Articoli

Gennaio 2019

(27 gen 19) BALASANYAN: INACCETTABILE SCAMBIO TERRITORI CON STATUS –  Il Segretario del Consiglio di sicurezza della repubblica di Artsakh, Vitaly Balasanyan, considera inaccettabile una cessione di territori in cambio di un riconoscimento di uno status per l’Artsakh. Lo ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa nel corso della quale ha tra l’altro ricordato come l’Armenia e l’Artsakh hanno già fatto molte concessioni anche in epoca bellica allorquando, a fronte degli inviti internazionali, rallentarono l’attività e non approfittarono della situazione di debolezza della controparte azera e quando firmarono l’accordo di cessate-il-fuoco invece che avanzare in territorio nemico.

(27 gen 19) MESSAGGIO DI SAHAKYAN – Il presidente della repubblica ha rivolto un messaggio in occasione della Giornata dei difensori della patria e si è congratulato con il Primo ministro dell’Armenia per l’anniversario della fondazione dell’Esercito armeno.

(26 gen 19) MATRIMONI IN ARTSAKH – Sono stati 899 i matrimoni celebrati nella repubblica nel corso dl 2018 e ventidue di questi hanno interessato anche cittadini stranieri. Lo ha comunicato in una conferenza stampa il ministro della Giustizia,  Ararat Danielyan. I divorzi sono stati 204.

(25 gen 19) PASHINYAN SU INCONTRO CON ALIYEV – «Non ci sono risultati. Né Aliyev, né io aspettavamo alcun risultato. Stavamo solo parlando, e abbiamo discusso del Karabakh, naturalmente. Ma questi non erano discorsi formali, stavamo solo parlando della nostra percezione di questo problema, e di come percepiamo personalmente questo problema, come fanno le nostre nazioni»  ha detto Pashinyan rispondendo a una domanda sull’incontro di Davos di mercoledì scorso.

(25 gen 19) PIL ARTSAKH + 11% – Nel corso di una conferenza stampa, il ministro delle Finanza, Artur Harutyunyan, ha illustrato la situazione economica dell’Artsakh nell’esercizio finanziario appena conclusosi. Tra l’altro ha sottolineato come sugli undici mesi, il Prodotto Interno Lordo sia cresciuto dell’11,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. e che per il 2019 ci si aspetti un’ulteriore crescita. Nel 2018 l’inflazione media si è attestata all’1,8%

(23 gen 19) INCONTRO PASHINYAN-ALIYEV – Il Primo ministro dell’Armenia e il Presidente dell’Azerbaigian si sono incontrati oggi a Davos confermando le indiscrezioni trapelate ieri. Non è stato rilasciato alcun comunicato stampa sull’incontro durato poco più di un’ora. «Abbiamo scambiato idee sulla situazione attuale nel processo negoziale e abbiamo fatto riferimento a discussioni future» ha scritto il leader armeno su FB.

(23 gen 19) BABAYAN: BRUSCO CALO VIOLAZIONI AZERE – Il portavoce del presidente della repubblica, Davit Babayn, ha confermato che negli ultimi giorni si è registrato un brusco calo delle violazioni azere lungo la linea di contatto. «Nel complesso, la situazione al confine è stabile. Diamo il benvenuto a questo, ma d’altro canto l’avversario non ha rivisto la sua politica che si basava sull’ostilità. L’Azerbaigian continua la sua politica anti-armena in tutte le sfere. Ha portato a termine le esercitazioni militari più massicce della loro storia nel 2018» ha detto Babayan.

(22 gen 19) POSSIBILE INCONTRO PASHINYAN-ALIYEV – E’ altamente probabile che il Primo ministro dell’Armenia e il Presidente dell’Azerbaigian si incontrino, informalmente, a Davos (Svizzera) dove stanno partecipando al World Economic Forum.

(21 gen 19) TRAGICO INCIDENTE AUTO – E’ di tre morti e un ferito il tragico bilancio di un incidente d’auto occorso nella serata di ieri lungo la strada che da Karvachar conduce al villaggio di Tsar. Una jeep, con a bordo quattro cittadini dell’Armenia, per cause imprecisate, è uscita di strada finendo nel fiume che scorre lungo la stretta valle.

(18 gen 19) SEGRETARIO ONU SU INCONTRO DI PARIGI – «Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres – si legge in una nota stampa – si rallegra dell’incontro tra il Ministro degli Esteri dell’Azerbaigian Elmar Mammadyarov e il Ministro degli Affari Esteri dell’Armenia Zohrab Mnatsakanyan, svoltosi il 16 gennaio a Parigi sotto l’egida dei Co-presidenti dell’Organizzazione per la sicurezza e Cooperazione in Europa (OSCE) Gruppo di Minsk. Il Segretario generale apprezza il costante impegno delle parti a trovare una soluzione negoziata e pacifica al conflitto di Nagorno Karabakh da lungo tempo e ha accolto con particolare favore l’accordo dei Ministri sulla necessità di adottare misure concrete per preparare le popolazioni alla pace».

(17 gen 19) MINISTRO DIFESA VISITA POSTAZIONI – Il ministro della Difesa, gen. Karen Abrahamyan, si è recato oggi in visita in diverse postazioni dell’esercito incontrandosi con i rispettivi comandi e i soldati di stanza.

(16 gen 19) COMUNICATO GRUPPO DI MINSK – «I partecipanti [Gruppo di Minsk, NdR] hanno espresso ai Ministri il loro apprezzamento per gli sforzi in corso delle parti per mantenere un ambiente favorevole a negoziati intensivi orientati ai risultati. I ministri hanno discusso un’ampia serie di questioni relative alla soluzione del conflitto del Nagorno Karabakh e hanno convenuto sulla necessità di adottare misure concrete per preparare le popolazioni alla pace. Durante le riunioni, i Co-presidenti hanno esaminato con i ministri i principi e i parametri chiave per l’attuale fase del processo negoziale. I ministri e le Co-presidenti hanno esaminato i prossimi passi verso un possibile vertice tra i leader dell’Azerbaigian e l’Armenia per dare un forte impulso alla dinamica dei negoziati. I Co-presidenti hanno sottolineato l’importanza di possibili iniziative reciprocamente vantaggiose volte a soddisfare il potenziale economico della regione. I Co-presidenti prevedono di incontrare i leader dei due paesi nel prossimo futuro».

(16 gen 19) INCONTRO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Affari esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati (per la quarta volta) a Parigi su iniziativa del Gruppo di Minsk dell’Osce. L’incontro è durato oltre quattro ore. In programma anche un nuovo incontro non ancora calendarizzato.

(15 gen 19) MONITORAGGIO OSCE – Una missione di osservazione è stata portata a termine oggi nel settore nord orientale della linea di contatto all’altezza della località di Levornarkh. Non sono state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco ma, come già accaduto altre volte in passato, gli azeri non hanno condotto in diplomatici stranieri alle postazioni di prima linea.

(14 gen 19) SAHAKYAN SI CONGRATULA CON PASHINYAN – Il presidente della repubblica di Artsakh ha inviato un messaggio di congratulazioni a Nikol Pashinyan eletto oggi dall’Assemblea nazionale di Armenia alla carica di Primo ministro.

(14 gen 19) GIORNALISTI IN ARTSAKH – Sono stati 127 i giornalisti stranieri che hanno visitato la repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh) nel corso del 2018. Lo ha comunicato il ministro degli Affari esteri Mayilyan durante la tradizionale conferenza di inizio anno.

(9 gen 19) SI LAVORA PER NUOVO INCONTRO MINISTRI ESTERI – I mediatori del Gruppo di Minsk dell’Osce sono al lavoro per organizzare, possibilmente entro la fine del mese, un nuovo incontro tra i ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian che nel secondo semestre del 2018 si sono già visti tre volte (l’ultima a Milano il 6 dicembre). Lo scorso 14 dicembre il presidente azero Aliyev aveva tweettato «l’anno 2019 darà un nuovo impulso al processo di risoluzione del conflitto tra Armenia, Azerbaigian e Nagorno Karabakh».

(6 gen 19) DIFESA CONFERMA LINEA DI CONTATTO TRANQUILLA – Senor Hasratyan, portavoce del ministero della Difesa dell’Artsakh, ha confermato che in questi primi giorni la situazione lungo la linea di contatto è estremamente tranquilla. “Non ci sono praticamente colpi sparati” ha dichiarato.

(2 gen 19) BABAYAN: SITUAZIONE STABILE  – Il portavoce del presidente della repubblica, Davit Babayn, ha dichiarato che la situazione lungo la linea di contatto tra Artsakh e Azerbaigian è stabile. «Ci sono alcuni colpi. Possiamo dire che la situazione è stabile. Come sapete, siamo doppiamente vigili durante le festività natalizie e l’Esercito della Difesa continua a tenere sotto controllo la situazione» ha detto.

(1 gen 19) NOTTE TRANQUILLA SULLA LINEA DI CONTATTO – Il ministero della Difesa informa che la notte di capodanno è trascorsa tranquilla sulla linea di contatto senza violazioni del cessate-il-fuoco.

(1 gen 19) ALIYEV: “SERI PASSI” MA CONTINUA LA RETORICA DI GUERRA – Nel suo messaggio di fine anno il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ha testualmente affermato che «l’Azerbaigian ha fatto passi molto seri per risolvere questo conflitto nel 2018» . Non è dato sapere però quali siano stati questi passi giacché nel prosieguo del suo discorso ha sciorinato la solita retorica bellica aggiungendo che «penso che il nostro forte potenziale militare sia un fattore chiave per la risoluzione del conflitto. Negli ultimi anni abbiamo potenziato in modo significativo il nostro potere militare. Oggi l’esercito azerbaigiano è tra gli eserciti più forti del mondo. La parata militare di quest’anno nel nostro paese mostra la nostra forza, il grande potenziale del forte esercito. L’esercito azero ha le armi e le attrezzature più moderne, un potenziale di combattimento molto alto, e lo abbiamo dimostrato anche quest’anno»

(1 gen 19) MESSAGGIO DI CAPODANNO DEL PRESIDENTE – «Cari compatrioti,  rispettati cittadini della Repubblica di Artsakh, mentre l’anno in corso finisce, entreremo nel nuovo anno del 2019. Naturalmente, ognuno di noi è sopraffatto dai sentimenti di eccitazione, di aspettative di novità e varietà. Le vacanze di Capodanno e Natale ci portano nel mondo della nostra infanzia, dove regnavano l’amore e il calore, la cura e l’ottimismo insieme alla speranza e alla fede profondamente radicate nella vera magia e nella realizzazione di tutti i nostri amati sogni e desideri.
In fondo, tutti desideriamo che i nostri familiari, parenti e amici siano in buona salute e felici, cerchiamo la pace sulla Terra e lo sviluppo sostenibile della nostra Patria. Allo stesso tempo, elaboriamo nuove politiche da mettere in campo nel prossimo anno, cementando ulteriormente la nostra statualità, migliorando le nostre capacità di difesa e sicurezza, aumentando l’economia, migliorando le condizioni di vita delle persone, aumentando lo standard di vita della popolazione. Insieme, uniti e con gli sforzi congiunti, realizzeremo tutti i progetti previsti, risolviamo i problemi dell’importanza pan-armena e celebriamo nuove vittorie, mantenendo inalterata la trinità Armenia-Artsakh-Diaspora.
Il principale garante del nostro successo è, in primo luogo, il nostro eroico esercito, il soldato armeno che è in piedi per la difesa della Patria. Come sempre, l’edificio dell’esercito sarà in prima linea anche nel prossimo anno. Non risparmieremo alcuno sforzo per mantenere la capacità operativa dell’esercito di difesa al più alto livello e migliorare la cooperazione tra i due stati armeni in questa sfera e in tutte le altre aree. In questo giorno di festa, vorrei congratularmi innanzitutto con il personale delle forze armate, auguro loro un servizio di successo e sicuro. Permettetemi di congratularmi con i nostri veterani, ricordate tutti quelli che non sono con noi fisicamente. Possa Dio dare riposo alle anime di tutti i martiri! 
Ho il piacere di congratularmi con voi, persone care di Artsakh, gli armeni diffusi nel mondo, le nostre sorelle e fratelli in Madre Armenia e nella Diaspora. Che l’anno 2019 sia quello di pace, vittorie, nuovi successi e risultati per la nostra Patria. Vi auguro salute, felicità e tutto il meglio.
Felice anno nuovo e buon Natale!»

(1 GEN 18) BUON ANNO ARTSAKH!Dalla redazione di karabakh.it i migliori auguri di buon anno alla repubblica del Nagorno Karabakh- Artsakh e a tutti i nostri lettori

Dicembre 2018

(29 dic 18)  COMANDANTE ESERCITO SU 2018 – Il generale Karen Abrahamyan, Comandante dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, ha fatto il punto delle attività svolte nell’anno in conclusione. «Nell’anno in uscita, è stata prestata particolare attenzione a una serie di misure volte a rafforzare la linea del fronte. Sono state prese misure per organizzare in modo efficace i compiti di combattimento, migliorare la sicurezza, stabilire e puntare l’uso di sistemi di sorveglianza, migliorare strade, ingegneria e infrastrutture», si legge nella dichiarazione. Abrahamyan ha indicato l’adattamento della gestione dell’esercito alle moderne esigenze militari. A tal fine, sono stati effettuati vari tipi di esercizi teorici e pratici con l’uso di armi speciali. Durante l’anno, un’attenzione particolare è stata rivolta all’educazione morale e psicologica e all’aumento del livello di disciplina militare tra il personale, ha aggiunto. «Uno degli importanti risultati dell’esercito è il miglioramento delle condizioni sociali dei militari e delle loro famiglie. Centinaia di soldati hanno ricevuto appartamenti, accesso a vari programmi sociali», ha sottolineato.

(28 dic 18) INCONTRO SAHAKYAN E PASHINYAN – A Yerevan, in serata, si sono incontrati il presidente della repubblica di Artsakh e il Primo ministro in carica dell’Armenia.

(27 dic 18) SCONTRO A FUOCO TRA AZERI – Militari armeni dell’Esercito di difesa dell’Artsakh sono stati testimoni oculari di uno scontro a fuoco tra militari azeri oltre la linea di difesa dell’Azerbaigian. Al termine dello scontro un corpo a terra è stato trascinato via. Scontri del genere non sono infrequenti fra le fila dei soldati azeri.

(27 dic 18) CRESCITA ECONOMICA A DUE CIFRE NEL 2018 – Nella tradizionale conferenza stampa di fine anno, il Ministro di Stato Grigori Martirosyan ha annunciato che, secondo i primi dati disponibili, ci si aspetta per il 2018 una crescita del PIL a due cifre. Nei primi nove mesi dell’anno si è già attestata al 12,2% rispetto all’anno precedente. In particolare si registra un incremento nella produzione industriale (+31%) e nella produzione di energia (+18%); per questo settore, si prevede il prossimo anno un ulteriore incremento dal momento che sono in esecuzione i lavori per la realizzazione di ben 16 piccole centrali idroelettriche  che garantiranno un ulteriore aumento della produzione.

(22 dic 18) RELATIVA CALMA SULLA LINEA DI CONTATTO – Nell’ultima settimana, dal 16 al 22 dicembre, sono state rilevate solo 200 violazioni azere del cessate il fuoco lungo la linea di contatto con circa 2000 colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene di difesa. Si conferma la relativa calma delle ultime settimane.

