequenti fra le fila dei soldati azeri.

(27 dic 18) CRESCITA ECONOMICA A DUE CIFRE NEL 2018 – Nella tradizionale conferenza stampa di fine anno, il Ministro di Stato Grigori Martirosyan ha annunciato che, secondo i primi dati disponibili, ci si aspetta per il 2018 una crescita del PIL a due cifre. Nei primi nove mesi dell’anno si è già attestata al 12,2% rispetto all’anno precedente. In particolare si registra un incremento nella produzione industriale (+31%) e nella produzione di energia (+18%); per questo settore, si prevede il prossimo anno un ulteriore incremento dal momento che sono in esecuzione i lavori per la realizzazione di ben 16 piccole centrali idroelettriche  che garantiranno un ulteriore aumento della produzione.

(22 dic 18) RELATIVA CALMA SULLA LINEA DI CONTATTO – Nell’ultima settimana, dal 16 al 22 dicembre, sono state rilevate solo 200 violazioni azere del cessate il fuoco lungo la linea di contatto con circa 2000 colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene di difesa. Si conferma la relativa calma delle ultime settimane.

(21 dic 18) HARUTYUNYAN SMENTISCE VOCI SU CONCESSIONI – Il leader del partito “Libera patria” e già Primo ministro e Ministro di Stato, ha smentito le voci su un suo recente incontro con l’ex presidente dell’Armenia Levon ter- Petrosyan. Riferendosi alle accuse sui cosiddetti “territori circostanti”, ha osservato che per lungo tempo ha esitato a rispondere a quella assurdità o no, dal momento che ha annunciato pubblicamente la sua posizione sull’insediamento del conflitto Artsakh quando era ancora il Primo Ministro della Repubblica di Artsakh, anche nei tempi in cui tale approccio non era “alla moda” e poche persone osavano parlarne. Per dimostrare le sue parole, Haroutyunyan ha ripubblicato il suo annuncio sui “Principi di Madrid” durante una conferenza stampa online di Facebook nel 2014. Arayik Haroutyunayn ha anche osservato che «senza il consenso del popolo armeno, in particolare di tutti i nostri compatrioti che vivono ad Artsakh e in Patria, la soluzione definitiva del problema del Nagorno Karabakh è impossibile».

(21 dic 18) ARTSAKH ENERGO –  il presidente della Repubblica di Artsakh Bako Sahakyan ha ricevuto un gruppo di dipendenti della compagnia “Artsakh Energo” alla testa del suo direttore esecutivo Andranik Khachatryan, per discutere una serie di questioni sull’attività dell’azienda, i problemi esistenti e i programmi in corso di realizzazione

(20 dic 18) SAHAKYAN: PIU’ RISORSE PER LE FORZE ARMATE – Nel corso del suo intervento per la discussione sul bilancio il presidente ha anche toccato il tema delle risorse destinate alle forze armate sottolineando che «da ora in avanti sarà fatto tutto il possibile per aumentare costantemente la prontezza al combattimento dell’esercito, dotare le forze armate di armamenti contemporanei, rafforzare e modernizzare il sistema di protezione civile, risolvere i problemi sociali di militari, veterani e disabili».

(20 dic 18) ASSEMBLEA NAZIONALE RIUNITA – Al via i lavori per la discussione della legge di bilancio 2019. Presente il Presidente della repubblica e le massime autorità dello Stato. Sahakyan nel presentare il provvedimento ha tra l’altro affermato che «il budget riflette i principi fondamentali dello sviluppo economico del nostro Paese basato su una economia in via di sviluppo dinamica e proporzionale, finalizzato a garantire  un alto livello di integrazione economica inter-armena e a preservare le caratteristiche più importanti dello stato sociale».

(19 dic 18) PASHINYAN: NESSUNA NOVITA’ SU NK – Il leader armeno ha smentito la dichiarazione del ministro degli Esteri azero, Mammadyarov, secondo il quale nel corso dell’incontro dell’Osce a Milano sarebbe stato raggiunto un accordo negoziale. L’agenzia azera “Trend” aveva riportato le parole del ministro che parlava del raggiungimento di  «un punto di incontro» con la controparte armena.

(19 dic 18) STEPANAKERT COMMENTA LE DICHIARAZIONI AZERE – Il portavoce del presidente della repubblica dell’Artsakh, Davit Babayan,commentando le parole del ministro azero Mammadyarov, ha dichiarato che forse l’Azerbaigian si sta rendendo conto che per il raggiungimento di un accordo di pace è necessaria la partecipazione al tavolo negoziale anche dell’autorità di Stepanakert.

(19 dic 18) MAMMADYAROV: COMPRENSIONE RECIPROCA – Commentando l’incontro del 6 dicmebre con il collega armeno Zohrab Mnatsakanyan a Milano, il ministro degli Esteri azero Elmar Mammadyarov ha anche sottolineato la necessità un impegno reciproco a cercare dei modi per raggiungere un risultato finale. «Penso che durante l’incontro con il mio omologo armeno a Milano, abbiamo raggiunto una comprensione reciproca per la prima volta in assoluto, qualcosa che non siamo riusciti a gestire per così tanto tempo. Cercheremo modi per risolvere questo conflitto»  ha tra l’altro dichiarato.

(17 dic 18) STABILI LE CONDIZIONI DEL FERITO – E’ un diciannovenne, Rafik Vahanyan, il militare ricoverato per una lesione di arma da fuoco a un occhio. Il ministero della Difesa comunica che il ferimento è avvenuto alle ore 15,50 locali di domenica 16 in una postazione difensiva dell’esercito. E’ in corso un’indagine per capire la dinamica del fatto.

(17 dic 18) GRAVEMENTE FERITO SOLDATO ARMENO – Un militare dell’Esercito di difesa è stato trasportato all’ospedale militare di Stepanakert per una ferita di arma da fuoco ad un occhio. Al momento non è stato reso noto il nome del milite che versa in condizioni critiche, né le modalità dell’accaduto.

(14 dic 18) IMPORT-EXPORT A NOVEMBRE – Il Ministero delle Finanze ha reso noto che nel mese di novembre le importazioni di prodotti in Artsakh sono cresciute del 22,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le  esportazioni sono cresciute del 17,5% a confronto con novembre 22017. Interessante è il dato che riguarda la via preferita per il traffico delle merci: il nuovo collegamento settentrionale per Vardenis attraverso il passo Sodk è utilizzato per la quasi totalità delle esportazioni. Per le importazioni il collegamento registra un volume di traffico più che doppio rispetto a quello tradizionale via Goris.

(14 dic 18) MNATSAKANYAN RESPONSABILE PROTEZIONE CIVILE – Il gen. Levon Mnatsakanyan, già ministro della Difesa, è stato nominato nuovo Capo del Servizio Emergenze (Protezione civile) dello Stato.  Subentra a Karen Sargsyan nominato rappresentante del Presidente della repubblica.

(14 dic 18) NUOVO MINISTRO DELLA DIFESA – Cambio della guardia al Ministero della Difesa e al vertice delle forze armate della repubblica di Artsakh. Il generale Karen Ahabramyan è stato nominato ufficialmente nel ruolo fino ad oggi ricoperto da Levon Mnatsakanyan. Abrahamyan ricopriva il ruolo di Primo vice comandante dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, ruolo ora ricoperto dal colonnello Jalal Haroutyunyan.