(21 dic 18) HARUTYUNYAN SMENTISCE VOCI SU CONCESSIONI – Il leader del partito “Libera patria” e già Primo ministro e Ministro di Stato, ha smentito le voci su un suo recente incontro con l’ex presidente dell’Armenia Levon ter- Petrosyan. Riferendosi alle accuse sui cosiddetti “territori circostanti”, ha osservato che per lungo tempo ha esitato a rispondere a quella assurdità o no, dal momento che ha annunciato pubblicamente la sua posizione sull’insediamento del conflitto Artsakh quando era ancora il Primo Ministro della Repubblica di Artsakh, anche nei tempi in cui tale approccio non era “alla moda” e poche persone osavano parlarne. Per dimostrare le sue parole, Haroutyunyan ha ripubblicato il suo annuncio sui “Principi di Madrid” durante una conferenza stampa online di Facebook nel 2014. Arayik Haroutyunayn ha anche osservato che «senza il consenso del popolo armeno, in particolare di tutti i nostri compatrioti che vivono ad Artsakh e in Patria, la soluzione definitiva del problema del Nagorno Karabakh è impossibile».

(21 dic 18) ARTSAKH ENERGO –  il presidente della Repubblica di Artsakh Bako Sahakyan ha ricevuto un gruppo di dipendenti della compagnia “Artsakh Energo” alla testa del suo direttore esecutivo Andranik Khachatryan, per discutere una serie di questioni sull’attività dell’azienda, i problemi esistenti e i programmi in corso di realizzazione

(20 dic 18) SAHAKYAN: PIU’ RISORSE PER LE FORZE ARMATE – Nel corso del suo intervento per la discussione sul bilancio il presidente ha anche toccato il tema delle risorse destinate alle forze armate sottolineando che «da ora in avanti sarà fatto tutto il possibile per aumentare costantemente la prontezza al combattimento dell’esercito, dotare le forze armate di armamenti contemporanei, rafforzare e modernizzare il sistema di protezione civile, risolvere i problemi sociali di militari, veterani e disabili».

(20 dic 18) ASSEMBLEA NAZIONALE RIUNITA – Al via i lavori per la discussione della legge di bilancio 2019. Presente il Presidente della repubblica e le massime autorità dello Stato. Sahakyan nel presentare il provvedimento ha tra l’altro affermato che «il budget riflette i principi fondamentali dello sviluppo economico del nostro Paese basato su una economia in via di sviluppo dinamica e proporzionale, finalizzato a garantire  un alto livello di integrazione economica inter-armena e a preservare le caratteristiche più importanti dello stato sociale».

(19 dic 18) PASHINYAN: NESSUNA NOVITA’ SU NK – Il leader armeno ha smentito la dichiarazione del ministro degli Esteri azero, Mammadyarov, secondo il quale nel corso dell’incontro dell’Osce a Milano sarebbe stato raggiunto un accordo negoziale. L’agenzia azera “Trend” aveva riportato le parole del ministro che parlava del raggiungimento di  «un punto di incontro» con la controparte armena.

(19 dic 18) STEPANAKERT COMMENTA LE DICHIARAZIONI AZERE – Il portavoce del presidente della repubblica dell’Artsakh, Davit Babayan,commentando le parole del ministro azero Mammadyarov, ha dichiarato che forse l’Azerbaigian si sta rendendo conto che per il raggiungimento di un accordo di pace è necessaria la partecipazione al tavolo negoziale anche dell’autorità di Stepanakert.

(19 dic 18) MAMMADYAROV: COMPRENSIONE RECIPROCA – Commentando l’incontro del 6 dicmebre con il collega armeno Zohrab Mnatsakanyan a Milano, il ministro degli Esteri azero Elmar Mammadyarov ha anche sottolineato la necessità un impegno reciproco a cercare dei modi per raggiungere un risultato finale. «Penso che durante l’incontro con il mio omologo armeno a Milano, abbiamo raggiunto una comprensione reciproca per la prima volta in assoluto, qualcosa che non siamo riusciti a gestire per così tanto tempo. Cercheremo modi per risolvere questo conflitto»  ha tra l’altro dichiarato.

(17 dic 18) STABILI LE CONDIZIONI DEL FERITO – E’ un diciannovenne, Rafik Vahanyan, il militare ricoverato per una lesione di arma da fuoco a un occhio. Il ministero della Difesa comunica che il ferimento è avvenuto alle ore 15,50 locali di domenica 16 in una postazione difensiva dell’esercito. E’ in corso un’indagine per capire la dinamica del fatto.

(17 dic 18) GRAVEMENTE FERITO SOLDATO ARMENO – Un militare dell’Esercito di difesa è stato trasportato all’ospedale militare di Stepanakert per una ferita di arma da fuoco ad un occhio. Al momento non è stato reso noto il nome del milite che versa in condizioni critiche, né le modalità dell’accaduto.

(14 dic 18) IMPORT-EXPORT A NOVEMBRE – Il Ministero delle Finanze ha reso noto che nel mese di novembre le importazioni di prodotti in Artsakh sono cresciute del 22,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le  esportazioni sono cresciute del 17,5% a confronto con novembre 22017. Interessante è il dato che riguarda la via preferita per il traffico delle merci: il nuovo collegamento settentrionale per Vardenis attraverso il passo Sodk è utilizzato per la quasi totalità delle esportazioni. Per le importazioni il collegamento registra un volume di traffico più che doppio rispetto a quello tradizionale via Goris.

(14 dic 18) MNATSAKANYAN RESPONSABILE PROTEZIONE CIVILE – Il gen. Levon Mnatsakanyan, già ministro della Difesa, è stato nominato nuovo Capo del Servizio Emergenze (Protezione civile) dello Stato.  Subentra a Karen Sargsyan nominato rappresentante del Presidente della repubblica.

(14 dic 18) NUOVO MINISTRO DELLA DIFESA – Cambio della guardia al Ministero della Difesa e al vertice delle forze armate della repubblica di Artsakh. Il generale Karen Ahabramyan è stato nominato ufficialmente nel ruolo fino ad oggi ricoperto da Levon Mnatsakanyan. Abrahamyan ricopriva il ruolo di Primo vice comandante dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, ruolo ora ricoperto dal colonnello Jalal Haroutyunyan.

(10 dic 18) SAHAKYAN SI CONGRATULA CON PASHINYAN – Il presidente della repubblica di Artsakh ha inviato un messaggio di congratulazioni a Nikol Pashinyan dopo il suo successo alle elezioni politiche in Armenia: «Caro signor Pashinyan, a nome del popolo, delle autorità della Repubblica di Artsakh e mio personale mi congratulo con Lei per la convincente vittoria dell’alleanza condotta da Lei nelle elezioni parlamentari dell’Armenia. Spero che la nuova Assemblea nazionale e il governo contribuiranno allo sviluppo e al rafforzamento dell’Armenia, alla preservazione dell’unità ferma Armenia-Artsakh-Diaspora e all’attuazione di programmi pan-nazionali. La soluzione dei problemi che affliggono il nostro Stato e le persone, l’ulteriore rafforzamento del sistema di difesa e sicurezza, l’assicurazione del programma socioeconomico, l’innalzamento degli standard di vita della popolazione sono le linee guida principali che devono essere basate sulle attività dei due stati armeni e delle loro leadership politiche. Auguro a Lei, a tutte le nostre sorelle e fratelli dell’Armenia, pace, buona salute, successo e vittorie per la gloria della nostra patria e della gente».

(7 dic 18) L’ARTSAKH RICORDA SPITAK – L’Artsakh ha reso omaggio alle vittime del terremoto del 1988 nel trentesimo anniversario della catastrofe che costò la vita ad almeno 25.000 persone. Una solenne cerimonia si è svolta al memoriale di Stepanakert, presenti le massime autorità civili e religiose dello Stato. Centinaia di cittadini hanno deposto fiori.

(6 dic 18) INCONTRO A MILANO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati oggi a Milano nell’ambito della riunione dei Paesi co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce. In tale occasione, i Paesi co-presidenti hanno accolto con favore la significativa diminuzione delle violazioni del cessate il fuoco e hanno riportato vittime a seguito della conversazione dei leader di Armenia e Azerbaigian a margine del vertice del Commonwealth degli Stati indipendenti a Dushanbe in settembre. Hanno altresì fatto appello alle parti affinché continuino ad attuare le intese raggiunte e ad adottare misure concrete per preparare le loro popolazioni alla pace. I Paesi co-presidenti hanno espresso la speranza che un intenso dialogo ad alto livello orientato ai risultati tra i leader dell’Azerbaigian e dell’Armenia per promuovere una soluzione giusta e duratura del conflitto possa riprendere nel prossimo futuro.

(6 dic 18) ENTRATE FISCALI IN AUMENTO – Nei primi undici mesi dell’anno le entrate fiscali dello Stato sono aumentate dell’1,5%. Complessivamente sono entrati oltre 48 miliardi di dram pari a circa 88 milioni di euro.

(4 dic 18) PROTEZIONE CIVILE A MARTAKERT – Il presidente della repubblica Sahakyan ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della nuova sede del Dipartimento per le emergenze (Protezione civile) a Martakert.

(4 dic 18) MONITORAGGIO OSCE SENZA INCIDENTI – Osservatori dell’Osce hanno compiuto questa mattina un’osservazione lungo la linea di contatto, settore sud orientale, all’altezza di Kuropatkino. Nel corso della stessa non sono state segnalate violazioni o alterazioni dello stato dei luoghi.

(2 dic 18) VIOLAZIONI AZERE IN CALO – Il ministro della Difesa dell’Armenia, Davit Tonoyan, ha dichiarato alla stampa che ultimamente le violazioni azere dell’accordo di cessate-il-fuoco registrano un evidente decremento. Il ministro ha altresì aggiunto che l’istituzione di una linea di comunicazione fra le due parti (che prima dialogavano solo attraverso la rappresentanza della Croce Rossa Internazionale) ha contribuito alla diminuzione della tensione lungo la linea di contatto.

(1 dic 18) NUOVO IMPIANTO A DRMBON – Il presidente della repubblica ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione di un nuovo impianto della “Base metal” situato nel villaggio di Drmbon (regione di Martakert).

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI NOVEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OTTOBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI SETTEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

Novembre 2018

(30 nov 18) GIORNATA DELLA POLIZIA – In occasione della giornata dedicata alla Polizia, il presidente Sahakyan ha inviato un messaggio sottolineando tra l’altro che «la protezione dei diritti civili e delle libertà, gli interessi umani, pubblici e statali, la prevenzione e il controllo della criminalità, la garanzia della supremazia del diritto sono parte integrante del vostro servizio, che sono tra i capisaldi del nostro processo di costruzione dello Stato».

(26 nov 18) MEDIA AZERI DIFFONDONO LETTERA DI PRIGIONIERO ARMENO – I media azeri hanno diffuso il testo di una lettera che Armen Baghdassaryan avrebbe scritto alle autorità armene. L’uomo è detenuto in Azerbaigian dal 26 dicembre 2014 allorché per cause sconosciute oltrepassò il confine. Catturato, è stato in seguito condannato a 15 anni di prigione per presunto “sabotaggio”. Secondo Stepanakert l’uomo è ostaggio degli azeri in risposta alla detenzione di due terroristi catturati in Artsakh dopo che avevano ucciso un ragazzo e un soldato.

(24 nov 18) PRESIDENTE SAHAKYAN A MOSCA – Il presidente della repubblica è giunto a Mosca per una visita di lavoro.

(23 nov 18) DELEGAZIONE TRANSNISTRIA IN ARTSAKH – Una delegazione della Transnistria (Repubblica Moldava di Pridniestrov), guidata dal vice Primo Ministro Alexey Tsurkan, è giunta in Artsakh dove è stato firmato un accordo sul commercio tra i due Paesi. Domani è previsto un incontro con il ministro degli Esteri Mayilyan.

(22 nov 18) BILANCIO DELLO STATO – In Parlamento è cominciata oggi la discussione sulla legge di bilancio dello Stato per l’esercizio 2019. I lavori sono stati introdotti dal ministro delle Finanze, Artur Harutyunyan, che si aspetta per il prossimo anno una crescita reale dell’economia all’8% con una inflazione stimata al 4%.

(21 nov 18) SAHAKYAN A LOS ANGELES – Dopo la tappa a New York il presidente Sahakyan si trova dal giorno 19  a Los Angeles dove ha incontrato i rappresentanti della folta comunità armena locale. Domani presenzierà alla raccolta fondi Telethon organizzata dal fondo Hayastan.

(17 nov 18) PRESIDENTE SAHAKYAN NEGLI STATI UNITI – Il presidente della repubblica da Parigi è volato negli Stati Uniti per un’altra visita di lavoro. Nel corso del suo soggiorno Sahakyan incontrerà politici locali e associazioni armene. Sia in Francia che in USA sono in corso gli eventi Telethon di sostegno all’Artsakh.

(15 nov 18) MENO DIVORZI E MATRIMONI– Tra gennaio e settembre sono stati registrati 153 divorzi con un calo del 7,8% rispetto allo stesso periodo del 2017. Anche i matrimoni (637) sono in diminuzione (del 5,1%) rispetto all’anno precedente.

(15 nov 18) 1738 NASCITE E DECESSI IN NOVE MESI – Nei primi nove mesi dell’anno sono state registrate 1738 nascite in Artsakh. Il dato segna una flessione dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2017. I decessi sono stati 897 (-0,3% rispetto all’anno scorso con un saldo positivo della popolazione di 841.

(14 nov 18) PRESIDENTE SAHAKYAN A PARIGI – Il presidente della repubblica è giunto a Parigi per una visita di lavoro. Nel corso del suo soggiorno Sahakyan incontrerà politici locali e associazioni armene.

(14 nov 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto è stato portato a termine oggi in corrispondenza della regione di Hadrut . Non sono state rilevate violazioni. L’osservazione dalla parte dell’Artsakh è stata seguita tra gli altri dall’amb. Andrzej Kasprzyk (rappresentante personale del presidente dell’Osce in carica).

(12 nov 18) PRESENTATO BILANCIO STATO 2019 – Il ministro delle Finanze, Artur Harutyunyan, ha presentato oggi al presidente della repubblica il progetto di bilancio dello Stato per il 2019. Secondo le previsioni le entrate per la prima volta nella storia della Repubblica saranno lievemente superiori alle uscite che ammonteranno a circa 200 milioni di euro. Il ministro ha sottolineato tra l’altro che l’aumento delle spese nel settore sociale è condizionato dall’introduzione del sistema pensionistico cumulativo in Artsakh previsto a partire dal 1 ° gennaio 2019.

(7 nov 18) SAHAKYAN RICEVE CAPO CATASTO ARMENIA – Il presidente della repubblica ha ricevuto il Capo del Catasto dell’Armenia, Sarhat Petrosyan. L’incontro è stato finalizzato a migliorare i meccanismi di cooperazione fra i due catasti; Petrosyan ha annunciato che ci saranno cambiamenti che interesseranno sia l’Armenia che l’Artsakh.

(6 nov 18) COLPITO MORTALMENTE SOLDATO – Il diciottenne Aristakes Azatyan è stato mortalmente colpito da arma da fuoco mentre si trovava in una postazione difensiva lungo la linea di contatto. Il Ministero della Difesa non ha ancora chiarito le circostanze della morte ovvero se si sia trattato di colpo di cecchino azero o incidente. Parimenti non è stata ancora precisata la località del fatto e l’ora del tragico evento.

(4 nov 18) SAHAKYAN E PASHINYAN SU LINEA DI CONTATTO – Il presidente dell’Artsakh, Sahakyan, e il Primo ministro in carica dell’Armenia, Pashinyan, si sono recati oggi in visita ad alcune postazioni difensive lungo la linea di contatto nel settore orientale sincerandosi della situazione attuale al confine con l’Azerbaigian.

(1 nov 18) PASHINYAN: SOLUZIONE NELL’INTERESSE DEL KARABAKH – Nel corso di un dibattito parlamentare, il Premier dell’Armenia Nikol Pashinyan ha risposto a un deputato che chiedeva chiarimenti riguardo una ventilata “finestra di opportunità” per la risoluzione del conflitto citata dal Consigliere per la sicurezza statunitense John Bolton. «Nessuno dovrebbe sperare che la questione del Karabakh possa essere risolta a scapito degli interessi del popolo del Karabakh e dell’Armenia. Qualsiasi soluzione del problema dovrebbe essere nell’interesse della popolazione del Karabakh e dovrebbe essere accettabile per il popolo dell’Azerbaigian» ha dichiarato il Primo Ministro armeno. «C’è un funzionario in Azerbaigian pronto a ripetere le mie parole? Se è così, possiamo discutere una finestra di opportunità, altrimenti si dovrebbe capire cosa intendono i nostri partner parlando della finestra di opportunità» ha concluso Pashinyan. In precedenza, lo stesso Pashinyan aveva già commentato la dichiarazione di Bolton che stava aspettando che dalle elezioni scaturissero dei provvedimenti decisivi e il Primo Ministro armeno ha osservato che «Bolton parla a nome suo, e John Bolton o in generale nessuno può parlare a nome mio».

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OTTOBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI SETTEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ottobre 2018

(31 ott 18) IL PARLAMENTO ELEGGE NUOVO OMBUDSMAN – All’unanimità l’Assemblea nazionale ha eletto Artak Beglaryan nuovo Difensore dei diritti umani (Ombudsman) della repubblica. Beglaryan, trenta anni, non vedente dall’età di sei anni a causo dello scoppio di una mina, si è laureato all’University College London ed è stato in passato anche Consigliere del Primo Ministro Harutyunyan.

(31 ott 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto è stato portato a termine oggi all’altezza della intersezione tra Akna (Agdam) e Hindarkh . Non sono state rilevate violazioni. L’osservazione dalla parte dell’Artsakh è stata seguita tra gli altri dall’amb. Andrzej Kasprzyk (rappresentante personale del presidente dell’Osce in carica) e dai copresidenti Visconti (Francia) e Shofer (USA).

(30 ott 18) DELEGAZIONE BELGA IN ARTSAKH – Una delegazione di parlamentari belgi, guidata dal deputato Jean Jacques Flahaux, è in Artsakh. Oggi è stata ricevuta dal ministro degli esteri Mayilyan.

(28 ott 18) LIVELLO DELLE VIOLAZIONI MOLTO BASSO – Il Ministro della Difesa dell’Armenia ha dichiarato in un’intervista che in questo periodo il livello delle violazioni lungo la linea di contatto tra Artsakh e Azerbaigian è estremamente basso.

(25 ott 18) TURISMO IN CRESCITA – Il ministro del Turismo, sport e gioventù – Lernik Hovhannisyan – nel corso di una conferenza stampa ha informato che nei primi nove mesi dell’anno sono stati 24.213 i turisti entrati in Artsakh. Il dato fa registrare un aumento del 18% rispetto allo stesso periodo del 2017. Hovhannisyan ha ricordato le recenti iniziative messe in campo per favorire la crescita dei flussi turistici (linee bus per i principali siti, corsi di gestione manageriale per strutture alberghiere e ristorazione, presentazione dell’Artsakh a fiere e manifestazioni internazionali sul turismo).

(24 ott 18) ANTONIA ARSLAN IN ARTSAKH – La scrittrice padovana è in Artsakh. Oggi, accompagnata dalla professoressa Siobhan Nash-Marshall del New York Manhattanville College, è stata ricevuta dal presidente della repubblica Bako Sahakyan. In giornata la professoressa Nash-Marshall ha presentato il suo libro “The sins of the fathers“.

(23 ott 18) FERITO SOLDATO ARMENO DA FUOCO AZERO – Poco dopo mezzanotte, il soldato Hayk Sargsyan  è stato ferito da un colpo di arma da fuoco sparato dalle linee azere. Il fatto è avvenuto in un settore su orientale della linea di contatto. Il soldato ferito è stato trasportato in ospedale a Stepanakert, le sue condizioni vengono giudicate soddisfacenti.

(22 ott 18) GEMELLAGGIO ARNOUVILLE- SHEKER – Il presidente della repubblica ha ricevuto oggi una delegazione proveniente dalla città francese di Arnouville (Francia settentrionale, circa 13.000 abitanti) che ha siglato un accordo di amicizia con il comune di Sheker (regione di Martuni).

(22 ott 18) GEMELLAGGIO SHUSHI-SAINT ETIENNE – Firmato ieri in Artsakh un accordo di amicizia tra la città francese di Saint-Etienne (175.000 abitanti, dipartimento della Loira) e la città di Shushi.

(21 ott 18) FESTA DELLA MELAGRANA  A MARTUNI – Il presidente della repubblica è intervenuto alla festa della melagrana svoltasi oggi nella città di Martuni.

(20 ott 18) DELEGAZIONE FRANCESE IN ARTSAKH – Una delegazione della città francese di Saint-Etienne (175.000 abitanti, dipartimento della Loira), guidata dal sindaco Gael Perdriau, è in Artsakh. Oggi è stata ricevuta dal presidente della repubblica Sahakyan, presente il ministro degli Esteri Mayilyan. Nel corso dell’incontro è stata anche discussa la cooperazione tra la città francese e Shushi.

(19 ott 18) SCAVI ARCHEOLOGICI IN KASHATAGH – Come riporta il giornale locale “Meran” una campagna di scavi archeologici vicino alla fortezza di Mirik ha portato alla luce i resti di una sorta di mausoleo nel quale sono stati ritrovati frammenti di ceramica e ossa animali. L’attività è solo alla prima fase essendo stata rimossa solo la terra di superficie.

(19 ott 18) IL PRESIDENTE VISITA IL NUOVO CENTRO ONCOLOGICO – Il presidente Sahakyan ha visitato oggi il nuovo centro oncologico di Stepanakert inserito nel complesso ospedaliero della capitale. Il presidente era accompagnato dal ministro della salute Arayik Baghryan. Il Centro, equipaggiato con moderne tecnologie è stato realizzato in sinergia tra Stato e fondo “Hayastan”.

(18 ott 18) SAHAKYAN VISITA POSTAZIONI DIFESA – Il presidente della repubblica Bako Sahakyan, accompagnato dal ministro della Difesa Mnatsakanyan, ha visitato alcune postazioni dell’esercito dell’Artsakh lungo la linea di contatto nel settore orientale. In giornata il presidente aveva partecipato alle cerimonie commemorative del centesimo anniversario della battaglia di Msmna nell’omonimo villaggio della regione di Martuni.

(18 ott 18) PASHINYAN: STABILITI CONTATTI DIRETTI CON GLI AZERI – Intervistato da giornalisti il Primo ministro dell’Armenia ha rilasciato dichiarazioni riguardo la situazione del Nagorno Karabakh. «In generale, posso dire che la situazione sul confine armeno-azerbaigiano e sulla linea di contatto Karabakh-Azerbaigian è senza precedenti calma e questo è il risultato dell’accordo di Dushanbe (summit CSI, NdR)» ha dichiarato alla stampa Nikol Pashinyan. Il premier ha confermato che è stata stabilita una comunicazione diretta con le autorità dell’Azerbaigian. «Come concordato con il lato azerbaigiano, è stata stabilita una comunicazione diretta affidabile» ha affermato.

(17 ott 18) AL VIA I LAVORI PER LO STADIO DI MARTAKERT – Sono cominciati i lavori di riqualificazione dello stadio di Martakert  “Vigen Shirinyan” che nel prossimo giugno ospiterà alcuni incontri del campionato europeo di calcio CONIFA. La ristrutturazione riguarderà nuovi spogliatoi, servizi, palestra e nuove poltroncine per una capienza di 3000 posti a sedere.

(16 ott 18) DICHIARAZIONI DELL’AMB. MILLS – L’ambasciatore statunitense uscente presso la repubblica di Armenia, Richard Mills, nel corso di una intervista ha dichiarato «la dura realtà è che qualsiasi accordo sul conflitto del Karabakh richiederà il ritorno di una parte “dei territori occupati”, sebbene capisca come eventi come la guerra di aprile 2016 rendano questo ancora più difficile per il popolo armeno».

(16 ott 18) VISITA DEL PRESIDENTE IN KASHATAGH – Il presidente della repubblica Sahakyan si è recato oggi in visita nella regione di Kashatagh. Nel capoluogo Berdzor ha incontrato il nuovo presidente regionale, Stepan Sargsyan, che è subentrato al dimissionario Souren Khachatryan. In giornata Sahakyan ha visitato l’ospedale regionale e si è informato sullo stato dei lavori di costruzione del nuovo nosocomio; si è altresì recato anche presso la costruenda centrale idroelettrica sul fiume Harari.

(16 ott 18) CORSI DI GESTIONE ALBERGHIERA – Dal 18 al 21 ottobre, presso il Centro culturale di Karvachar (Shahumian) il ministero del turismo organizza corsi di gestione dell’impresa alberghiera. Fra gli argomenti trattati anche ristorazione e marketing.

(15 ott 18) RIUNIONE PROGRAMMAZIONE EDILIZIA – Il ministro dello Stato di Artsakh Grigory Martirosyan ha ricevuto un gruppo di azionisti della società di investimento Artsakh Roots Investment (ARI). Come ha osservato Martirosyan, i lavori preparatori nell’ambito degli accordi esistenti sull’espansione dei programmi edilizi sono nella fase finale. Presto  sarà presentato con stime di progetto definitivo per la costruzione di 20 appartamenti in Aghavno insediamento della regione di Kashatagh e 50 appartamenti a Karvachar.

(15 ott 18) CONGRESSISTI FRANCOFONI IN ARTSAKH – Un gruppo di partecipanti al summit della francofonia, tenutosi a Yerevan la scorsa settimana, è in visita in Artsakh.

(15 ott 18) FIRST LADY ARMENIA IN ARTSAKH – Il presidente dell’Armenia Sarkissian è accompagnato nella sua visita in Artsakh dalla moglie Nouneh la quale questa mattina ha visitato la scuola N1 ‘Abovyan’ di Stepanakert intrattenendosi con gli studenti e assistendo a una loro rappresentazione teatrale. La signora Sarkissian ha dichiarato di non essere mai stata prima di ora in Artsakh che ha elogiato come “Paese meraviglioso”.

(15 ott 18) VISITA UFFICIALE DI SARKISSIAN – Comincia oggi la visita ufficiale in Artsakh del presidente dell’Armenia Sarkissian che oggi ha avuto una riunione con il collega Sahakyan. Sarkissian ha anche visitato il museo di Belle Arti di Shushi.

(14 ott 18) ANCHE PRESIDENTE ARMENO SARKISSIAN A STEPANAKERT – Anche il presidente dell’Armenia, Armen Sarkissian, non ha voluto mancare di vistare la fiera dell’agricoltura di Stepanakert. Privatamente il presidente ha visitato anche alcuni siti turistici dell’Artsakh.

(14 ott 18) GIORNATA DEGLI AGRICOLTORI – In occasione della giornata dedicata agli agricoltori è stato allestito nella piazza della Rinascita a Stepanakert un grande mercato con mille stand dei produttori (erano 850 lo scorso anno). Anche il presidente della repubblica Sahakyan e l’arcivescovo Martirosyan hanno visitato la fiera. Da segnalare che la comunità di Nor Seysulan ha introdotto con successo la produzione di kiwi.

(13 ott 18) DEPUTATO EUROPEO IN ARTSAKH – Il deputato del Parlamento europeo, Jaromir Stetina, della repubblica ceca, è in visita in Artsakh. nel corso del suo soggiorno a Stepanakert ha incontrato il presidente della repubblica Sahakyan e il ministro degli esteri Mayilyan.

(10 ott 18) EUROPEI CONIFA – Prima riunione di lavoro per organizzare al meglio i prossimi campionati europei di calcio CONIFA (Confederazione delle associazioni indipendenti di calcio) in programma in Artsakh dal 4 al 15 giugno 2019. Il gruppo di lavoro guidato dal Ministro di Stato Martirosyan sta verificando la disponibilità dei campi oltre a quello nazionale di Stepanakert nonché gli aspetti logistici legati alla manifestazione che richiamerà decine di atleti provenienti da varie regioni europee. In Italia sono presenti due squadre, la Padania e la Sardegna (quest’ultima appena entrata a far parte della Confederazione).

(10 ott 18) MONITORAGGIO OSCE OSTACOLATO DAGLI AZERI – La prevista osservazione lungo la linea di contatto fra Artsakh e Azerbaigian all’altezza dell’insediamento di Gyulistan non ha evidenziato violazioni del cessate-il-fuoco. Tuttavia, come già accaduto altre volte in passato, le autorità azere si sono rifiutate di accompagnare la delegazione Osce sin sulla linea di contatto e i funzionari hanno dovuto svolgere il monitoraggio da posizioni più arretrate. Ancora una volta l’Azerbaigian ostacola il processo di pace.

(8 ott 18) SAHAKYAN LUNGO LINEA DI CONTATTO -Il presidente della repubblica di Artsakh, Bako Sahakyan, ha visitato numerose postazioni dell’Esercito di difesa in diverse sezioni della linea di contatto. Era accompagnato dal ministro della Difesa Levon Mnatsakanyan.

(6 ott 18) AL VIA “ART SAKH FESTIVAL” – Con una performance del celebre gruppo “The Armenian Navy Band” guidato da Arto Tunçboyaciyan ha preso il via “ARTsakh Festival” con la partecipazione di oltre quaranta artisti provenienti da diversi Paesi. Il festival è dedicato anche alla promozione del restauro del teatro drammatico di Stepanakert i cui ambienti ospitano una parte delle esposizioni artistiche.

(3 ott 18) AZNAVOUR: LUTTO NAZIONALE IL 6 OTTOBRE – Il governo ha decretato una giornata di lutto nazionale in Artsakh per il 5 ottobre in concomitanza con i funerali dell’artista che si terranno a Parigi.

(2 ott 18) CERIMONIA DI COMMEMORAZIONE PER AZNAVOUR – Presso la Casa della cultura di Stepanakert a lui intitolata si svolgerà questa sera una cerimonia commemorativa in ricordo di Charles Aznavour. La Casa della cultura fu inaugurata nel 2009 proprio dal cantante stesso in occasione della sua visita in Artsakh.

(2 ott 18) CONDOGLIANZE DI SAHAKYAN PER AZNAVOUR – Il presidente della repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh, Bako Sahakyan, ha rivolto un messaggio di condoglianze per la morte del celeberrimo artista franco armeno: «Ho appreso con profondo dolore la morte di Charles Aznavour, illustre armeno, eminente cantante francese di origini armene, compositore, cantautore, attore e personaggio pubblico,  Eroe nazione di Armenia. La dipartita del chansonnier di fama mondiale è una grande perdita per il nostro popolo. Aznavour stava facendo conoscere l’Armenia e gli armeni in tutto il mondo con le sue opere d’arte immortali. È sempre stato vicino ala natìa gente nei suoi momenti più fatali, senza lesinare sforzi per dare il suo indispensabile contributo alla soluzione dei problemi nazionali. A nome del popolo dell’Artsakh, delle autorità e a nome mio, trasmetto un sentito messaggio di condoglianze e sostegno alla famiglia e agli amici del defunto, a tutto il nostro popolo, agli ammiratori del suo talento ineguagliato. Il nome di Charles Aznavour era inciso in oro nella storia dell’arte della canzone mondiale e in quella della nazione armena. E il suo benedetto ricordo vivrà per sempre nei nostri cuori».

(1 ott 18) CORDOGLIO IN ARTSAKH PER LA MORTE DI AZNAVOUR – La notizia della scomparsa del famosissimo cantante franco armeno è stata accolta con sgomento e commozione anche in tutto l’Artsakh.