(10 dic 18) SAHAKYAN SI CONGRATULA CON PASHINYAN – Il presidente della repubblica di Artsakh ha inviato un messaggio di congratulazioni a Nikol Pashinyan dopo il suo successo alle elezioni politiche in Armenia: «Caro signor Pashinyan, a nome del popolo, delle autorità della Repubblica di Artsakh e mio personale mi congratulo con Lei per la convincente vittoria dell’alleanza condotta da Lei nelle elezioni parlamentari dell’Armenia. Spero che la nuova Assemblea nazionale e il governo contribuiranno allo sviluppo e al rafforzamento dell’Armenia, alla preservazione dell’unità ferma Armenia-Artsakh-Diaspora e all’attuazione di programmi pan-nazionali. La soluzione dei problemi che affliggono il nostro Stato e le persone, l’ulteriore rafforzamento del sistema di difesa e sicurezza, l’assicurazione del programma socioeconomico, l’innalzamento degli standard di vita della popolazione sono le linee guida principali che devono essere basate sulle attività dei due stati armeni e delle loro leadership politiche. Auguro a Lei, a tutte le nostre sorelle e fratelli dell’Armenia, pace, buona salute, successo e vittorie per la gloria della nostra patria e della gente».

(7 dic 18) L’ARTSAKH RICORDA SPITAK – L’Artsakh ha reso omaggio alle vittime del terremoto del 1988 nel trentesimo anniversario della catastrofe che costò la vita ad almeno 25.000 persone. Una solenne cerimonia si è svolta al memoriale di Stepanakert, presenti le massime autorità civili e religiose dello Stato. Centinaia di cittadini hanno deposto fiori.

(6 dic 18) INCONTRO A MILANO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati oggi a Milano nell’ambito della riunione dei Paesi co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce. In tale occasione, i Paesi co-presidenti hanno accolto con favore la significativa diminuzione delle violazioni del cessate il fuoco e hanno riportato vittime a seguito della conversazione dei leader di Armenia e Azerbaigian a margine del vertice del Commonwealth degli Stati indipendenti a Dushanbe in settembre. Hanno altresì fatto appello alle parti affinché continuino ad attuare le intese raggiunte e ad adottare misure concrete per preparare le loro popolazioni alla pace. I Paesi co-presidenti hanno espresso la speranza che un intenso dialogo ad alto livello orientato ai risultati tra i leader dell’Azerbaigian e dell’Armenia per promuovere una soluzione giusta e duratura del conflitto possa riprendere nel prossimo futuro.

(6 dic 18) ENTRATE FISCALI IN AUMENTO – Nei primi undici mesi dell’anno le entrate fiscali dello Stato sono aumentate dell’1,5%. Complessivamente sono entrati oltre 48 miliardi di dram pari a circa 88 milioni di euro.

(4 dic 18) PROTEZIONE CIVILE A MARTAKERT – Il presidente della repubblica Sahakyan ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della nuova sede del Dipartimento per le emergenze (Protezione civile) a Martakert.

(4 dic 18) MONITORAGGIO OSCE SENZA INCIDENTI – Osservatori dell’Osce hanno compiuto questa mattina un’osservazione lungo la linea di contatto, settore sud orientale, all’altezza di Kuropatkino. Nel corso della stessa non sono state segnalate violazioni o alterazioni dello stato dei luoghi.

(2 dic 18) VIOLAZIONI AZERE IN CALO – Il ministro della Difesa dell’Armenia, Davit Tonoyan, ha dichiarato alla stampa che ultimamente le violazioni azere dell’accordo di cessate-il-fuoco registrano un evidente decremento. Il ministro ha altresì aggiunto che l’istituzione di una linea di comunicazione fra le due parti (che prima dialogavano solo attraverso la rappresentanza della Croce Rossa Internazionale) ha contribuito alla diminuzione della tensione lungo la linea di contatto.

(1 dic 18) NUOVO IMPIANTO A DRMBON – Il presidente della repubblica ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione di un nuovo impianto della “Base metal” situato nel villaggio di Drmbon (regione di Martakert).

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI NOVEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OTTOBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI SETTEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

Novembre 2018

(30 nov 18) GIORNATA DELLA POLIZIA – In occasione della giornata dedicata alla Polizia, il presidente Sahakyan ha inviato un messaggio sottolineando tra l’altro che «la protezione dei diritti civili e delle libertà, gli interessi umani, pubblici e statali, la prevenzione e il controllo della criminalità, la garanzia della supremazia del diritto sono parte integrante del vostro servizio, che sono tra i capisaldi del nostro processo di costruzione dello Stato».

(26 nov 18) MEDIA AZERI DIFFONDONO LETTERA DI PRIGIONIERO ARMENO – I media azeri hanno diffuso il testo di una lettera che Armen Baghdassaryan avrebbe scritto alle autorità armene. L’uomo è detenuto in Azerbaigian dal 26 dicembre 2014 allorché per cause sconosciute oltrepassò il confine. Catturato, è stato in seguito condannato a 15 anni di prigione per presunto “sabotaggio”. Secondo Stepanakert l’uomo è ostaggio degli azeri in risposta alla detenzione di due terroristi catturati in Artsakh dopo che avevano ucciso un ragazzo e un soldato.

(24 nov 18) PRESIDENTE SAHAKYAN A MOSCA – Il presidente della repubblica è giunto a Mosca per una visita di lavoro.

(23 nov 18) DELEGAZIONE TRANSNISTRIA IN ARTSAKH – Una delegazione della Transnistria (Repubblica Moldava di Pridniestrov), guidata dal vice Primo Ministro Alexey Tsurkan, è giunta in Artsakh dove è stato firmato un accordo sul commercio tra i due Paesi. Domani è previsto un incontro con il ministro degli Esteri Mayilyan.

(22 nov 18) BILANCIO DELLO STATO – In Parlamento è cominciata oggi la discussione sulla legge di bilancio dello Stato per l’esercizio 2019. I lavori sono stati introdotti dal ministro delle Finanze, Artur Harutyunyan, che si aspetta per il prossimo anno una crescita reale dell’economia all’8% con una inflazione stimata al 4%.

(21 nov 18) SAHAKYAN A LOS ANGELES – Dopo la tappa a New York il presidente Sahakyan si trova dal giorno 19  a Los Angeles dove ha incontrato i rappresentanti della folta comunità armena locale. Domani presenzierà alla raccolta fondi Telethon organizzata dal fondo Hayastan.

(17 nov 18) PRESIDENTE SAHAKYAN NEGLI STATI UNITI – Il presidente della repubblica da Parigi è volato negli Stati Uniti per un’altra visita di lavoro. Nel corso del suo soggiorno Sahakyan incontrerà politici locali e associazioni armene. Sia in Francia che in USA sono in corso gli eventi Telethon di sostegno all’Artsakh.

(15 nov 18) MENO DIVORZI E MATRIMONI– Tra gennaio e settembre sono stati registrati 153 divorzi con un calo del 7,8% rispetto allo stesso periodo del 2017. Anche i matrimoni (637) sono in diminuzione (del 5,1%) rispetto all’anno precedente.

(15 nov 18) 1738 NASCITE E DECESSI IN NOVE MESI – Nei primi nove mesi dell’anno sono state registrate 1738 nascite in Artsakh. Il dato segna una flessione dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2017. I decessi sono stati 897 (-0,3% rispetto all’anno scorso con un saldo positivo della popolazione di 841.

(14 nov 18) PRESIDENTE SAHAKYAN A PARIGI – Il presidente della repubblica è giunto a Parigi per una visita di lavoro. Nel corso del suo soggiorno Sahakyan incontrerà politici locali e associazioni armene.