(1 ott 18) MUORE SOLDATO PER COLPO DI ARMA DA FUOCO – Il ministero della Difesa ha annunciato la morte del soldato ventunenne Gevorg Haroyan, rimasto ferito da colpo di arma da fuoco intorno alle ore 10,50 locali e successivamente deceduto in ospedale alle ore 15 locali. Non è stata ancora chiarita la dinamica dell’incidente.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI SETTEMBRE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Settembre 2018

(29 set 18) MESSAGGIO AL PRESIDENTE DELL’ABKHAZIA – Il presidente della repubblica di Artsakh, Bako Sahakyan, ha inviato un messaggio di felicitazioni al collega  Raul Khadjimba, presidente dell’Abkhazia, in occasione della festa nazionale del Paese.

(28 set 18) INCONTRO PASHINYAN – ALIYEV – Il Primo ministro dell’Armenia e il presidente dell’Azerbaigian hanno avuto un incontro a Dushambe (Tagikistan) a margine dei lavori dei Paesi CSI (Comunità Stati Indipendenti). Secondo quanto riportato dal premier armeno in un live su Facebook, le parti avrebbero raggiunto un accordo per allentare la tensione lungo la linea di contatto e prevenire incidenti. Pashinyan ha anche aggiunto che il presidente dell’Artsakh, Sahakyan, è stato informato circa i contenuti del colloquio. Pashinyan e Aliyev si erano già informalmente incontrati nel mese di giugno a Mosca, a margine della cerimonia di apertura dei campionati del mondo di calcio.

(27 set 18) DELEGAZIONE EUROPARLAMENTARE CIPRIOTA – Un gruppo di europarlamentari ciprioti si trova in visita in Artsakh dove oggi ha incontrato il presidente dell’Assemblea nazionale Ashot Ghulyan.

(27 set 18) DELEGAZIONE POLACCA – Una delegazione del distretto polacco di Wlomin (voivodato della Masovia, circa 200.000 abitanti), guidata dal presidente regionale Kazimierz Rakowski è in visita in Artsakh. Oggi vi è stato un incontro con il presidente della repubblica Sahakyan alla presenza anche del ministro degli Esteri Mayilyan e del ministro di Stato Martirosyan nonché dell’ambasciatore di Armenia in Polonia,

(27 set 18) BABAYAN: PROVOCAZIONI AZERE SONO VANE – Il portavoce presidenziale Davit Babayan ha commentato le recenti esercitazioni delle forze armate azere che si sono svolte dal 17 al 22 settembre e che hanno interessato circa 20.000 uomini, 200 carri armati e 120 pezzi di artiglieria. Come già accaduto in passato l’Azerbaigian non ha ancora riportato le truppe alle posizioni iniziali lasciandole prossime alla linea di contatto. Per Babayan si tratta di un vano tentativo di impaurire le forze di sicurezza armene che monitorano costantemente la situazione.

(26 set 18) COLPITO ALTRO SOLDATO ARMENO – Il ministero della Difesa comunica che il soldato diciannovenne Aghasi Mkrtchyan è deceduto intorno alle ore venti locali mentre si trovava in una postazione lungo il settore settentrionale della linea di contatto. Non sono state ancora chiarite le circostanze del tragico fatto. Il presidente della repubblica Sahakyan ha conferito la onorificenza postuma “Per servizio, in battaglia”  al giovane caduto. Si tratta del terzo soldato armeno mortalmente colpito nel mese di settembre dagli azeri.

(26 set 18) CONCLUSO INCONTRO MINISTRI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati oggi a New York. La riunione è stata inizialmente allargata ai co-presidenti del Gruppo di Minsk e al rappresentante speciale del presidente dell’Osce in carica. Successivamente i due hanno avuto un incontro separato.

(26 set 18) INCONTRO MINISTRI DEGLI ESTERI – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si incontrano oggi a New York nell’ambito dei lavori della 73^ sessione dell’Assemblea generale dell’ONU. Sempre in tale cornice il ministro armeno ha avuto un incontro con i co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce (lo statunitense Shofer, il francese Visconti e il russo Popov) ai quali ha manifestato la preoccupazione per le recenti aggressioni azere lungo la linea di contatto con l’Artsakh e con l’Armenia e che hanno determinato la morte di due soldati (uno in Armenia e uno in Artsakh).

(26 set 18) INTERVENTO ALL’ONU DI PASHINYAN – Il Primo ministro dell’Armenia, Nikol Pashynian, è intervenuto all’ONU nel corso dei lavori della 73^ sessione dell’Assemblea generale. Nel corso del suo intervento ha ribadito la necessità che il Nagorno Karabakh-Artsakh divenga attore nelle trattative negoziali e ha duramente accusato la politica dell’Azerbaigian mirata a una soluzione bellica e alla pulizia etnica della regione.

(26 set 18) SI DIMETTE OMBUDSMAN – Ruben Melikyan, difensore dei diritti umani (ombudsman) della repubblica di Artsakh, ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico all’indomani della presentazione del rapporto speciale sull’armenofobia azera e sulle gravi violazioni avvenute durante l’aggressione delle forze dell’Azerbaigian nell’aprile 2016. Con un post su Facebook Melikyan ha informato della sua decisione ritenendo esaurito il mandato di accertamento a suo tempo conferitogli.

(25 set 18) ESERCITAZIONI MILITARI IN ARTSAKH – In corso da oggi e fino a venerdì esercitazioni militari aeree nella repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh finalizzate al miglioramento della formazione dei piloti degli elicotteri. Alle proteste dell’Azerbaigian il governo di Stepanakert ha avvertito che ogni provocazione di Baku avrà adeguata risposta.

(25 set 18) DELEGAZIONE DI ALFORTVILLE IN ARTSAKH – Una delegazione del comune francese di Alfortville (44.000 abitanti nella valle della Mrna, Ile de France) è giunta in Artsakh e oggi ha incontrato il ministro degli Esteri Mayilyan. Alfortville è gemellata con la cittadina di Berdzor.

(23 set 18) ONORIFICENZA POSTUMA AL CADUTO – Il presidente della repubblica Sahakyan ha conferito l’onorificenza postuma “Per servizio, in battaglia” ad Artsakh Hovsepyan, mortalmente colpito ieri da un cecchino azero.

(22 set 18)   COLPITO A MORTE SOLDATO ARMENO – Dopo un lungo periodo di relativa calma tornano a colpire i cecchini azeri lungo la linea di contatto. Nel pomeriggio nel settore orientale della stessa è caduto il soldato Artsakh Hovsepyan. Il Ministero della Difesa non ha diffuso al momento ulteriori dettagli sul fatto.

(22 set 18) FESTEGGIATA STEPANAKERT – La “Giornata di Stepanakert” è stata festeggiata con cerimonie ufficiali ed eventi. Nel 95° anniversario dell’attuale denominazione della città corone di fiori sono state deposte al monumento dedicato al patriota Stepan Shahumian. Nell’omonimo parco cittadino  al centro della città e in piazza della rinascita sono stati organizzati stand espositivi con vendita di prodotti artigianali nonché concorsi fotografici (“La Stepanakert che vorrei”) e di pittura per grandi e piccini. Una bella giornata di sole ha fatto da cornice alle manifestazioni.

(21 set 18) COLPITO SOLDATO ARMENO – Il soldato Haykaz Matevosyan (38 anni) è stato mortalmente colpito oggi dagli azeri mentre si trovava in una postazione dell’Esercito di difesa. Il fatto è accaduto lungo il settore nord orientale della linea di contatto.

(21 set 18) SAHAKYAN IN ARMENIA – il Presidente della repubblica Bako Sahakyan è in Armenia, a Yerevan, dove prende parte alle manifestazioni per il 27° anniversario dell’indipendenza. Tra gli appuntamenti in programma, la visita al “Centro di riabilitazione dei difensori della Patria” e al Pantheon di Yerablour. Sahakyan ha altresì fatto pervenire al premier Pashinyan un messaggio di felicitazioni per la ricorrenza.

(20 set 18) GRAVEMENTE FERITO SOLDATO – Il ventenne Artur Gevorgyan è rimasto gravemente ferito a causa dello scoppio di una mina in località Mataghis (regione di Martakert). Sottoposto a intervento chirurgico, ha subito l’amputazione di una gamba mentre un intervento chirurgico è previsto anche sul secondo arto. L’ordigno è presumibilmente un residuato dell’incursione azera (con relativo bombardamento) dell’aprile 2016.

(18 set 18) PROSEGUE LA RACCOLTA DELL’UVA – Il Ministero dell’Agricoltura informa che alla data odierna sono stati raccolti 163,3 ettari su 1360,3 di vigneto e conferma la buona qualità e resa dell’uva.

(17 set 18) IMPORT EXPORT AD AGOSTO – Nel mese di agosto si è registrato un incremento del 6,1% di merci importate rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Per quanto riguarda le esportazioni la crescita è stata pari al 3,1%.

(17 set 18) GIORNATA DELL’EDUCAZIONE FISICA – Celebrata l’ottava edizione della Giornata dell’Educazione fisica con iniziative sportive dedicate soprattutto ai ragazzi e coordinate dal ministero dell’Educazione, sport e gioventù. A Stepanakert circa centocinquanta giovani studenti hanno partecipato a una passeggiata in bicicletta per le vie della città. Contest di lotta e arti marziali si sono svolti in diverse sedi.

(17 set 18) VISITA DI MNATSAKANYAN – Il ministro degli Esteri dell’Armenia, Zohrab Mnatsakanyan, è in visita nella repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh). Nella giornata odierna ha incontrato il collega Masis Mayilyan e il presidente della repubblica Bako Sahakyan.

(16 set 18) ATLETICA LEGGERA A STEPANAKERT – Lo stadio “Stephan Shahumian” della capitale ha ospitato questa mattina un  meeting di atletica leggera che ha visto partecipare atleti dell’Artsakh e dell’Armenia. Fra questi Alexander Donikyan, centometrista, il più veloce armeno di sempre, che si è agevolmente imposto sulla distanza breve con il tempo di 10,55. Un folto pubblico ha assistito alla manifestazione.

(15 set 18) FESTIVAL DEL VINO A TOGH – Migliaia di visitatori, compresi molti turisti, stanno affollando la cittadina di Togh (regione di Hadrut nel sud della repubblica) in occasione della quinta edizione della manifestazione. Degustazioni di vino, stand promozionali, gastronomia, musica e danze caratterizzano l’evento che si sviluppa nell’area circostante il palazzo del Melik. Il presidente della repubblica Sahakyan e altre autorità ha visitato gli stand.

(14 set 18) AL VIA 3° FORUM GIOVENTU’ – Sono iniziati a Stepanakert i lavori della terza edizione dal titolo “Passato , presente e futuro della statualità armena”. Presenti delegati provenienti anche da Armenia, Stati Uniti, Polonia, Germania, Russia e Bielorussia. I lavori sono stati aperti da Avetik Harutyunyan, fondatore dell’Unione dei giovani  scienziati dell’Artsakh. Hanno partecipato anche il Ministro di Stato Grigoryan e il ministro dell’Educazione e della Scienza Aghabalyan.

(13 set 18) DELEGAZIONE UNIVERSITA’ DI LIPSIA A STEPANAKERT – Una delegazione dell’università tedesca di Lipsia, guidata da Stephan Troebst responsabile del dipartimento di storia e cultura dell’Europa orientale, è giunta nella repubblica. Nel corso della visita è stato organizzato nell’università di Artsakh una conferenza con gli studenti e i professori alla quale ha partecipato tra gli altri anche il rettore Manush Minasyan. La delegazione tedesca ha avuto anche un incontro con il ministro degli esteri Mayilyan.

(13 set 18) DELEGAZIONE DELLA CALIFORNIA IN ARTSAKH – Una delegazione proveniente dalla California è in Artsakh dove ha già incontrato il presidente della repubblica, il ministro degli Esteri e il ministro di Stato. Del gruppo fanno parte il sen. Portantino e il sindaco della città di Glendale, Synanyan, che ha annunciato tra l’altro l’intitolazione di una strada dedicata all’Artsakh.

(13 set 18) SAHAKYAN A TALISH – il Presidente della repubblica si è recato nel villaggio di Talish (Martakert) per un incontro con le autorità locali e la cittadinanza e la verifica del processo di ricostruzione dopo i bombardamenti azeri di due anni fa.

(12 set 18) AL VIA NUOVA CAMPAGNA DI VACCINAZIONI – Adulti e bambini devono essere vaccinati ed è stato implementato dal governo il programma per dodici malattie infettive. I residenti a Stepanakert potranno essere vaccinati al policlinico della capitale, gli altri cittadini negli ospedali dei capoluoghi regionali. La vaccinazione è ovviamente gratuita. Gli adulti di 26,36,46, e 56 anni saranno soggetti a vaccinazioni contro difterite e tetano.

(12 set 18) MONITORAGGIO LINEA DI CONTATTO – Una ricognizione lungo la linea di contatto all’altezza di Akna (Agdam) è stata conclusa nella giornata odierna da delegazioni Osce. Il monitoraggio non ha evidenziato violazioni dell’accordo di cessate il fuoco.

(11 set 18) KASPRZYK IN ARTSAKH – L’ambasciatore Andrzej Kasprzyk, Rappresentante personale del Presidente dell’Osce in carica, è a Stepanakert. In giornata ha incontrato il ministro degli Affari Esteri Mayilyan e il presidente Sahakyan con i quali ha discusso della situazione lungo la linea di contatto. Nella giornata di domani, l’Osce condurrà un monitoraggio all’altezza di Akna.

(10 set 18) BARONESSA COX A STEPANAKERT -La baronessa Caroline Cox, membro della britannica House of Lords, è in Artsakh. A Stepanakert ha incontrato il ministro degli Esteri Mayilyan che le ha donato una medaglia commemorativa coniata nel 25° anniversario dell’istituzione del ministero.

(8 set 18) PASHINYAN: L’ARTSAKH PARTE DELL’ARMENIA – «Immagino che l’Artsakh faccia parte dell’Armenia» ha detto il Primo Ministro armeno Nikol Pashinyan durante un suo incontro con gli uomini d’affari armeni a Mosca riferendosi alla risoluzione del conflitto del Nagorno-Karabakh. «Chiedono se l’Armenia è pronta a fare concessioni reciproche sulla questione Artsakh; io penso che sia necessario chiedere all’Azerbaigian se sono pronti a scendere a compromessi. Poiché l’Azerbaigian minaccia costantemente l’Artsakh e l’Armenia, sarà arduo dire che l’Armenia è pronta per i compromessi; non lo faremo mai, nessuno può parlare con l’Armenia utilizzando un linguaggio di minacce, non lo permetteremo» ha affermato.

(5 set 18) CROCE ROSSA VISITA DETENUTI DELLE PARTI – Una delegazione della Croce Rossa Internazionale ha visitato cittadini armeni e azeri che a vario titolo sono detenuti o trattenuti dalla parte avversaria. Scopo dell’ispezione è la verifica delle condizioni di detenzione, della salute dei soggetti e della possibilità che gli stessi hanno di corrispondere con le proprie famiglie.

(4 set 18) MINISTRO DI STATO VISITA POLIZIA – Il ministro di Stato Grigory Martirosyan ha fatto visita oggi alla sede della Polizia di Stato a Stepanakert. Nel corso dell’incontro con i dipendenti e i responsabili del dipartimento, Martirosyan ha verificato i miglioramenti dei processi lavorativi anche dal punto di vista informatico e l’impegno della struttura a garantire la massima trasparenza possibile ai cittadini.

(3 set 18) SUICIDA SOLDATO ARMENO – Il ministero della Difesa informa che il trentaduenne soldato Vanik Gevorgyan si è tolto la vita ieri sera intorno alle ore 21. E’ stata aperta un’inchiesta, sconosciute le cause del tragico gesto avvenuto in una postazione del settore settentrionale della linea di contatto.

(2 set 18) PASHINYAN: IL POPOLO HA FATTO LA SUA SCELTA – Il primo ministro dell’Armenia ha rivolto un messaggio all’Artsakh nel 27° anniversario dell’indipendenza: «Il popolo dell’Artsakh ha fatto la sua scelta – proclamando l’indipendenza – in una situazione storica molto complicata» si legge in particolare nel messaggio. «Negli ultimi 27 anni, il popolo del Nagorno Karabakh ha attraversato guerre, distruzioni, perdite umane e molte altre gravi difficoltà. Ma nonostante tutto ciò, fu fondata la Repubblica di Artsakh. Spalla a spalla con l’Armenia e la diaspora [armena], l’Artsakh oggi continua a vivere e svilupparsi. L’Armenia, l’Artsakh e la diaspora sono più forti oggi perché sono più uniti e più liberi. La sicurezza di Artsakh è al centro dell’attenzione quotidiana».

(2 set 18) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN – Il presidente della repubblica Bako Sahakyan ha rivolto un messaggio alla Nazione nel giorno del 27° anniversario dell’indipendenza: «Il 2 settembre 1991 è un giorno estremamente significativo e memorabile nella vita della nostra gente, poiché la proclamazione della repubblica libera e indipendente ha cambiato profondamente e radicalmente il corso della nostra storia» si legge in particolare il messaggio. «Il nostro destino era nelle nostre mani e noi eravamo i maestri e i creatori del nostro futuro. La nostra generazione ha assunto una tremenda responsabilità, sia prima della memoria dei nostri antenati che del futuro delle generazioni a venire, la nostra patria e l’intero popolo armeno. È questo senso del dovere che ci ha aiutato in tutti questi anni a superare ineffabili difficoltà e prove, a costruire uno stato democratico, legale e sociale, a proteggere la nostra Patria che si è trovata in guerra, ripristinare l’economia distrutta, attuare vari programmi volti a risolvere i problemi sociali dei cittadini, migliorare le condizioni di vita delle persone. Questo stesso senso del dovere ci obbliga ad essere più forti e solidi, uniti e consolidati, a fare tutto per il rafforzamento e la prosperità della nostra Patria, il rispetto dei nostri obiettivi nazionali. Ciò è richiesto dal sangue versato dai nostri eroici figli e dall’alto “prezzo” che il popolo armeno ha pagato per la loro libertà e indipendenza».

(2 set 18) 27° ANNIVERSARIO INDIPENDENZA – Festeggiato in tutta la repubblica il 27° anniversario  dell’indipendenza. Solenni cerimonie, civili e religiose, si sono svolte in tutte le località e in particolare nella capitale Stepanakert dove è arrivato anche il presidente dell’Armenia Sarkissian che si è incontrato con il collega Sahakyan.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI AGOSTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MAGGIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agosto 2018

(29 ago 18) PARLAMENTARI EUROPEI IN ARTSAKH – Una delegazione di membri del parlamento europeo è giunta in Artsakh. Il gruppo, guidato dall’on. Martin Sonneborn, si è incontrato oggi con il ministro degli Affari Esteri Masis Mayilian.

(28 ago 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto nel settore nord in corrispondenza del passo Omar (catena dei monti Mrav) è stato portato a termine questa mattina senza che siano state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco.

(28 ago 18) “THE KING OF POKER” IN ARTSAKH – Il milionario statunitense di origini armene Dan Bilzerian, conosciuto anche come “The king of poker” è giunto in Artsakh a bordo di un elicottero accompagnato dalla fidanzata, parenti e amici. Nel corso del suo soggiorno ha visitato Stepanakert, Shushi e si è recato in una base logistica militare partecipando anche ad alcune esercitazioni di tiro in un poligono.

(26 ago 18) COLLOQUI PASHINYAN -SAHAKYAN – Il Primo ministro dell’Armenia Pashinyan e il presidente dell’Artsakh Sahakyan hanno avuto oggi un incontro a Stepanakert. Al centro del colloquio la situazione lungo la linea di confine. Pashinyan ha nella giornata di ieri ha anche postato un selfie con tutta la sua famiglia, compreso il figlio che sta svolgendo il servizio militare in Artsakh

(25 ago 18) PASHINYAN IN ARTSAKH – Il Primo ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, è giunto in Artsakh per una visita di lavoro. All’aeroporto di Stepanakert è stato accolto dal presidente Sahakyan.

(22 ago 18) SAHAKYAN RICEVE DELEGAZIONE FONDO HAYASTAN – Il presidente della repubblica ha ricevuto oggi una delegazione del fondo “Hayastan” con la quale ha discusso l’implementazione dei progetti per l’Artsakh.

(17 ago 18) PASHINYAN: LA QUESTIONE DEVE ESSERE RISOLTA DAL POPOLO – Nel corso di una manifestazione convocata per celebrare i primi cento giorni di governo, il Primo ministro dell’Armenia ha ribadito di non volere la guerra e di essere pronto ad accordi di pace. Ha tuttavia sottolineato come qualsiasi proposta negoziale debba essere valutata dal popolo e ha negato che vi siano progetti di “restituzione di territori” all’Azerbaigian.

(17 ago 18) RESPINTO TENTATIVO AZERO DI INCURSIONE – Intorno alla mezzanotte un gruppo di una quindicina di incursori azeri ha tentato di penetrare nel territorio dell’Artsakh avvicinandosi alle postazioni difensive armene. Il tentativo è stato respinto senza alcuna perdita da parte dell’Esercito di difesa dell’Artsakh mentre non si hanno notizie riguardo possibile perdite degli azeri. Il ministero della Difesa non ha precisato la località interessata dall’azione azera.

(14 ago 18) CONVOCATO CONSIGLIO DI SICUREZZA – Il presidente della repubblica ha convocato il Consiglio di sicurezza nazionale per discutere di varie problematiche e aggiornare sulla situazione lungo la linea di contatto. Presente il ministro della Difesa Mnatsakanyan.

(13 ago 18)  “DIGICAMP 2018” PER LA PRIMA VOLTA IN ARTSAKH – Si è svolta, per la prima volta in Artsakh, la sesta edizione di “Digicamp” ospitata nel villaggio di Tsmakahogh (regione di Martakert) con 52 studenti provenienti da Armenia, Artsakh e Javakhk (Georgia) fra i 15 e i 18 anni che per dieci giorni hanno familiarizzato con i temi dell’innovazione tecnologica e dell’imprenditorialità. La scelta di Tsmakahogh  deriva dal fatto che il villaggio ha dato i natali a Andranik Iosifian (1905-1993), ingegnere, fisico e inventore armeno.

(12 ago 18) SCOPERTO IL CORPO DI UN AZERO IN ZONA NEUTRALE – Il corpo senza vita di un cittadino azero è stato individuato dalle forze di difesa dell’Artsakh in una zona neutrale tra le due prime linee. In accordo con la Croce Rossa Internazionale il prossimo 15 agosto verrà disposto il recupero per la successiva consegna.

(11 ago 18) ATTRAVERSAMENTO ILLEGALE DELLA FRONTIERA – Un cittadino dell’Armenia di etnia yazidi, residente nel comune di Metsamor, ha attraversato illegalmente la frontiera entrando nella repubblica di Artsakh dal territorio iraniano attraverso il fiume Arax che divide i due Stati. La polizia di frontiera dell’Artsakh  ha fermato l’uomo, che era privo di documenti, nella regione di Kashatagh. Il fatto è avvenuto lo scorso 5 agosto ma la notizia è stata diramata solo oggi. Al momento l’uomo è in fermo di custodia.

(8 ago 18) VIOLENTA ESPLOSIONE IN POSTAZIONE AZERA – L’Esercito di difesa dell’Artsakh informa che è stata registrata questo pomeriggio una violenta esplosione in una postazione di prima linea azera ubicata nel settore sud orientale della linea di contatto. E’ stata osservata un’autoambulanza militare e cinque altri veicoli sopraggiungere alcune decine di minuti dopo l’incidente in merito al quale nessun media azero ha diffuso informazioni.

(7 ago 18) APPELLO PARLAMENTARE PER KOCHARYAN – Un gruppo di parlamentari dell’Assemblea nazionale dell’Artsakh ha rivolto un appello al Procuratore generale dell’Armenia, Arthur Davtyan, affinché il secondo presidente armeno Robert Kocharyan (attualmente detenuto e sotto inchiesta per la repressione delle manifestazioni di piazza a Yerevan nel marzo 2008) venga rimesso in libertà.

(5 ago 18) TRAGICO INCIDENTE, DUE ANNEGATI – Due cittadini dell’Artsakh – Aram Sargsyan, 43 anni di Martakert, e Armen Hovakimyan, 36 anni di Stepanakert – sono stati trovati morti per annegamento nel bacino idrico di Khachen. Le autorità informano che è stata aperta un’inchiesta per accertare le cause del duplice decesso.

(2 ago 18) MONITORAGGIO OSCE – Un monitoraggio lungo la linea di contatto nel settore sud-orientale (all’altezza della regione di Hadrout) è stato portato a termine questa mattina senza che siano state rilevate violazioni del cessate-il-fuoco.

(1 ago 18) KASPRZYK A STEPANAKERT – Il rappresentante del presidente dell’Osce in carica, amb. Andrzej Kasprzyk, è in Artsakh dove oggi ha incontrato il presidente Sahakyan. Nel corso del colloquio si è discusso della situazione lungo la linea di contatto. Domani sarà condotta dagli osservatori dell’Organizzazione una missione di monitoraggio.

(1 ago 18) INAUGURATI TRE NUOVI ITINERARI TURISTICI – Su iniziativa del ministero del Turismo, da oggi sono disponibili con partenza da Stepanakert tre mini bus che percorreranno tre distinti itinerari. Il primo verso il monastero di Gandzasar con sosta alla casa museo Nikol Duman, il secondo itinerario conduce a Togh con fermata per la visita dell’albero Tnjre e il palazzo del melik; il terzo itinerario porta alla gola di Hunot. Il servizio finalizzato a migliorare l’offerta turistica, verrà effettuato ogni giorno (escluso il lunedì) con partenza da piazza della Rinascita a Stepanakert alle ore 10. I biglietti possono essere acquistati in loco presso lo stand dell’ufficio turismo. Per info: tel. 097-39-91-75

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI LUGLIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MAGGIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI APRILE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Luglio 2018

(30 lug 18) MATTARELLA IN ARMENIA: SOLUZIONE POLITICA E PACIFICA – Il presidente della repubblica italiana, Sergio Mattarella, è in Armenia per una visita di Stato di due giorni. Nel corso del suo messaggio al termine del colloquio con il collega Sarkissian, Mattarella ha anche affrontato il tema del Nagorno Karabakh affermando che l’Italia sostiene gli sforzi del Gruppo di Minsk dell’Osce e auspica «una soluzione politica e non militare, duratura, sostenibile e soddisfacente

(30 lug 18) 61 SOLDATI BATTEZZATI A SHUSHI – Sessantuno soldati di un battaglione di stanza a Mataghis (regione di Martakert) sono stati battezzati oggi nella cattedrale Ghazanchechots di Shushi. Ha officiato la cerimonia l’arcivescovo della diocesi dell’Artsakh Martirosyan.

(27 lug 18) FERITO SOLDATO ARMENO – Un soldato dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, il ventenne Davit Miloyan, è stato ferito da colpo di cecchino azero mentre si trovava in una postazione lungo la linea di contatto nel settore nord orientale. Così riferisce il ministero della Difesa precisando che il militare si trova ora ricoverato presso l’ospedale  militare di Stepanakert. Non sono state rese note le sue condizioni di salute. La violazione del cessate-il-fuoco è avvenuta nella serata di ieri, intorno alle 20 e 45.

(26 lug 18) PASHINYAN PRONTO A INCONTRARE ALIYEV – Il Primo ministro dell’Armenia nel corso di un’intervista televisiva rilasciata in inglese all’emittente Al Jazeera si è dichiarato disponibile a incontrare il presidente azero per risolvere il contenzioso sul Nagorno Karabakh. Parimenti si è dichiarato pronto a ristabilire relazioni diplomatiche con la Turchia senza pre condizioni precisando che il lato armeno del confine non è mai stato chiuso.

(25 lug 18) PREVISTO ALTRO INCONTRO MINISTRI ESTERI – Il gruppo di Minsk dell’Osce ha chiesto all’Armenia e all’Azerbaigian di fissare un altro incontro a livello di ministri degli Esteri. La data potrebbe essere a settembre a New York nell’ambito dei lavori dell’Assemblea generale dell’ONU.

(24 lug 18) CONGRATULAZIONI MINISTRO ABKHAZIA – Il ministro degli Esteri della repubblica di Abkhazia, Daur Kove, ha inviato al collega dell’Artsakh, Masis Mayilian, un messaggio di congratulazioni in occasione del 25° anniversario dell’istituzione del ministero.

(24 lug 18) DIFESA: SITUAZIONE CALMA – Il ministro della Difesa nonché Comandante dell’Esercito, Levon Mnatsakanyan, nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato che la situazione sulla linea di contatto in queste ultime settimane è molto tranquilla come mai in passato.

(21 lug 18) VASTO INCENDIO NELLA REGIONE DI MARTUNI – Intorno all’una di questa notte un incendio è divampato  a una dozzina di chilometri dal capoluogo regionale Martuni. Le fiamme hanno bruciato alcuni alberi da frutto non coltivati) e si sono estese su circa mille ettari di terreno con erba secca. Non si registrano danni a cose o persone. I vigili del fuoco sono stati coadiuvati nelle operazioni di spegnimento da un centinaio di volontari.

(20 lug 18) IMPORTAZIONI ED ESPORTAZIONI – Aumenta il volume complessivo delle merci importate in Artsakh per un controvalore di circa 105 milioni di euro. Secondo il ministero delle Finanze nel primo semestre si è registrato un aumento dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Raddoppiano invece le esportazioni passate da circa 45 a circa 92 milioni di euro.

(20 lug 18) 25° ANNIVERSARIO MINISTERO AA.EE. – Festeggiati oggi i venticinque anni dall’istituzione del ministero degli Affari esteri dell’Artsakh. Il presidente Sahakyan ha inviato un messaggio di congratulazioni allo staff ministeriale.

(20 lug 18) SUMMER SCHOOL NELLA NATURA – Anche quest’anno il ministero dell’Educazione, scienze e sport organizza nei boschi del villaggio di Tsmakahogh (regione di Martakert) dal 20 al 31 luglio una ‘summer school’ per i giovani studenti provenienti dai villaggi vicini. Il progetto è attivo dal 2014.

(20 lug 18) ANNUNCIATO NUOVO PARTITO – Il varo di una nuova formazione politica – “Unità nazionale” – è stato annunciato oggi da un gruppo di promotori. «Un gruppo di iniziativa composto da cittadini interessati al destino del nostro popolo e che tiene conto dell’urgenza di superare le sfide interne ed esterne, nonché della necessità di risolvere i problemi delle sfere sociale, politica, economica e culturale, sulla base di i nostri interessi nazionali»  si legge nel comunicato stampa.

(17 lug 18) RACCOLTO AGRICOLO – Il Ministro di Stato, Grigor Martirosyan, ha annunciato che alla data odierna il raccolto è stato completato su 33.847 ettari su un totale di 38.916 coltivati, la maggior parte a orzo. Al momento sono impiegate 55 mietitrebbie mentre il comando dei Vigili del fuoco è allertato 24 ore su 24 per prevenire il rischio di incendi durante la lavorazione del fieno.