(14 nov 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto è stato portato a termine oggi in corrispondenza della regione di Hadrut . Non sono state rilevate violazioni. L’osservazione dalla parte dell’Artsakh è stata seguita tra gli altri dall’amb. Andrzej Kasprzyk (rappresentante personale del presidente dell’Osce in carica).

(12 nov 18) PRESENTATO BILANCIO STATO 2019 – Il ministro delle Finanze, Artur Harutyunyan, ha presentato oggi al presidente della repubblica il progetto di bilancio dello Stato per il 2019. Secondo le previsioni le entrate per la prima volta nella storia della Repubblica saranno lievemente superiori alle uscite che ammonteranno a circa 200 milioni di euro. Il ministro ha sottolineato tra l’altro che l’aumento delle spese nel settore sociale è condizionato dall’introduzione del sistema pensionistico cumulativo in Artsakh previsto a partire dal 1 ° gennaio 2019.

(7 nov 18) SAHAKYAN RICEVE CAPO CATASTO ARMENIA – Il presidente della repubblica ha ricevuto il Capo del Catasto dell’Armenia, Sarhat Petrosyan. L’incontro è stato finalizzato a migliorare i meccanismi di cooperazione fra i due catasti; Petrosyan ha annunciato che ci saranno cambiamenti che interesseranno sia l’Armenia che l’Artsakh.

(6 nov 18) COLPITO MORTALMENTE SOLDATO – Il diciottenne Aristakes Azatyan è stato mortalmente colpito da arma da fuoco mentre si trovava in una postazione difensiva lungo la linea di contatto. Il Ministero della Difesa non ha ancora chiarito le circostanze della morte ovvero se si sia trattato di colpo di cecchino azero o incidente. Parimenti non è stata ancora precisata la località del fatto e l’ora del tragico evento.

(4 nov 18) SAHAKYAN E PASHINYAN SU LINEA DI CONTATTO – Il presidente dell’Artsakh, Sahakyan, e il Primo ministro in carica dell’Armenia, Pashinyan, si sono recati oggi in visita ad alcune postazioni difensive lungo la linea di contatto nel settore orientale sincerandosi della situazione attuale al confine con l’Azerbaigian.

(1 nov 18) PASHINYAN: SOLUZIONE NELL’INTERESSE DEL KARABAKH – Nel corso di un dibattito parlamentare, il Premier dell’Armenia Nikol Pashinyan ha risposto a un deputato che chiedeva chiarimenti riguardo una ventilata “finestra di opportunità” per la risoluzione del conflitto citata dal Consigliere per la sicurezza statunitense John Bolton. «Nessuno dovrebbe sperare che la questione del Karabakh possa essere risolta a scapito degli interessi del popolo del Karabakh e dell’Armenia. Qualsiasi soluzione del problema dovrebbe essere nell’interesse della popolazione del Karabakh e dovrebbe essere accettabile per il popolo dell’Azerbaigian» ha dichiarato il Primo Ministro armeno. «C’è un funzionario in Azerbaigian pronto a ripetere le mie parole? Se è così, possiamo discutere una finestra di opportunità, altrimenti si dovrebbe capire cosa intendono i nostri partner parlando della finestra di opportunità» ha concluso Pashinyan. In precedenza, lo stesso Pashinyan aveva già commentato la dichiarazione di Bolton che stava aspettando che dalle elezioni scaturissero dei provvedimenti decisivi e il Primo Ministro armeno ha osservato che «Bolton parla a nome suo, e John Bolton o in generale nessuno può parlare a nome mio».

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OTTOBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI SETTEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ottobre 2018

(31 ott 18) IL PARLAMENTO ELEGGE NUOVO OMBUDSMAN – All’unanimità l’Assemblea nazionale ha eletto Artak Beglaryan nuovo Difensore dei diritti umani (Ombudsman) della repubblica. Beglaryan, trenta anni, non vedente dall’età di sei anni a causo dello scoppio di una mina, si è laureato all’University College London ed è stato in passato anche Consigliere del Primo Ministro Harutyunyan.

(31 ott 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto è stato portato a termine oggi all’altezza della intersezione tra Akna (Agdam) e Hindarkh . Non sono state rilevate violazioni. L’osservazione dalla parte dell’Artsakh è stata seguita tra gli altri dall’amb. Andrzej Kasprzyk (rappresentante personale del presidente dell’Osce in carica) e dai copresidenti Visconti (Francia) e Shofer (USA).

(30 ott 18) DELEGAZIONE BELGA IN ARTSAKH – Una delegazione di parlamentari belgi, guidata dal deputato Jean Jacques Flahaux, è in Artsakh. Oggi è stata ricevuta dal ministro degli esteri Mayilyan.

(28 ott 18) LIVELLO DELLE VIOLAZIONI MOLTO BASSO – Il Ministro della Difesa dell’Armenia ha dichiarato in un’intervista che in questo periodo il livello delle violazioni lungo la linea di contatto tra Artsakh e Azerbaigian è estremamente basso.

(25 ott 18) TURISMO IN CRESCITA – Il ministro del Turismo, sport e gioventù – Lernik Hovhannisyan – nel corso di una conferenza stampa ha informato che nei primi nove mesi dell’anno sono stati 24.213 i turisti entrati in Artsakh. Il dato fa registrare un aumento del 18% rispetto allo stesso periodo del 2017. Hovhannisyan ha ricordato le recenti iniziative messe in campo per favorire la crescita dei flussi turistici (linee bus per i principali siti, corsi di gestione manageriale per strutture alberghiere e ristorazione, presentazione dell’Artsakh a fiere e manifestazioni internazionali sul turismo).

(24 ott 18) ANTONIA ARSLAN IN ARTSAKH – La scrittrice padovana è in Artsakh. Oggi, accompagnata dalla professoressa Siobhan Nash-Marshall del New York Manhattanville College, è stata ricevuta dal presidente della repubblica Bako Sahakyan. In giornata la professoressa Nash-Marshall ha presentato il suo libro “The sins of the fathers“.

(23 ott 18) FERITO SOLDATO ARMENO DA FUOCO AZERO – Poco dopo mezzanotte, il soldato Hayk Sargsyan  è stato ferito da un colpo di arma da fuoco sparato dalle linee azere. Il fatto è avvenuto in un settore su orientale della linea di contatto. Il soldato ferito è stato trasportato in ospedale a Stepanakert, le sue condizioni vengono giudicate soddisfacenti.

(22 ott 18) GEMELLAGGIO ARNOUVILLE- SHEKER – Il presidente della repubblica ha ricevuto oggi una delegazione proveniente dalla città francese di Arnouville (Francia settentrionale, circa 13.000 abitanti) che ha siglato un accordo di amicizia con il comune di Sheker (regione di Martuni).

(22 ott 18) GEMELLAGGIO SHUSHI-SAINT ETIENNE – Firmato ieri in Artsakh un accordo di amicizia tra la città francese di Saint-Etienne (175.000 abitanti, dipartimento della Loira) e la città di Shushi.

(21 ott 18) FESTA DELLA MELAGRANA  A MARTUNI – Il presidente della repubblica è intervenuto alla festa della melagrana svoltasi oggi nella città di Martuni.