(16 lug 18) APERTO CENTRO COMUNITARIO A KRASNI – Nel villaggio di Krasni (regione di Askeran) è stato inaugurato il nuovo centro comunitario. Alla cerimonia hanno partecipato il presidente della repubblica e l’arcivescovo Martirosyan.

(15 lug 18) CAMPIONE DEL MONDO DI WUSHU – Arsen Baghryan, atleta dell’Artsakh, è diventato campione del mondo ai campionati di wushu (arte marziale cinese) disputatisi in Brasile dal 10 al 15 luglio. Un altro atleta dell’Artsakh si è classificato al secondo posto. Ne dà notizia il ministero dello sport della repubblica. Entrambi gli atleti hanno dovuto ovviamente gareggiare sotto le insegne dell’Armenia.

(12 lug 18) MOGHERINI: SOLUZIONE PACIFICA – A Bruxelles il primo Ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, ha incontrato il Commissario europeo per gli Affari Esteri Federica Mogherini. Nel corso dell’incontro le parti hanno anche discusso del conflitto del Nagorno Karabakh (Artsakh)  la cui soluzione pacifica secondo Mogherini continua a essere una delle priorità dell’Unione europea.

(12 lug 18) TURISMO IN CRESCITA – Diffusi dal dipartimento del turismo i dati relativi ai visitatori stranieri nei primi cinque mesi dell’anno. Sono stati 8654 i turisti stranieri che hanno raggiunto l’Artsakh. Si tratta di un numero più che doppio rispetto allo stesso periodo del 2016.

(12 lug 18) INCONTRO MINISTRI ESTERI A BRUXELLES – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati oggi a Bruxelles sotto gli auspici del Gruppo di Minsk dell’Osce. Questo è stato il primo incontro dei ministri degli Esteri dei due Paesi dopo il cambio di potere e la formazione del nuovo governo in Armenia.  Erano presenti alla riunione anche i Co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’OSCE Igor Popov, Stephane Visconti, Andrew Schofer e il Rappresentante personale del Presidente in esercizio dell’OSCE, Andrzej Kasprzyk. Il ministro armeno ha ringraziato i copresidenti del gruppo di Minsk dell’OSCE per aver organizzato l’incontro e ha sottolineato l’importanza del processo di pace sotto i loro auspici e la necessità di mantenere la dinamica dei negoziati. L’incontro ha avuto un carattere introduttivo ed era finalizzato a conoscere le reciproche opinioni.

(11 lug 18) SUMMIT NATO A BRUXELLES – Una parte del comunicato rilasciato nel corso del summit NATO in svolgimento a Bruxelles riguarda anche la situazione del Caucaso meridionale (punto 67 del testo): «Continuiamo a sostenere il diritto di tutti i nostri partner a fare scelte indipendenti e sovrane sulla politica estera e di sicurezza, senza pressioni e coercizioni esterne. Rimaniamo impegnati nel nostro sostegno all’integrità territoriale, all’indipendenza e alla sovranità dell’Armenia, dell’Azerbaigian, della Georgia e della Repubblica di Moldova. In tale contesto, continuiamo a sostenere gli sforzi per una soluzione pacifica dei conflitti nel Caucaso meridionale, nonché nella Repubblica moldava, sulla base di questi principi e delle norme del diritto internazionale, della Carta delle Nazioni Unite e dell’Atto finale di Helsinki. . Esortiamo tutte le parti a impegnarsi in modo costruttivo e con una volontà politica rafforzata nella risoluzione pacifica dei conflitti, all’interno dei quadri negoziali stabiliti

(10 lug 18) ISPEZIONI SUL FONDO HAYASTAN – Il presidente della repubblica ha ordinato un’attività ispettiva sul fondo “Hayastan” il cui direttore, Ara Vardanyan, ha confessato di aver utilizzato somme di denaro (poco più di quarantamila euro) per scopi privati.

(10 lug 18) SAHAKYAN VISITA LINEA DI CONTATTO – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, si è recato oggi in visita in alcuni distaccamenti difensivi lungo la linea di contatto al fine di verificare il miglioramento delle condizioni di servizio dei soldati e discutere questioni logistiche. Nel corso della sua visita è stato accompagnato dal ministro della Difesa nonché capo dell’Esercito Levon Mnatsakanyan.

(10 lug 18) MONITORAGGIO OSCE – Funzionari dell’Osce hanno portato a termine oggi una missione di monitoraggio lungo la linea di contatto tra Azerbaigian e Nagorno Karabakh (Artsakh). L’osservazione, all’altezza della strada che collega Akna (NKR) a Barda (AZ) è stata conclusa senza che fossero segnalati incidenti. Come già accaduto altre volte in passato le autorità azere si sono rifiutate di condurre gli osservatori internazionali fin sulla prima linea.

(5 lug 18) NUOVO MINISTRO AMBIENTE – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, ha firmato oggi il decreto di nomina del nuovo ministro dell’Ambiente, Felix Gabrielyan

(2 lug 18) NUOVO MINISTRO DELLA CULTURA – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan, ha presentato oggi il nuovo ministro della Cultura, affari gioventù e turismo nella persona di Lernik Hovnannisyan che succede al dimissionario Sergey Shahverdyan al quale il Capo dello Stato ha espresso gratitudine per il lavoro svolto.

(2 lug 18) HAROUTYUNYAN CONSIGLIERE PRESIDENZIALE – Arayik Haroutyunyan, già Ministro di Stato e dimessosi all’inizio di giugno, è stato nominato consigliere del presidente della repubblica e suo rappresentante generale. Bako Sahakyan ha firmato oggi il relativo decreto di nomina.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GIUGNO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MAGGIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI APRILE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MARZO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giugno 2018

(29 giu 18) GIORNATA DEI CADUTI PER LA PATRIA – Il presidente Sahakyan ha deposto una corona di fiori al monumento commemorativo dei caduti per la patria nella giornata nazionale a loro dedicata.

(28 giu 18) ESERCITAZIONI MILITARI – Esercitazioni tattico militari e di tiro sono state compiute nella giornata da pate dell’Esercito di difesa dell’Artsakh. Ne dà notizia il ministero della Difesa.

(28 giu 18) AL VIA CONVEGNO INTERNAZIONALE DI FISICA – Hanno preso avvio a Stepanakert i lavori di un convegno internazionale di fisica dal titolo “Nuove tendenze in fisica quantistica e mesoscopica” che vede la partecipazione di una cinquantina di scienziati provenienti da diversi Paesi. Il convegno –  promosso dal “Quantum center” di Mosca e dall’università russo armena di Yerevan in collaborazione con il ministero dell’Educazione, scienze e turismo dell’Artsakh – si concluderà il 2 luglio

(28 giu 18) FESTEGGIATO 25° LIBERAZIONE MARTAKERT – Il presidente della repubblica è intervenuto a una cerimonia organizzata per ricordare il 25° anniversario della liberazione di Martakert. Ha deposto una corona di fiori al monumento dedicato ai caduti e conferito onorificenze ad alcuni veterani di guerra. La liberazione della città segnò l’inizio di una progressiva liberazione di territori che nella fase iniziale del conflitto erano stati occupati dagli azeri.

(23 giu 18) SVENTATO TENTATIVO DI INCURSIONE AZERA – Un tentativo azero di penetrazione nel territorio della repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh) è stato sventato lo scorso 17 giugno (ore 21,45 locali) nel settore est della linea di contatto. Ne dà notizia solo oggi il ministero della Difesa. Non vengono riferite perdite o feriti.

(22 giu 18) CONCLUSE ESERCITAZIONI MILITARI – Dal 18 al 22 giugno si sono svolte esercitazioni militari di comando nei pressi della località di Tigranakert. Il Comandante dell’Esercito di difesa dell’Artsakh, Levon Mnatsakanyan, ha assistito alle operazioni.

(22 giu 18) INCONTRO MINISTRI ESTERI ARMENO E AZERO – I ministri degli Esteri di Armenia (Mnatsakanyan) e Azerbaigian (Mammadyarov) si sono incontrati oggi a Minsk (Bielorussia) a margine dei lavori del decimo Consiglio dei ministri degli Esteri dei Paesi membri del partenariato orientale. Il nuovo ministro armeno ha ribadito che lo status e la sicurezza della regione del Nagorno Karabakh rimangono una priorità per l’Armenia.

(19 giu) ABBATTUTO DRONE ARMENO DI OSSERVAZIONE – Il ministero della Difesa dell’Artsakh comunica che questa mattina alle 11 e 20 (ora locale) un drone armeno di osservazione è stato abbattuto dagli azeri mentre stava compiendo un volo di ricognizione lungo il settore sud orientale della linea di contatto.

(18 giu) NUOVO CAPO REGIONE ASKERAN – Gegham Beglaryan è stato nominato dal presidente della repubblica a capo dell’amministrazione della regione di Askeran. Prende il posto di Sergey Grigoryan. Nella giornata  una cerimonia si è tenuta nel capoluogo regionale per presentare il nuovo responsabile.

(18 giu 18) RIUNIONE DI LAVORO SU AGRICOLTURA – I danni causati dal maltempo (grandine e vento) nei giorni scorsi sono stati al centro di una riunione di lavoro convocata dal ministro dell’Agricoltura Zhirayr Mirzoyan con i capi dipartimento e rappresentanti delle regioni.

(18 giu 18) SAHAKYAN RINGRAZIA PASHINYAN – Il presidente della repubblica ha inviato un messaggio di ringraziamento al Primo Ministro dell’Armenia per la sua recente visita in Artsakh. «Onorevole Premier Pashinyan, La ringrazio di cuore per aver accettato il mio invito a visitare Artsakh dal 16 al 17 giugno.
Le discussioni tenute con Lei e la delegazione governativa sono state molto importanti e sostanziali.
Vorrei anche ringraziare per la Sua posizione espressa durante il nostro incontro con la quale si apprezza e si giudica alta la prontezza del Presidente della Repubblica di Artsakh ad avviare cambiamenti pratici e sostanziali in Artsakh e con la quale si sostiene in modo inequivocabile i colleghi dell’Artsakh e il capo dello Stato di Artsakh, e con la quale il governo della Repubblica di Armenia afferma il suo sostegno incondizionato al percorso politico che abbiamo intrapreso. Vorrei sottolineare che le autorità di Artsakh e io personalmente esprimiamo il nostro sostegno incondizionato alla vostra principale politica volta a cementare la democrazia e lo stato di diritto nella Madre Armenia, nonché a ristabilire il formato completo dei negoziati nel processo negoziale con l’Azerbaigian riguardo al conflitto del Karabakh. Sono convinto che una stretta cooperazione tra i due Stati armeni sarà ulteriormente rafforzata per la gloria della nostra Patria e della nostra gente. Ancora una volta accetti  la mia gratitudine e gli auguri calorosi»

(16 giu 18) PASHINYAN A STEPANAKERT – Il Primo Ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, è in Artsakh per una breve visita di lavoro su invito del presidente della repubblica. Raggiunta Stepanakert a bordo di un elicottero militare, il premier dell’Armenia si è recato con il presidente dell’Artsakh, Sahakyan, nel villaggio di Djardar nella regione di Martuni dove ha partecipato alla messa solenne celebrata per inaugurare la nuova chiesa di San Vartanank.

(12 giu 18) SAHAKYAN RICEVE I PARENTI DI MONTE MELKONIAN – Il presidente della repubblica ha ricevuto oggi a Stepanakert i parenti dell’eroe nazionale della guerra di liberazione Monte Melkonian.

(11 giu 18) SAHAKYAN NON CORRERA’ ALLE PRESIDENZIALI 2020 – Il presidente attualmente in carica ha annunciato oggi che non parteciperà alle elezioni politiche del 2020 dall’esito delle quali – per il nuovo sistema costituzionale di tipo presidenziale – emergerà il nuovo Capo dello Stato.

(11 giu 18) UCCISO SOLDATO ARMENO LUNGO LINEA DI CONTATTO – Il ventiseienne Vahagn J. Eloyan è stato mortalmente colpito da un cecchino azero. L’ennesima grave violazione del cessate-il-fuoco è avvenuta intorno alle ore 18 di domenica 10 in un punto non meglio indicato lungo la linea di contatto nel settore sud orientale. Il militare ha ricevuto la decorazione postuma “Per servizio, in battaglia” conferita dal presidente Sahakyan. Il ministero degli Affari esteri dell’Armenia ha duramente condannato l’ennesima provocazione azera arrivata alla vigilia della visita del Gruppo di Minsk dell’Osce a Yerevan.

(9 giu 18) SAHAKYAN INCONTRA LE FORZE POLITICHE – Il presidente della repubblica ha incontrato oggi le forze politiche presenti nell’Assemblea nazionale. Con i rappresentanti di Partito democratico dell’Artsakh, Federazione Rivoluzionaria Armena e Patria libera si è discusso della situazione politica interna e della stabilità del Paese.

(9 giu 18) TRASFERITO A YEREVAN IL GIOVANE FERITO – Gevorg Khachatryan è stato trasferito all’ospedale militare di Yerevan. Ne dà notizia il Comando Difesa.

(8 giu 18) CONDIZIONI CRITICHE PER IL SOLDATO ARMENO – Le condizioni di Gevorg Khachatryan sono critiche ma stabili. Lo annuncia un bollettino medico dell’ospedale militare che precisa che il giovane è stato colpito al petto dal colpo del cecchino azero.

(8 giu) MONITORAGGIO OSCE – Una delegazione dell’Osce ha eseguito oggi un monitoraggio lungo la linea di contatto. L’osservazione si è tenuta a nord est di Martakert. Nessuna violazione è stata riscontrata, tuttavia le autorità azere si sono rifiutate di condurre i funzionari dell’organizzazione lungo la linea di contatto.
(8 giu 18) FERITO SOLDATO ARMENO -Un colpo di cecchino azero ha ferito il ventenne soldato armeno Gevorg Khachatryan. Il fatto è avvenuto intorno alle 23,30 di ieri nel settore nord orientale della linea di contatto. Il militare è stato trasferito in ospedale; non sono stati resi noti ulteriori dettagli.
(7 giu 18) DELEGAZIONE OSCE IN ARTSAKH – L’amb. Andrzej Kasprzyk, rappresentante speciale del presidente dell’Osce in carica, è a Stepanakert con altri funzionari dell’Organizzazione. Oggi ha avuto colloqui con il ministro degli Affari Esteri Mayilyan. Domani è previsto un monitoraggio lungo la linea di contatto.

(6 giu 18) TOM CATENA IN ARTSAKH – Il medico americano Tom Catena, insignito nel 2017 dell’Aurora Prize, è in visita in Artsakh dove nella giornata odierna ha incontrato il presidente Sahakyan.

(6 giu 18) NUOVO MINISTRO DI STATO  E DELLE FINANZE – Grigory Martirosyan, già ricoprente la carica di ministro delle Finanze, è stato nominato Ministro di Stato in sostituzione del dimissionario Haroutyunyan.  Al posto di Martrosyan al dicastero economico va Arthur Haroutyunyan. I rispettivi decreti di nomina sono stati firmati nel pomeriggio dal presidente Sahakyan.

(6 giu 18) SI DIMETTE HAROUTYUNYAN – Il ministro di Stato, Arayik Harutyunyan, ha annunciato oggi le proprie dimissioni dalla carica. Nel corso di una conferenza stampa ha preannunciato nei prossimi giorni le dimissioni di altri funzionari.