(20 ott 18) DELEGAZIONE FRANCESE IN ARTSAKH – Una delegazione della città francese di Saint-Etienne (175.000 abitanti, dipartimento della Loira), guidata dal sindaco Gael Perdriau, è in Artsakh. Oggi è stata ricevuta dal presidente della repubblica Sahakyan, presente il ministro degli Esteri Mayilyan. Nel corso dell’incontro è stata anche discussa la cooperazione tra la città francese e Shushi.

(19 ott 18) SCAVI ARCHEOLOGICI IN KASHATAGH – Come riporta il giornale locale “Meran” una campagna di scavi archeologici vicino alla fortezza di Mirik ha portato alla luce i resti di una sorta di mausoleo nel quale sono stati ritrovati frammenti di ceramica e ossa animali. L’attività è solo alla prima fase essendo stata rimossa solo la terra di superficie.

(19 ott 18) IL PRESIDENTE VISITA IL NUOVO CENTRO ONCOLOGICO – Il presidente Sahakyan ha visitato oggi il nuovo centro oncologico di Stepanakert inserito nel complesso ospedaliero della capitale. Il presidente era accompagnato dal ministro della salute Arayik Baghryan. Il Centro, equipaggiato con moderne tecnologie è stato realizzato in sinergia tra Stato e fondo “Hayastan”.

(18 ott 18) SAHAKYAN VISITA POSTAZIONI DIFESA – Il presidente della repubblica Bako Sahakyan, accompagnato dal ministro della Difesa Mnatsakanyan, ha visitato alcune postazioni dell’esercito dell’Artsakh lungo la linea di contatto nel settore orientale. In giornata il presidente aveva partecipato alle cerimonie commemorative del centesimo anniversario della battaglia di Msmna nell’omonimo villaggio della regione di Martuni.

(18 ott 18) PASHINYAN: STABILITI CONTATTI DIRETTI CON GLI AZERI – Intervistato da giornalisti il Primo ministro dell’Armenia ha rilasciato dichiarazioni riguardo la situazione del Nagorno Karabakh. «In generale, posso dire che la situazione sul confine armeno-azerbaigiano e sulla linea di contatto Karabakh-Azerbaigian è senza precedenti calma e questo è il risultato dell’accordo di Dushanbe (summit CSI, NdR)» ha dichiarato alla stampa Nikol Pashinyan. Il premier ha confermato che è stata stabilita una comunicazione diretta con le autorità dell’Azerbaigian. «Come concordato con il lato azerbaigiano, è stata stabilita una comunicazione diretta affidabile» ha affermato.

(17 ott 18) AL VIA I LAVORI PER LO STADIO DI MARTAKERT – Sono cominciati i lavori di riqualificazione dello stadio di Martakert  “Vigen Shirinyan” che nel prossimo giugno ospiterà alcuni incontri del campionato europeo di calcio CONIFA. La ristrutturazione riguarderà nuovi spogliatoi, servizi, palestra e nuove poltroncine per una capienza di 3000 posti a sedere.

(16 ott 18) DICHIARAZIONI DELL’AMB. MILLS – L’ambasciatore statunitense uscente presso la repubblica di Armenia, Richard Mills, nel corso di una intervista ha dichiarato «la dura realtà è che qualsiasi accordo sul conflitto del Karabakh richiederà il ritorno di una parte “dei territori occupati”, sebbene capisca come eventi come la guerra di aprile 2016 rendano questo ancora più difficile per il popolo armeno».

(16 ott 18) VISITA DEL PRESIDENTE IN KASHATAGH – Il presidente della repubblica Sahakyan si è recato oggi in visita nella regione di Kashatagh. Nel capoluogo Berdzor ha incontrato il nuovo presidente regionale, Stepan Sargsyan, che è subentrato al dimissionario Souren Khachatryan. In giornata Sahakyan ha visitato l’ospedale regionale e si è informato sullo stato dei lavori di costruzione del nuovo nosocomio; si è altresì recato anche presso la costruenda centrale idroelettrica sul fiume Harari.

(16 ott 18) CORSI DI GESTIONE ALBERGHIERA – Dal 18 al 21 ottobre, presso il Centro culturale di Karvachar (Shahumian) il ministero del turismo organizza corsi di gestione dell’impresa alberghiera. Fra gli argomenti trattati anche ristorazione e marketing.

(15 ott 18) RIUNIONE PROGRAMMAZIONE EDILIZIA – Il ministro dello Stato di Artsakh Grigory Martirosyan ha ricevuto un gruppo di azionisti della società di investimento Artsakh Roots Investment (ARI). Come ha osservato Martirosyan, i lavori preparatori nell’ambito degli accordi esistenti sull’espansione dei programmi edilizi sono nella fase finale. Presto  sarà presentato con stime di progetto definitivo per la costruzione di 20 appartamenti in Aghavno insediamento della regione di Kashatagh e 50 appartamenti a Karvachar.

(15 ott 18) CONGRESSISTI FRANCOFONI IN ARTSAKH – Un gruppo di partecipanti al summit della francofonia, tenutosi a Yerevan la scorsa settimana, è in visita in Artsakh.

(15 ott 18) FIRST LADY ARMENIA IN ARTSAKH – Il presidente dell’Armenia Sarkissian è accompagnato nella sua visita in Artsakh dalla moglie Nouneh la quale questa mattina ha visitato la scuola N1 ‘Abovyan’ di Stepanakert intrattenendosi con gli studenti e assistendo a una loro rappresentazione teatrale. La signora Sarkissian ha dichiarato di non essere mai stata prima di ora in Artsakh che ha elogiato come “Paese meraviglioso”.

(15 ott 18) VISITA UFFICIALE DI SARKISSIAN – Comincia oggi la visita ufficiale in Artsakh del presidente dell’Armenia Sarkissian che oggi ha avuto una riunione con il collega Sahakyan. Sarkissian ha anche visitato il museo di Belle Arti di Shushi.

(14 ott 18) ANCHE PRESIDENTE ARMENO SARKISSIAN A STEPANAKERT – Anche il presidente dell’Armenia, Armen Sarkissian, non ha voluto mancare di vistare la fiera dell’agricoltura di Stepanakert. Privatamente il presidente ha visitato anche alcuni siti turistici dell’Artsakh.

(14 ott 18) GIORNATA DEGLI AGRICOLTORI – In occasione della giornata dedicata agli agricoltori è stato allestito nella piazza della Rinascita a Stepanakert un grande mercato con mille stand dei produttori (erano 850 lo scorso anno). Anche il presidente della repubblica Sahakyan e l’arcivescovo Martirosyan hanno visitato la fiera. Da segnalare che la comunità di Nor Seysulan ha introdotto con successo la produzione di kiwi.

(13 ott 18) DEPUTATO EUROPEO IN ARTSAKH – Il deputato del Parlamento europeo, Jaromir Stetina, della repubblica ceca, è in visita in Artsakh. nel corso del suo soggiorno a Stepanakert ha incontrato il presidente della repubblica Sahakyan e il ministro degli esteri Mayilyan.

(10 ott 18) EUROPEI CONIFA – Prima riunione di lavoro per organizzare al meglio i prossimi campionati europei di calcio CONIFA (Confederazione delle associazioni indipendenti di calcio) in programma in Artsakh dal 4 al 15 giugno 2019. Il gruppo di lavoro guidato dal Ministro di Stato Martirosyan sta verificando la disponibilità dei campi oltre a quello nazionale di Stepanakert nonché gli aspetti logistici legati alla manifestazione che richiamerà decine di atleti provenienti da varie regioni europee. In Italia sono presenti due squadre, la Padania e la Sardegna (quest’ultima appena entrata a far parte della Confederazione).

(10 ott 18) MONITORAGGIO OSCE OSTACOLATO DAGLI AZERI – La prevista osservazione lungo la linea di contatto fra Artsakh e Azerbaigian all’altezza dell’insediamento di Gyulistan non ha evidenziato violazioni del cessate-il-fuoco. Tuttavia, come già accaduto altre volte in passato, le autorità azere si sono rifiutate di accompagnare la delegazione Osce sin sulla linea di contatto e i funzionari hanno dovuto svolgere il monitoraggio da posizioni più arretrate. Ancora una volta l’Azerbaigian ostacola il processo di pace.

(8 ott 18) SAHAKYAN LUNGO LINEA DI CONTATTO -Il presidente della repubblica di Artsakh, Bako Sahakyan, ha visitato numerose postazioni dell’Esercito di difesa in diverse sezioni della linea di contatto. Era accompagnato dal ministro della Difesa Levon Mnatsakanyan.

(6 ott 18) AL VIA “ART SAKH FESTIVAL” – Con una performance del celebre gruppo “The Armenian Navy Band” guidato da Arto Tunçboyaciyan ha preso il via “ARTsakh Festival” con la partecipazione di oltre quaranta artisti provenienti da diversi Paesi. Il festival è dedicato anche alla promozione del restauro del teatro drammatico di Stepanakert i cui ambienti ospitano una parte delle esposizioni artistiche.

(3 ott 18) AZNAVOUR: LUTTO NAZIONALE IL 6 OTTOBRE – Il governo ha decretato una giornata di lutto nazionale in Artsakh per il 5 ottobre in concomitanza con i funerali dell’artista che si terranno a Parigi.

(2 ott 18) CERIMONIA DI COMMEMORAZIONE PER AZNAVOUR – Presso la Casa della cultura di Stepanakert a lui intitolata si svolgerà questa sera una cerimonia commemorativa in ricordo di Charles Aznavour. La Casa della cultura fu inaugurata nel 2009 proprio dal cantante stesso in occasione della sua visita in Artsakh.

(2 ott 18) CONDOGLIANZE DI SAHAKYAN PER AZNAVOUR – Il presidente della repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh, Bako Sahakyan, ha rivolto un messaggio di condoglianze per la morte del celeberrimo artista franco armeno: «Ho appreso con profondo dolore la morte di Charles Aznavour, illustre armeno, eminente cantante francese di origini armene, compositore, cantautore, attore e personaggio pubblico,  Eroe nazione di Armenia. La dipartita del chansonnier di fama mondiale è una grande perdita per il nostro popolo. Aznavour stava facendo conoscere l’Armenia e gli armeni in tutto il mondo con le sue opere d’arte immortali. È sempre stato vicino ala natìa gente nei suoi momenti più fatali, senza lesinare sforzi per dare il suo indispensabile contributo alla soluzione dei problemi nazionali. A nome del popolo dell’Artsakh, delle autorità e a nome mio, trasmetto un sentito messaggio di condoglianze e sostegno alla famiglia e agli amici del defunto, a tutto il nostro popolo, agli ammiratori del suo talento ineguagliato. Il nome di Charles Aznavour era inciso in oro nella storia dell’arte della canzone mondiale e in quella della nazione armena. E il suo benedetto ricordo vivrà per sempre nei nostri cuori».

(1 ott 18) CORDOGLIO IN ARTSAKH PER LA MORTE DI AZNAVOUR – La notizia della scomparsa del famosissimo cantante franco armeno è stata accolta con sgomento e commozione anche in tutto l’Artsakh.

(1 ott 18) MUORE SOLDATO PER COLPO DI ARMA DA FUOCO – Il ministero della Difesa ha annunciato la morte del soldato ventunenne Gevorg Haroyan, rimasto ferito da colpo di arma da fuoco intorno alle ore 10,50 locali e successivamente deceduto in ospedale alle ore 15 locali. Non è stata ancora chiarita la dinamica dell’incidente.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI SETTEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Settembre 2018

(29 set 18) MESSAGGIO AL PRESIDENTE DELL’ABKHAZIA – Il presidente della repubblica di Artsakh, Bako Sahakyan, ha inviato un messaggio di felicitazioni al collega  Raul Khadjimba, presidente dell’Abkhazia, in occasione della festa nazionale del Paese.

(28 set 18) INCONTRO PASHINYAN – ALIYEV – Il Primo ministro dell’Armenia e il presidente dell’Azerbaigian hanno avuto un incontro a Dushambe (Tagikistan) a margine dei lavori dei Paesi CSI (Comunità Stati Indipendenti). Secondo quanto riportato dal premier armeno in un live su Facebook, le parti avrebbero raggiunto un accordo per allentare la tensione lungo la linea di contatto e prevenire incidenti. Pashinyan ha anche aggiunto che il presidente dell’Artsakh, Sahakyan, è stato informato circa i contenuti del colloquio. Pashinyan e Aliyev si erano già informalmente incontrati nel mese di giugno a Mosca, a margine della cerimonia di apertura dei campionati del mondo di calcio.

(27 set 18) DELEGAZIONE EUROPARLAMENTARE CIPRIOTA – Un gruppo di europarlamentari ciprioti si trova in visita in Artsakh dove oggi ha incontrato il presidente dell’Assemblea nazionale Ashot Ghulyan.

(27 set 18) DELEGAZIONE POLACCA – Una delegazione del distretto polacco di Wlomin (voivodato della Masovia, circa 200.000 abitanti), guidata dal presidente regionale Kazimierz Rakowski è in visita in Artsakh. Oggi vi è stato un incontro con il presidente della repubblica Sahakyan alla presenza anche del ministro degli Esteri Mayilyan e del ministro di Stato Martirosyan nonché dell’ambasciatore di Armenia in Polonia,

(27 set 18) BABAYAN: PROVOCAZIONI AZERE SONO VANE – Il portavoce presidenziale Davit Babayan ha commentato le recenti esercitazioni delle forze armate azere che si sono svolte dal 17 al 22 settembre e che hanno interessato circa 20.000 uomini, 200 carri armati e 120 pezzi di artiglieria. Come già accaduto in passato l’Azerbaigian non ha ancora riportato le truppe alle posizioni iniziali lasciandole prossime alla linea di contatto. Per Babayan si tratta di un vano tentativo di impaurire le forze di sicurezza armene che monitorano costantemente la situazione.

(26 set 18) COLPITO ALTRO SOLDATO ARMENO – Il ministero della Difesa comunica che il soldato diciannovenne Aghasi Mkrtchyan è deceduto intorno alle ore venti locali mentre si trovava in una postazione lungo il settore settentrionale della linea di contatto. Non sono state ancora chiarite le circostanze del tragico fatto. Il presidente della repubblica Sahakyan ha conferito la onorificenza postuma “Per servizio, in battaglia”  al giovane caduto. Si tratta del terzo soldato armeno mortalmente colpito nel mese di settembre dagli azeri.

(26 set 18) CONCLUSO INCONTRO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati oggi a New York. La riunione è stata inizialmente allargata ai co-presidenti del Gruppo di Minsk e al rappresentante speciale del presidente dell’Osce in carica. Successivamente i due hanno avuto un incontro separato.