(6 giu 18) DIMISSIONI PER CAPO DELLA POLIZIA E DEL SERVIZIO DI SICUREZZA – A seguito degli incidenti di venerdì sera e successive proteste di piazza, il Capo della polizia Kamo Aghajanyan e quello delle Servizio di sicurezza nazionale Arshavir Karamyan (nonché il suo vice Garik Sargsyan ) hanno rassegnato le proprie dimissioni. Il nuovo capo del Servizio di sicurezza è il colonello Samvel Shahramanyan, il nuovo capo della polizia è il generale Arshavir Gharamyan.

(5 giu 18) MONDIALI DI KICKBOXING – Quattro atleti dell’Artsakh hanno partecipato con successo ai mondiali di specialità disputatisi nella città russa di Anapa dal 30 maggio al 5 giugno. I quattro rappresentanti dell’Artsakh hanno collezionato due medaglie d’argento e due di bronzo.

(5 giu 18) COMANDANTE FF.AA. ARMENIA IN ARTSAKH – Una delegazione guidata dal Comandante generale delle Forze Armate dell’Armenia, Artak Davtyan, è in missione ufficiale in Artsakh. Davtyan, accompagnato dal ministro della Difesa dell’Artsakh Mnatsakanyan, ha visitato diverse postazioni difensive lungo la linea di contatto.

(5 giu 18) MANIFESTAZIONI DI PROTESTA CESSATE – Si sono interrotte le manifestazioni di protesta a Stepanakert e i manifestanti, in considerazione degli impegni assunti dal presidente Sahakyan e dell’invito del premier armeno Pashinyan, hanno sciolto il presidio che era stato allestito sin da sabato scorso.

(4 giu 18) PASHINYAN INVITA ALLA CALMA IN ARTSAKH – Il Primo ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan, ha invitato i dimostranti di Stepanakert a sospendere le manifestazioni di protesta per permettere all’autorità di dare concretezza agli accordi raggiunti nelle precedenti ore.

(4 giu 18) PREOCCUPAZIONE DI KAREKIN II – Il Catholikos di Tutti gli Armeni ha espresso preoccupazione per la situazione in Artsakh. In una nota ha dichiarato che «Siamo preoccupati per gli ultimi sviluppi a Stepanakert che minacciano la stabilità interna di Artsakh. L’aggravamento della situazione politica interna nel paese e le posizioni intransigenti sono inaccettabili, dal momento che mettono a repentaglio la sicurezza e la pace di Artsakh», si legge nella dichiarazione. «Invitiamo i nostri amati figli in Artsakh a risolvere tutti i disaccordi e i problemi nello spirito di solidarietà e fratellanza e attraverso il dialogo, per il bene della stabilità e del progresso di Artsakh».

(4 giu 18) SAHAKYAN CONVOCA RIUNIONE DI GOVERNO – Il presidente del Karabakh Bako Sahakyan ha convocato oggi una consultazione con la partecipazione di membri del governo e di vari organi statali e ha discusso della situazione politica interna nel paese. Il Presidente ha osservato che l’incidente che si è verificato la sera del 1° giugno a Stepanakert è stato condannato dallo Stato, qualificato come inaccettabile e ha ricevuto una valutazione legale. Il Capo dello Stato ha altresì sottolineato che tali incidenti, la loro politicizzazione e le varie speculazioni sono inaccettabili in Artsakh e determinano il rischio di spaccare la società. «In questo contesto vorrei fare appello in particolare ai nostri dipendenti facendo affidamento sulla loro saggezza, sulla loro capacità di navigare in situazioni complesse, per mostrare sobrietà e un approccio globale equilibrato, prendere decisioni giuste, mostrare un atteggiamento premuroso e compassionevole nei confronti di questioni significative. stabilità interiore, unità e coesione, mantenendo le basi statali costanti, coerente miglioramento della sicurezza e della capacità di difesa del paese, garantendo le condizioni pacifiche del lavoro e della vita dei cittadini, soluzione di importanti questioni sociali ed economiche volte a migliorare le condizioni di vita delle persone sono valori esclusivi per noi » ha sottolineato Bako Sahakyan. Secondo il presidente, le autorità e gli ambienti della pubblica amministrazione sono obbligati a dimostrare il più alto grado di responsabilità per la soluzione dei problemi esistenti, realizzando un lavoro di principio, coerente e diligente in questa direzione.

(3 giu 18) CONTINUA IL PRESIDIO DI PROTESTA – Le proteste a seguito delgli incidenti di venerdì sera non si placano. Alcune centinaia di persone mantengono un presidio in via dei Martiri dell’Artsakh chiedendo che i responsabili delle forze di sicurezza coinvolti nei tafferugli siano allontanati. Il ministro della Difesa ha invitato alla calma.

(2 giu 18) PRESIDENTE SAHAKYAN RICEVE DIMOSTRANTI – Bako Sahakyan ha ricevuto un gruppo di dimostranti per ascoltare le loro recriminazioni dopo gli incidenti di ieri. Il Capo dello Stato ha assicurato un’imparziale indagine su quanto accaduto la sera precedente.

(2 giu 18) TENSIONE A STEPANAKERT – Una discussione tra due cittadini e un membro delle forze di sicurezza è sfociata ieri sera in una rissa nella quale sono rimaste coinvolte alcune decine di persone. Quindici civili sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale. In segno di protesta alcune decine di persone stanno manifestando nel centro della città.

(2 giu 18) BLOCCATO INGRESSO ILLEGALE – Un cittadino iraniano ha tentato di entrare clandestinamente in Artsakh ma è stato fermato dalle forze di sicurezza. Il ventenne Hasan Gholani Sayat Ali della città di Hamadam ha varcato la frontiera nella serata di ieri oltrepassando il fiume Arax su un ponte in disuso.

(1 giu 18) RUSSIA CRITICA PASHINYAN – Artem Kozhin, vice capo del dipartimento di informazione e stampa del ministero degli Esteri russo, ha descritto la posizione del primo ministro armeno Nikol Pashinyan sulla risoluzione del conflitto del Karabakh come “possibilmente non costruttiva“. Il leader armeno nel corso della sua visita a Stepanakert lo scorso 9 maggio aveva dichiarato che la via della pace passa attraverso la partecipazione diretta dell’Artsakh al tavolo negoziale.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MAGGIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI APRILE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MARZO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI FEBBRAIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maggio 2018

(30 mag 18) NUOVO CAMPO DI PALLAMANO – E’ stato inaugurato a Stepanakert un nuovo campo di pallamano realizzato grazie ai contributi della Diaspora francese. L’impianto è provvisto anche di una tribunetta con un centinaio di posti a sedere oltre che di locali di servizio.

(30 mag 18) IN DISCUSSIONE TARIFFE ELETTRICHE – Il ministro dell’Energia e delle risorse, Arthur Grigoryan, ha lanciato una discussione sull’abbassamento delle tariffe elettriche preannunciando che vi sarà una revisione ad agosto.

(28 mag 18) SAHAKYAN AL MEMORIALE DI SARDARAPAT – In occasione del centesimo anniversario della Prima repubblica Armena, il presidente dell’Artsakh, Bako Sahakyan, si è recato in Armenia al memoriale di Sardarapat dove ha preso parte alle solenni cerimonie di festeggiamento dell’anniversario.

(23 mag 18) KARABAKH TELECOM INVESTE – Nel corso della odierna conferenza stampa, il direttore generale Karekin Odabashyan ha annunciato che la compagnia investirà dieci milioni di euro per il miglioramento della connessione internet in Artsakh. Inoltre ha sottolineato la prossima diminuzione dal primo giugno delle tariffe del 5% che segue la diminuzione del 12,5% praticata a febbraio 2017.

(22 mag 18) DALL’AUSTRALIA MOZIONE PRO ARTSAKH – Il Consiglio municipale di Ryde, cittadina di circa 26.000  abitanti nello Stato australiano del Nuovo Galles del sud ha votato una mozione di sostegno all’indipendenza della repubblica di Artsakh nella quale tra l’altro invita il governo centrale australiano a riconoscerla formalmente.

(21 mag 18) MORTO SOLDATO ARMENO – Il diciannovenne Norayr Grigoryan è rimasto ucciso da un colpo d’arma da fuoco in circostanze non ancora chiarite. Il tragico episodio è avventa intorno alle ore 11 in un’unità di difesa lungo la linea di contatto nel settore orientale.

(19 mag 18) NUOVO MINISTRO ESTERI ARMENIA A STEPANAKERT – Il nuovo ministro degli esteri dell’Armenia, Zohrab Mnatsakanyan, è giunto a Stepanakert per una serie di colloqui con le autorità locali. Oggi ha incontrato il presidente dell’Assemblea nazionale Ashot Ghulyan. il ministro degli Esteri Mayilian e il presidente della repubblica Sahakyan.

(18 mag 18) MOSTRA DI TAPPETI A STEPANAKERT – Il Presidente della repubblica ha inaugurato oggi al Museo storico di Stato della capitale una esposizione dedicata al tappeto del Karabakh.

(18 mag 18) GEMELLAGGIO MARTAKERT – La città libanese di Bourj Hammoud (150.000 abitanti nel Libano, facente parte della Grande Beirut e popolata prevalentemente da armeni) ha siglato un memorandum di intesa con Martakert. Alla cerimonia erano presenti i sindaci delle due città nonché il ministro dell’Economia Grigoryan.

(17 mag 18) REGIONE DI MARTUNI – Mher Ohanyan è stato nominato nuovo presidente della Regione di Martuni. Subentra a Karen Tovmasyan dimessosi per un nuovo incarico. Nella giornata odierna il Presidente Sahakyan si è recato a Martuni dove ha partecipato a una riunione con il nuovo amministratore regionale e i membri del governo locale.

(17 mag 18) MILITARE FERITO A YEREVAN – Il sergente Shamkhal Petrosyan, rimasto gravemente ferito nella lo scorso 13 maggio da un colpo di cecchino azero è stato trasferito all’ospedale militare di Yerevan dove in giornata ha ricevuto anche la visita del primo ministro dell’Armenia Pashinyan. Le condizioni del militare fortunatamente migliorano ed è cosciente.

(16 mag 18) A.D. HALO TRUST A STEPANAKERT – L’Amministratore Delegato di “Halo Trust”, società britannica no profit impegnata da anni nelle operazioni di sminamento post bellico, James Cowan, è giunto a Stepanakert dove ha incontrato il presidente Sahakyan e il ministro degli esteri Mayilian. Nel corso degli incontri sono stati analizzati i futuri progetti di “Halo Trust” in Artsakh.

(16 mag 18) MONITORAGGIO OSCE – Un’osservazione lungo la linea di contatto è stata compiuta oggi da delegazioni dell’Osce all’altezza del villaggio di Kuropatkino (Regione di Martuni). Nessuna violazione è stata registrata.

(16 mag 18) NOZZE E DIVORZI IN ARTSAKH – L’Ufficio di registrazione degli atti civili informa che nel primo quadrimestre del 2018 sono diminuite le nozze rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Sono stati registrati 217 matrimoni contro i 231 del 2017. In calo anche i divorzi passati da 75 a 70.

(15 mag 18) MAMMADYAROV, PRONTI A NEGOZIATI INTENSIVI – Il ministro degli Esteri dell’Azerbaigian, Elmar Mammdyarov, nel corso di un incontro a Parigi con i co-Presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce,  ha espresso la disponibilità di Baku nel proseguimento dei negoziati in maniera intensiva anche tenendo conto del completamento dei processi elettorali in Azerbaigian e in Armenia. Durante l’incontro sono state discusse a fondo le misure pianificate dai co-presidenti del gruppo di Minsk dell’OSCE per far avanzare il processo negoziale.

(15 mag 18) IN AUMENTO LE NASCITE IN ARTSAKH – Nei primi quattro mesi dell’anno sono state registrate 719 nascite in Artsakh contro le 709 dello stesso periodo del 2017. 293 (contro 290) i parti a Stepanakert mentre la regione più prolifica è quella di Martuni con 109 nascite contro le 87 dell’anno passato.

(14 mag 18) ESERCITAZIONI MILITARI CONGIUNTE – Esercitazioni militari tattiche sono state condotte oggi in Karabakh nell’ambito del programma di cooperazione militare tra i due Stati armeni. Le manovre sono stati seguite da Movses Hakobyan, capo dello stato maggiore delle forze armate dell’Armenia, e dal comandante della difesa e dell’esercito della difesa del Nagorno Karabakh, Levon Mnatsakanyan.

(14 mag 18) GRAVE SOLDATO FERITO DA FUOCO AZERO – Il sergente Shamkhal Petrosyan  è rimasto gravemente ferito nella tarda serata di ieri da un colpo di cecchino azero. Operato all’addome versa in serie condizioni. La grave violazione azera è avvenuta in località non precisata della linea di contatto intorno alle 22,30 di domenica.

(9 mag 18) INAUGURATO A SHUSHI IL MUSEO DEL DRAM – Un nuovo museo arricchisce il patrimonio di Shushi. Oggi alla presenza del Capo dello Stato, del Primo ministro dell’Armenia e delle principali autorità della repubblica è stato inaugurato il museo del dram realizzato in collaborazione con la Banca centrale di Armenia. Il museo presenta banconote e monete armene di diverse epoche, dai regni armeni sino all’impero russo e all’Unione Sovietica, oltre a tutte le emissioni moderne di dram. Nel museo viene data grande importanza alla parte della mostra dedicata all’Artsakh, dove sono state ritrovate monete nella città di Tigranakert, monete d’argento del 18° secolo a Shushi. Sono presenti anche monete commemorative emesse dalla Banca centrale dell’Armenia in diversi anni e dedicate all’Artsakh.

(9 mag 18) CERIMONIE A STEPANAKERT E SHUSHI – Solenni manifestazioni si sono svolte nella capitale e a Shushi per celebrare gli anniversari del 9 maggio. Presente in Artsakh anche il nuovo Primo Ministro dell’Armenia Nikol Pashinyan che ha altresì inviato un messaggio alla nazione. Anche il terzo presidente dell’Armenia, Serzh Sargsyan, ha indirizzato un messaggio di saluto e congratulazioni all’Artsakh.

(9 mag 18) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE PER LA FESTA DEL 9 MAGGIO– Il presidente della repubblica Bako Sahakyan ha rivolto il seguente messaggio in occasione delle celebrazioni del 9 maggio: «Cari compatrioti, cari veterani della Grande guerra patriottica (la Seconda guerra mondiale, NdR) e della guerra di liberazione dell’Artsakh; rispettati generali, ufficiali e soldati dell’esercito di difesa,a nome delle autorità della repubblica e mio personale mi congratulo con voi per la festa della vittoria, il 26° anniversario della nascita dell’esercito di difesa del Nagorno Karabakh e della liberazione di Shushi. Il 9 maggio è stato a lungo il simbolo delle vittorie del nostro popolo eroico. La storia ha dimostrato più di una volta che in periodi diversi, durante le traversie subite dalla nostra Patria, siamo riusciti a unire e proteggere i nostri interessi nazionali, case e focolari, famiglie e bambini. Il nostro popolo è riuscito a farlo grazie al loro coraggio e bravura, all’infinito amore e devozione alla Madrepatria, alla loro unità e alla volontà incrollabile. Ricordiamo sempre l’impresa dei nostri eroi padri e nonni nella Grande Guerra Patriottica, siamo stati educati dal loro esempio e, ispirati anche da questo stesso esempio, abbiamo liberato Shushi, gli antichi insediamenti armeni e costruito una statualità libera e indipendente. La generazione dell’indipendenza oggi continua le tradizioni eroiche del nostro popolo; continua con dignità e sicurezza arricchendo le pagine vittoriose della nostra storia. Cari compatrioti, in questo giorno festivo mi congratulo con tutte le nostre sorelle e fratelli dell’Artsakh, con la Madre Armenia e la Diaspora. Lasciamo che le vittorie a maggio siano un punto di riferimento per il nostro popolo e portino a nuovi traguardi e risultati. Auguro a tutti noi la pace, il benessere e tutto il meglio

(8 mag 18) PASHINYAN SUBITO IN ARTSAKH – A meno di 24 ore dalla sua elezione il nuovo Primo Ministro dell’Armenia ha deciso di recarsi in Artsakh. sarà domani a Stepanakert per partecipare alle cerimonie che ricordano la liberazione di Shushi oltre che la fine della Seconda guerra mondiale nel 1945 e la nascita della Esercito di Difesa dell’Artsakh ventisei anni fa.