(26 set 18) INCONTRO MINISTRI DEGLI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si incontrano oggi a New York nell’ambito dei lavori della 73^ sessione dell’Assemblea generale dell’ONU. Sempre in tale cornice il ministro armeno ha avuto un incontro con i co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce (lo statunitense Shofer, il francese Visconti e il russo Popov) ai quali ha manifestato la preoccupazione per le recenti aggressioni azere lungo la linea di contatto con l’Artsakh e con l’Armenia e che hanno determinato la morte di due soldati (uno in Armenia e uno in Artsakh).

(26 set 18) INTERVENTO ALL’ONU DI PASHINYAN – Il Primo ministro dell’Armenia, Nikol Pashynian, è intervenuto all’ONU nel corso dei lavori della 73^ sessione dell’Assemblea generale. Nel corso del suo intervento ha ribadito la necessità che il Nagorno Karabakh-Artsakh divenga attore nelle trattative negoziali e ha duramente accusato la politica dell’Azerbaigian mirata a una soluzione bellica e alla pulizia etnica della regione.

(26 set 18) SI DIMETTE OMBUDSMAN – Ruben Melikyan, difensore dei diritti umani (ombudsman) della repubblica di Artsakh, ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico all’indomani della presentazione del rapporto speciale sull’armenofobia azera e sulle gravi violazioni avvenute durante l’aggressione delle forze dell’Azerbaigian nell’aprile 2016. Con un post su Facebook Melikyan ha informato della sua decisione ritenendo esaurito il mandato di accertamento a suo tempo conferitogli.

(25 set 18) ESERCITAZIONI MILITARI IN ARTSAKH – In corso da oggi e fino a venerdì esercitazioni militari aeree nella repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh finalizzate al miglioramento della formazione dei piloti degli elicotteri. Alle proteste dell’Azerbaigian il governo di Stepanakert ha avvertito che ogni provocazione di Baku avrà adeguata risposta.

(25 set 18) DELEGAZIONE DI ALFORTVILLE IN ARTSAKH – Una delegazione del comune francese di Alfortville (44.000 abitanti nella valle della Mrna, Ile de France) è giunta in Artsakh e oggi ha incontrato il ministro degli Esteri Mayilyan. Alfortville è gemellata con la cittadina di Berdzor.

(23 set 18) ONORIFICENZA POSTUMA AL CADUTO – Il presidente della repubblica Sahakyan ha conferito l’onorificenza postuma “Per servizio, in battaglia” ad Artsakh Hovsepyan, mortalmente colpito ieri da un cecchino azero.

(22 set 18)   COLPITO A MORTE SOLDATO ARMENO – Dopo un lungo periodo di relativa calma tornano a colpire i cecchini azeri lungo la linea di contatto. Nel pomeriggio nel settore orientale della stessa è caduto il soldato Artsakh Hovsepyan. Il Ministero della Difesa non ha diffuso al momento ulteriori dettagli sul fatto.

(22 set 18) FESTEGGIATA STEPANAKERT – La “Giornata di Stepanakert” è stata festeggiata con cerimonie ufficiali ed eventi. Nel 95° anniversario dell’attuale denominazione della città corone di fiori sono state deposte al monumento dedicato al patriota Stepan Shahumian. Nell’omonimo parco cittadino  al centro della città e in piazza della rinascita sono stati organizzati stand espositivi con vendita di prodotti artigianali nonché concorsi fotografici (“La Stepanakert che vorrei”) e di pittura per grandi e piccini. Una bella giornata di sole ha fatto da cornice alle manifestazioni.

(21 set 18) COLPITO SOLDATO ARMENO – Il soldato Haykaz Matevosyan (38 anni) è stato mortalmente colpito oggi dagli azeri mentre si trovava in una postazione dell’Esercito di difesa. Il fatto è accaduto lungo il settore nord orientale della linea di contatto.

(21 set 18) SAHAKYAN IN ARMENIA – il Presidente della repubblica Bako Sahakyan è in Armenia, a Yerevan, dove prende parte alle manifestazioni per il 27° anniversario dell’indipendenza. Tra gli appuntamenti in programma, la visita al “Centro di riabilitazione dei difensori della Patria” e al Pantheon di Yerablour. Sahakyan ha altresì fatto pervenire al premier Pashinyan un messaggio di felicitazioni per la ricorrenza.

(20 set 18) GRAVEMENTE FERITO SOLDATO – Il ventenne Artur Gevorgyan è rimasto gravemente ferito a causa dello scoppio di una mina in località Mataghis (regione di Martakert). Sottoposto a intervento chirurgico, ha subito l’amputazione di una gamba mentre un intervento chirurgico è previsto anche sul secondo arto. L’ordigno è presumibilmente un residuato dell’incursione azera (con relativo bombardamento) dell’aprile 2016.

(18 set 18) PROSEGUE LA RACCOLTA DELL’UVA – Il Ministero dell’Agricoltura informa che alla data odierna sono stati raccolti 163,3 ettari su 1360,3 di vigneto e conferma la buona qualità e resa dell’uva.

(17 set 18) IMPORT EXPORT AD AGOSTO – Nel mese di agosto si è registrato un incremento del 6,1% di merci importate rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Per quanto riguarda le esportazioni la crescita è stata pari al 3,1%.

(17 set 18) GIORNATA DELL’EDUCAZIONE FISICA – Celebrata l’ottava edizione della Giornata dell’Educazione fisica con iniziative sportive dedicate soprattutto ai ragazzi e coordinate dal ministero dell’Educazione, sport e gioventù. A Stepanakert circa centocinquanta giovani studenti hanno partecipato a una passeggiata in bicicletta per le vie della città. Contest di lotta e arti marziali si sono svolti in diverse sedi.

(17 set 18) VISITA DI MNATSAKANYAN – Il ministro degli Esteri dell’Armenia, Zohrab Mnatsakanyan, è in visita nella repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh). Nella giornata odierna ha incontrato il collega Masis Mayilyan e il presidente della repubblica Bako Sahakyan.

(16 set 18) ATLETICA LEGGERA A STEPANAKERT – Lo stadio “Stephan Shahumian” della capitale ha ospitato questa mattina un  meeting di atletica leggera che ha visto partecipare atleti dell’Artsakh e dell’Armenia. Fra questi Alexander Donikyan, centometrista, il più veloce armeno di sempre, che si è agevolmente imposto sulla distanza breve con il tempo di 10,55. Un folto pubblico ha assistito alla manifestazione.

(15 set 18) FESTIVAL DEL VINO A TOGH – Migliaia di visitatori, compresi molti turisti, stanno affollando la cittadina di Togh (regione di Hadrut nel sud della repubblica) in occasione della quinta edizione della manifestazione. Degustazioni di vino, stand promozionali, gastronomia, musica e danze caratterizzano l’evento che si sviluppa nell’area circostante il palazzo del Melik. Il presidente della repubblica Sahakyan e altre autorità ha visitato gli stand.

(14 set 18) AL VIA 3° FORUM GIOVENTU’ – Sono iniziati a Stepanakert i lavori della terza edizione dal titolo “Passato , presente e futuro della statualità armena”. Presenti delegati provenienti anche da Armenia, Stati Uniti, Polonia, Germania, Russia e Bielorussia. I lavori sono stati aperti da Avetik Harutyunyan, fondatore dell’Unione dei giovani  scienziati dell’Artsakh. Hanno partecipato anche il Ministro di Stato Grigoryan e il ministro dell’Educazione e della Scienza Aghabalyan.

(13 set 18) DELEGAZIONE UNIVERSITA’ DI LIPSIA A STEPANAKERT – Una delegazione dell’università tedesca di Lipsia, guidata da Stephan Troebst responsabile del dipartimento di storia e cultura dell’Europa orientale, è giunta nella repubblica. Nel corso della visita è stato organizzato nell’università di Artsakh una conferenza con gli studenti e i professori alla quale ha partecipato tra gli altri anche il rettore Manush Minasyan. La delegazione tedesca ha avuto anche un incontro con il ministro degli esteri Mayilyan.

(13 set 18) DELEGAZIONE DELLA CALIFORNIA IN ARTSAKH – Una delegazione proveniente dalla California è in Artsakh dove ha già incontrato il presidente della repubblica, il ministro degli Esteri e il ministro di Stato. Del gruppo fanno parte il sen. Portantino e il sindaco della città di Glendale, Synanyan, che ha annunciato tra l’altro l’intitolazione di una strada dedicata all’Artsakh.

(13 set 18) SAHAKYAN A TALISH – il Presidente della repubblica si è recato nel villaggio di Talish (Martakert) per un incontro con le autorità locali e la cittadinanza e la verifica del processo di ricostruzione dopo i bombardamenti azeri di due anni fa.

(12 set 18) AL VIA NUOVA CAMPAGNA DI VACCINAZIONI – Adulti e bambini devono essere vaccinati ed è stato implementato dal governo il programma per dodici malattie infettive. I residenti a Stepanakert potranno essere vaccinati al policlinico della capitale, gli altri cittadini negli ospedali dei capoluoghi regionali. La vaccinazione è ovviamente gratuita. Gli adulti di 26,36,46, e 56 anni saranno soggetti a vaccinazioni contro difterite e tetano.

(12 set 18) MONITORAGGIO LINEA DI CONTATTO – Una ricognizione lungo la linea di contatto all’altezza di Akna (Agdam) è stata conclusa nella giornata odierna da delegazioni Osce. Il monitoraggio non ha evidenziato violazioni dell’accordo di cessate il fuoco.

(11 set 18) KASPRZYK IN ARTSAKH – L’ambasciatore Andrzej Kasprzyk, Rappresentante personale del Presidente dell’Osce in carica, è a Stepanakert. In giornata ha incontrato il ministro degli Affari Esteri Mayilyan e il presidente Sahakyan con i quali ha discusso della situazione lungo la linea di contatto. Nella giornata di domani, l’Osce condurrà un monitoraggio all’altezza di Akna.

(10 set 18) BARONESSA COX A STEPANAKERT -La baronessa Caroline Cox, membro della britannica House of Lords, è in Artsakh. A Stepanakert ha incontrato il ministro degli Esteri Mayilyan che le ha donato una medaglia commemorativa coniata nel 25° anniversario dell’istituzione del ministero.

(8 set 18) PASHINYAN: L’ARTSAKH PARTE DELL’ARMENIA – «Immagino che l’Artsakh faccia parte dell’Armenia» ha detto il Primo Ministro armeno Nikol Pashinyan durante un suo incontro con gli uomini d’affari armeni a Mosca riferendosi alla risoluzione del conflitto del Nagorno-Karabakh. «Chiedono se l’Armenia è pronta a fare concessioni reciproche sulla questione Artsakh; io penso che sia necessario chiedere all’Azerbaigian se sono pronti a scendere a compromessi. Poiché l’Azerbaigian minaccia costantemente l’Artsakh e l’Armenia, sarà arduo dire che l’Armenia è pronta per i compromessi; non lo faremo mai, nessuno può parlare con l’Armenia utilizzando un linguaggio di minacce, non lo permetteremo» ha affermato.

(5 set 18) CROCE ROSSA VISITA DETENUTI DELLE PARTI – Una delegazione della Croce Rossa Internazionale ha visitato cittadini armeni e azeri che a vario titolo sono detenuti o trattenuti dalla parte avversaria. Scopo dell’ispezione è la verifica delle condizioni di detenzione, della salute dei soggetti e della possibilità che gli stessi hanno di corrispondere con le proprie famiglie.

(4 set 18) MINISTRO DI STATO VISITA POLIZIA – Il ministro di Stato Grigory Martirosyan ha fatto visita oggi alla sede della Polizia di Stato a Stepanakert. Nel corso dell’incontro con i dipendenti e i responsabili del dipartimento, Martirosyan ha verificato i miglioramenti dei processi lavorativi anche dal punto di vista informatico e l’impegno della struttura a garantire la massima trasparenza possibile ai cittadini.

(3 set 18) SUICIDA SOLDATO ARMENO – Il ministero della Difesa informa che il trentaduenne soldato Vanik Gevorgyan si è tolto la vita ieri sera intorno alle ore 21. E’ stata aperta un’inchiesta, sconosciute le cause del tragico gesto avvenuto in una postazione del settore settentrionale della linea di contatto.

(2 set 18) PASHINYAN: IL POPOLO HA FATTO LA SUA SCELTA – Il primo ministro dell’Armenia ha rivolto un messaggio all’Artsakh nel 27° anniversario dell’indipendenza: «Il popolo dell’Artsakh ha fatto la sua scelta – proclamando l’indipendenza – in una situazione storica molto complicata» si legge in particolare nel messaggio. «Negli ultimi 27 anni, il popolo del Nagorno Karabakh ha attraversato guerre, distruzioni, perdite umane e molte altre gravi difficoltà. Ma nonostante tutto ciò, fu fondata la Repubblica di Artsakh. Spalla a spalla con l’Armenia e la diaspora [armena], l’Artsakh oggi continua a vivere e svilupparsi. L’Armenia, l’Artsakh e la diaspora sono più forti oggi perché sono più uniti e più liberi. La sicurezza di Artsakh è al centro dell’attenzione quotidiana».

(2 set 18) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN – Il presidente della repubblica Bako Sahakyan ha rivolto un messaggio alla Nazione nel giorno del 27° anniversario dell’indipendenza: «Il 2 settembre 1991 è un giorno estremamente significativo e memorabile nella vita della nostra gente, poiché la proclamazione della repubblica libera e indipendente ha cambiato profondamente e radicalmente il corso della nostra storia» si legge in particolare il messaggio. «Il nostro destino era nelle nostre mani e noi eravamo i maestri e i creatori del nostro futuro. La nostra generazione ha assunto una tremenda responsabilità, sia prima della memoria dei nostri antenati che del futuro delle generazioni a venire, la nostra patria e l’intero popolo armeno. È questo senso del dovere che ci ha aiutato in tutti questi anni a superare ineffabili difficoltà e prove, a costruire uno stato democratico, legale e sociale, a proteggere la nostra Patria che si è trovata in guerra, ripristinare l’economia distrutta, attuare vari programmi volti a risolvere i problemi sociali dei cittadini, migliorare le condizioni di vita delle persone. Questo stesso senso del dovere ci obbliga ad essere più forti e solidi, uniti e consolidati, a fare tutto per il rafforzamento e la prosperità della nostra Patria, il rispetto dei nostri obiettivi nazionali. Ciò è richiesto dal sangue versato dai nostri eroici figli e dall’alto “prezzo” che il popolo armeno ha pagato per la loro libertà e indipendenza».

(2 set 18) 27° ANNIVERSARIO INDIPENDENZA – Festeggiato in tutta la repubblica il 27° anniversario  dell’indipendenza. Solenni cerimonie, civili e religiose, si sono svolte in tutte le località e in particolare nella capitale Stepanakert dove è arrivato anche il presidente dell’Armenia Sarkissian che si è incontrato con il collega Sahakyan.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MAGGIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agosto 2018

(29 ago 18) PARLAMENTARI EUROPEI IN ARTSAKH – Una delegazione di membri del parlamento europeo è giunta in Artsakh. Il gruppo, guidato dall’on. Martin Sonneborn, si è incontrato oggi con il ministro degli Affari Esteri Masis Mayilian.

(28 ago 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto nel settore nord in corrispondenza del passo Omar (catena dei monti Mrav) è stato portato a termine questa mattina senza che siano state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco.

(28 ago 18) “THE KING OF POKER” IN ARTSAKH – Il milionario statunitense di origini armene Dan Bilzerian, conosciuto anche come “The king of poker” è giunto in Artsakh a bordo di un elicottero accompagnato dalla fidanzata, parenti e amici. Nel corso del suo soggiorno ha visitato Stepanakert, Shushi e si è recato in una base logistica militare partecipando anche ad alcune esercitazioni di tiro in un poligono.

(26 ago 18) COLLOQUI PASHINYAN -SAHAKYAN – Il Primo ministro dell’Armenia Pashinyan e il presidente dell’Artsakh Sahakyan hanno avuto oggi un incontro a Stepanakert. Al centro del colloquio la situazione lungo la linea di confine. Pashinyan ha nella giornata di ieri ha anche postato un selfie con tutta la sua famiglia, compreso il figlio che sta svolgendo il servizio militare in Artsakh

(25 ago 18) PASHINYAN IN ARTSAKH – Il Primo ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, è giunto in Artsakh per una visita di lavoro. All’aeroporto di Stepanakert è stato accolto dal presidente Sahakyan.

(22 ago 18) SAHAKYAN RICEVE DELEGAZIONE FONDO HAYASTAN – Il presidente della repubblica ha ricevuto oggi una delegazione del fondo “Hayastan” con la quale ha discusso l’implementazione dei progetti per l’Artsakh.

(17 ago 18) PASHINYAN: LA QUESTIONE DEVE ESSERE RISOLTA DAL POPOLO – Nel corso di una manifestazione convocata per celebrare i primi cento giorni di governo, il Primo ministro dell’Armenia ha ribadito di non volere la guerra e di essere pronto ad accordi di pace. Ha tuttavia sottolineato come qualsiasi proposta negoziale debba essere valutata dal popolo e ha negato che vi siano progetti di “restituzione di territori” all’Azerbaigian.

(17 ago 18) RESPINTO TENTATIVO AZERO DI INCURSIONE – Intorno alla mezzanotte un gruppo di una quindicina di incursori azeri ha tentato di penetrare nel territorio dell’Artsakh avvicinandosi alle postazioni difensive armene. Il tentativo è stato respinto senza alcuna perdita da parte dell’Esercito di difesa dell’Artsakh mentre non si hanno notizie riguardo possibile perdite degli azeri. Il ministero della Difesa non ha precisato la località interessata dall’azione azera.

(14 ago 18) CONVOCATO CONSIGLIO DI SICUREZZA – Il presidente della repubblica ha convocato il Consiglio di sicurezza nazionale per discutere di varie problematiche e aggiornare sulla situazione lungo la linea di contatto. Presente il ministro della Difesa Mnatsakanyan.

(13 ago 18)  “DIGICAMP 2018” PER LA PRIMA VOLTA IN ARTSAKH – Si è svolta, per la prima volta in Artsakh, la sesta edizione di “Digicamp” ospitata nel villaggio di Tsmakahogh (regione di Martakert) con 52 studenti provenienti da Armenia, Artsakh e Javakhk (Georgia) fra i 15 e i 18 anni che per dieci giorni hanno familiarizzato con i temi dell’innovazione tecnologica e dell’imprenditorialità. La scelta di Tsmakahogh  deriva dal fatto che il villaggio ha dato i natali a Andranik Iosifian (1905-1993), ingegnere, fisico e inventore armeno.

(12 ago 18) SCOPERTO IL CORPO DI UN AZERO IN ZONA NEUTRALE – Il corpo senza vita di un cittadino azero è stato individuato dalle forze di difesa dell’Artsakh in una zona neutrale tra le due prime linee. In accordo con la Croce Rossa Internazionale il prossimo 15 agosto verrà disposto il recupero per la successiva consegna.

(11 ago 18) ATTRAVERSAMENTO ILLEGALE DELLA FRONTIERA – Un cittadino dell’Armenia di etnia yazidi, residente nel comune di Metsamor, ha attraversato illegalmente la frontiera entrando nella repubblica di Artsakh dal territorio iraniano attraverso il fiume Arax che divide i due Stati. La polizia di frontiera dell’Artsakh  ha fermato l’uomo, che era privo di documenti, nella regione di Kashatagh. Il fatto è avvenuto lo scorso 5 agosto ma la notizia è stata diramata solo oggi. Al momento l’uomo è in fermo di custodia.

(8 ago 18) VIOLENTA ESPLOSIONE IN POSTAZIONE AZERA – L’Esercito di difesa dell’Artsakh informa che è stata registrata questo pomeriggio una violenta esplosione in una postazione di prima linea azera ubicata nel settore sud orientale della linea di contatto. E’ stata osservata un’autoambulanza militare e cinque altri veicoli sopraggiungere alcune decine di minuti dopo l’incidente in merito al quale nessun media azero ha diffuso informazioni.

(7 ago 18) APPELLO PARLAMENTARE PER KOCHARYAN – Un gruppo di parlamentari dell’Assemblea nazionale dell’Artsakh ha rivolto un appello al Procuratore generale dell’Armenia, Arthur Davtyan, affinché il secondo presidente armeno Robert Kocharyan (attualmente detenuto e sotto inchiesta per la repressione delle manifestazioni di piazza a Yerevan nel marzo 2008) venga rimesso in libertà.

(5 ago 18) TRAGICO INCIDENTE, DUE ANNEGATI – Due cittadini dell’Artsakh – Aram Sargsyan, 43 anni di Martakert, e Armen Hovakimyan, 36 anni di Stepanakert – sono stati trovati morti per annegamento nel bacino idrico di Khachen. Le autorità informano che è stata aperta un’inchiesta per accertare le cause del duplice decesso.

(2 ago 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto nel settore sud-orientale (all’altezza della regione di Hadrout) è stato portato a termine questa mattina senza che siano state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco.

(1 ago 18) KASPRZYK A STEPANAKERT – Il rappresentante del presidente dell’Osce in carica, amb. Andrzej Kasprzyk, è in Artsakh dove oggi ha incontrato il presidente Sahakyan. Nel corso del colloquio si è discusso della situazione lungo la linea di contatto. Domani sarà condotta dagli osservatori dell’Organizzazione una missione di monitoraggio.

(1 ago 18) INAUGURATI TRE NUOVI ITINERARI TURISTICI – Su iniziativa del ministero del Turismo, da oggi sono disponibili con partenza da Stepanakert tre mini bus che percorreranno tre distinti itinerari. Il primo verso il monastero di Gandzasar con sosta alla casa museo Nikol Duman, il secondo itinerario conduce a Togh con fermata per la visita dell’albero Tnjre e il palazzo del melik; il terzo itinerario porta alla gola di Hunot. Il servizio finalizzato a migliorare l’offerta turistica, verrà effettuato ogni giorno (escluso il lunedì) con partenza da piazza della Rinascita a Stepanakert alle ore 10. I biglietti possono essere acquistati in loco presso lo stand dell’ufficio turismo. Per info: tel. 097-39-91-75

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MAGGIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI APRILE