(8 mag 18) MESSAGGIO DI SAHAKYAN AL NUOVO PREMIER DELL’ARMENIA – Il presidente della repubblica dell’Artsakh ha inviato oggi un messaggio di congratulazioni al nuovo Primo Ministro dell’Armenia, Nikol Pashinyan: «A nome del popolo, delle autorità della Repubblica di Artsakh e mio personale, Le porgo le mie congratulazioni  per essere stato eletto per la posizione alta e responsabile di Primo Ministro della Repubblica d’Armenia. Spero che il governo da Lei formato continui a fare tutto il possibile per sviluppare lo stato indipendente armeno, rafforzare la capacità di difesa della repubblica, elevare gli standard di vita delle persone, espandere e approfondire la cooperazione tra le due repubbliche armene e la triade Armenia-Artsakh-Diaspora. Ancora una volta mi congratulo con Lei e desidero la pace, una salute solida e grandi successi a beneficio della nostra Patria e del popolo armeno.»

(3 mag 18) MONITORAGGIO OSCE – Un’osservazione lungo la linea di contatto è stata compiuta oggi da delegazioni dell’Osce all’altezza del villaggio di Talish (Regione di Martakert). Nessuna violazione è stata registrata.

(3 mag 18) SAHAKYAN A MARTUNI -Il presidente Sahakyan si è recato oggi in visita a Martuni dove ha incontrato le autorità locali. Lo ha accompagnato il ministro della Difesa Levon Mnatsakanyan con il quale ha poi raggiunto la linea di contatto con l’Azerbaigian.

(2 mag 18) RIUNITO CONSIGLIO DIFESA – Il Capo dello Stato Bako Sahakyan ha presieduto oggi il Consiglio supremo della Difesa. Fra i diversi argomenti all’ordine del giorno c’era ovviamente la situazione lungo la linea di contatto con l’Azerbaigian. Il ministro della Difesa Levon Mnatsakanyan e altri funzionari responsabili hanno consegnato i relativi rapporti al presidente della repubblica.

(2 mag 18) PROSEGUE VISITA DELEGA SUD OSSETA – Il ministro degli Esteri della repubblica dell’Ossezia del Sud ha incontrato oggi a Stepanakert il Ministro di Stato Arayik Harutyunyan.

 (1 mag 18) NUOVI MOVIMENTI AZERI LUNGO LINEA DI CONTATTO – Il ministero della Difesa dell’Artsakh ha registrato nuovi movimenti di truppe e armamenti azeri lungo la linea di contatto. Un video che mostra carri armati e veicoli trasporto truppe è stato diffuso alla stampa. In una nota si precisa che comunque la situazione si è mantenuta calma durante il fine settimana e che in ogni caso tutti gli spostamenti sono attentemente monitorati dall’Esercito di difesa dell’Artsakh.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI APRILE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MARZO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI FEBBRAIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GENNAIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aprile 2018

(30 apr 18) PASHINYAN, PIENO SUPPORTO ALL’ARTSAKH – Il leader dell’opposizione e promotore della ‘rivoluzione di velluto’ Nikol Pashinyan ha ribadito pieno supporto all’autorità dell’Artsakh.«Nel caso dovessi essere eletto Primo Ministro [dell’Armenia], uno dei [miei ] primi passi  sarà quello di familiarizzare con la situazione operativa legata alla sicurezza e prendere le misure necessarie» ha affermato Pashinyan. Alla domanda sulla sua posizione nel conflitto del Karabakh, Nikol Pashinyan ha dichiarato: «La mia posizione non è cambiata. Ho detto durante le interviste con i media internazionali che la posizione dell’Azerbaigian non è costruttiva ma aggressiva. E nel momento in cui vengono fatte dichiarazioni dall’Azerbaigian sulla cattura di Yerevan, allora il nostro compito principale è quello di rafforzare in modo consistente il nostro esercito, rafforzare costantemente la prontezza al combattimento e lo spirito [combattente] dell’esercito, aumentare costantemente l’umore generale della nostra società, e quindi [aumentare] la capacità di difesa del paese; questo è l’impegno per portare l’Azerbaigian nell’arena costruttiva. [E i] paesi co-presidenti del gruppo di Minsk dell’OSCE  [Russia, Stati Uniti e Francia] dovrebbero contribuire affinché l’Azerbaigian ponga fine alla sua retorica aggressiva e al suo ritorno all’arena costruttiva».

(29 apr 18) MAYILIAN INCONTRA  COLLEGA SUD OSSEZIA – Il ministro degli Affari Esteri della repubblica del Nagorno Karabakh (Artsakh) ha incontrato oggi a Stepanakert il collega Dmitry Medoyev della repubblica della Sud Ossezia. Nel corso della riunione, le parti hanno discusso le modalità per rafforzare la cooperazione e i legami bilaterali nel quadro del protocollo “Cooperazione e consultazioni” firmato tra i ministeri degli esteri della Repubblica di Artsakh e della Repubblica dell’Ossezia meridionale nel 2001.

(28 apr 18) AUMENTA TENSIONE SULLA LINEA DI CONTATTO – Una nota del ministero della Difesa dell’Artsakh evidenzia una aumento di tensione nell’ultima settimana lungo la linea di contatto con circa 400 violazioni azere del cessate-il-fuoco e oltre 4000 colpi sparati all’indirizzo di postazioni armene.

(27 apr 18) MESSAGGIO DI TRUMP AD ALIYEV – Il presidente degli Stati Uniti ha inviato un messaggio al collega dell’Azerbaigian nel quale, tra l’altro, auspica una risoluzione pacifica del conflitto sul Nagorno Karabakh. In giornata, peraltro, il ministro degli Esteri della Federazione Russa, Lavrov, ha avuto sullo stesso tema una conversazione telefonica con il collega azero Mammadyarov.

(26 apr 18) SAHAKYAN DISCUTE SITUAZIONE IN ARMENIA – Il presidente della repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh, Bako Sahakyan, ha avuto oggi un incontro al quale hanno preso parte il presidente dell’Armenia, Armen Sarkissian e il Catholikos di tutti gli Armeni, Karekin II: Oggetto dell’incontro, tenutosi a Etchmiadzin, la situazione politica in Armenia.

(26 apr 18) ATTREZZATURE SPORTIVE PER LE SCUOLE – Il presidente della Federcalcio armena, Ruben Hayrapetyan, ha consegnato oggi oltre ventiduemila euro di attrezzature sportive destinate a un centinaio di scuole dell’Artsakh

( 25 apr 18) FERITO SOLDATO ARMENO – Un soldato armeno, Martun Herunts, è stato ferito da un colpo di cecchino azero mentre si trovava in una postazione difensiva lungo la linea di contatto. Non sono state rese note le condizioni di salute del soldato.

(25 apr 18) FC ARTSAKH CAMPIONE DI BASKET – Il FC Artsakh è campione di Armenia di basket. Si è imposto nel doppio confronto con l’Artik oggi sconfitto in gara 2 per 98 a 90. Nella regular season la squadra, che gioca sul campo dell’università di Stepanakert, si era classificata al quarto posto.

(24 apr 18) SAHAKYAN INCONTRA PASHINYAN – Il presidente della Repubblica di Artsakh Bako Sahakan si è incontrato a Yerevan con il fondatore del Partito armeno “Accordo civile” Nikol Pashinyan, animatore delle proteste di piazza degli ultimi giorni. La situazione politica interna dell’Armenia è stata toccata durante la riunione. Il presidente Sahakyan ha evidenziato la necessità di risolvere tutte le questioni controverse attraverso il dialogo e all’interno della legge, mantenendo la stabilità nel paese.

(24 apr 18) 103° ANNIVERSARIO GENOCIDIO – Cerimonie commemorative si sono svolte in tutta la repubblica in occasione del 103° anniversario del genocidio armeno. Al memoriale di Stepanakert una gran folla si è radunata per rendere omaggio ai caduti, presenti le massime autorità religiose e civili dell’Artsakh tranne il presidente Sahakyan che ha partecipato alle cerimonie a Yerevan.

(24 apr 18) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN – «Cari compatrioti, l’anno del 1915 è entrato nella storia del popolo armeno come l’anno del genocidio armeno – il programma malvagio attuato nell’impero ottomano a livello statale. Il 24 aprile tutto il popolo armeno piange e si inchina davanti al sacro ricordo dei martiri del genocidio. È un tributo a 1,5 milioni di nostri compatrioti, bambini innocenti, anziani e donne, lavoratori di cultura e arte, statisti e politici, persone comuni che sono cadute vittime della scimitarra turca solo perché erano armeni. Centinaia di migliaia di persone sono diventate rifugiati che lasciavano le loro case e trovavano riparo in diversi angoli del mondo. Il nostro popolo è riuscito a sopravvivere a questa sanguinosa catastrofe, non solo per sopravvivere, ma anche per costruire nuove case e focolari, sviluppare la propria terra natia e difenderla, celebrando grandi vittorie. Le garanzie di queste vittorie oggi sono le due repubbliche armene libere, indipendenti e sovrane che grazie agli sforzi uniti e alla dedizione delle nostre persone laboriose e creative, le nostre sorelle e fratelli della Diaspora, si stanno costantemente muovendo verso un futuro affidabile. Il genocidio è un duro dolore e una ferita aperta dell’intero popolo armeno, il che ci obbliga ad essere sempre vigili e vigili, a fare tutto il possibile per il continuo sviluppo e rafforzamento dello stato indipendente armeno. Bisogna essere fermi, consolidati e uniti, credere e affidarsi alle nostre forze, considerando interessi e valori nazionali sopra ogni altra cosa. Questo è l’unico modo per i progressi della nostra gente, questa è la lezione più importante del genocidio armeno

(23 apr 18) SAHAKYAN A YEREVAN INCONTRA SARKISSIAN – Il presidente della repubblica di Artsakh ha incontrato a Yerevan il nuovo presidente dell’Armenia, Armen Sarkissian, con il quale ha partecipato a una riunione incentrata sull’attuale situazione politica. Erano presenti anche il Catholikos di Tutti gli Armeni, Karekin II, il vice Primo ministro Karapetyan e il Primo ministro (poi dimissionario) Serzh Sargsyan.

(22 apr 18) MINISTRO DIFESA VISITA POSTAZIONI – Il comandante dell’esercito di difesa dell’Artsakh nonché ministro della Difea, gen. Mnatsakanyan, ha visitato oggi diverse postazioni lungo la linea di contatto nel settore orientale. Il generale ha tra l’altro dichiarato alla stampa, riguardo l’attività azera di questi ultimi giorni, che «ora ci sono movimenti di diversa natura, più di carri armati e veicoli da combattimento di fanteria. Inoltre, i movimenti sono in direzioni diverse, piuttosto che uno. Seguiamo le loro azioni e faremo tutto in caso di necessità. Ancora una volta tengono esercitazioni militari dall’inizio di aprile, questo è collegato con alcune occasioni

(21 apr 18) RIPETUTE VIOLAZIONI AZERE NELLA GIORNATA – Dalle 14:35 di oggi 21 aprile, l’Azerbaigian viola intensamente il regime di cessate il fuoco con  armi di diverso calibro sulla linea di contatto tra Artsakh e le forze avversarie dell’Azerbaigian. Come riportato dal servizio stampa dell’esercito di difesa, in diverse parti della linea di contatto, in particolare nelle regioni est e sud-est, si notano movimenti attivi delle forze vive dell’esercito dell’Azerbaigian e delle attrezzature militari. Sottodivisioni di frontiera dell’esercito di difesa seguono attentamente le azioni del nemico e, in caso di necessità, intraprendono azioni appropriate in base alla situazione, ha dichiarato l’annuncio.

(21 apr 18) MESSAGGIO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN SULLA SITUAZIONE IN ARMENIA – «In questi giorni l’attenzione dell’intera nazione armena si concentra sugli eventi che si svolgono a Yerevan e in alcune città della Repubblica dell’Armenia, mentre Artsakh non può essere indifferente agli sviluppi in corso in Madre Armenia e LI segue con attenzione. Per la nostra Patria, situata in un complicato contesto geopolitico e minacciata dal nemico insidioso, ogni tentativo di destabilizzare, minare la coesione interna è pericoloso e gravido delle peggiori conseguenze che incideranno sulla sicurezza, sulla capacità di difesa e sulla situazione attuale lungo i confini. Ogni cittadino della Repubblica di Armenia ha il diritto di esprimere la propria opinione e visione sul presente e sul futuro del Paese. È un diritto indivisibile sancito dalla Costituzione. Tuttavia, questo diritto dovrebbe essere esercitato solo all’interno della legge, senza mai dimenticare che la stabilità interiore è stata il fattore più importante per la sicurezza dei due stati armeni. Cari compatrioti, chiedo a tutti voi di seguire incondizionatamente la lettera e lo spirito della legge, di risolvere questioni discutibili attraverso il dialogo, di mostrare moderazione e alto livello di responsabilità. Non dobbiamo commettere errori che possano avere conseguenze fatali per il nostro popolo e per lo stato armeno libero e indipendente, che è un valore inestimabile e prezioso per ogni armeno dell’Armenia, dell’Artsakh e della Diaspora

(21 apr 18) DICHIARAZIONE ASSEMBLEA NAZIONALE SU TENSIONE POLITICA IN ARMENIA– I deputati del parlamento dell’Artsakh hanno sottoscritto la seguente dichiarazione congiunta riguardante l’attuale situazione politica in Armenia: «C’è una profonda preoccupazione in Artsakh sugli eventi che si svolgono nella capitale della Repubblica di Armenia, a Yerevan e in altre città. Non è difficile immaginare la forza del sentimento di sostegno che è così richiesto per gli armeni dell’Artsakh e i soldati che difendono il confine. La nostra statualità, che abbiamo trovato a costo di perdite e sacrifici irreversibili è sacra per gli armeni di tutto il mondo. Solo due anni fa, durante la guerra di aprile, abbiamo visto quanto sia fragile la pace ai confini di Artsakh e Armenia, e quanto sia forte il soldato armeno, quando nella retroguardia c’è una società che mette al primo posto la sicurezza della nazione, preservando le fondamenta incrollabili dello stato. La causa di profonda preoccupazione sono gli sviluppi con estreme manifestazioni di tensione, che minacciano i fondamenti essenziali della sicurezza nazionale: la stabilità interna e la capacità di difesa dello stato. Grazie alla sua prudenza e unità, la nostra nazione è sempre riuscita a superare adeguatamente le sfide. Le forze politiche dell’Assemblea nazionale della Repubblica di Artsakh, facendo affidamento sulla saggezza e la lungimiranza del popolo armeno, invitano ad astenersi da misure che aggravino la situazione e a raggiungere una soluzione pacifica della situazione attuale attraverso la legalità e il dialogo, in nome di la pace nella patria e la solidarietà nazionale.» I seguenti partiti hanno firmato sotto la dichiarazione: Libera patria, Federazione Rivoluzionaria Armena, Partito democratico dell’Artsakh, Movimento-88.

(18 apr 18) SCOPPIO MINA, MORTO SERGENTE – Il sergente Ruslan Manukyan è deceduto ogi a causa dello scoppio di una mina. Non è stata riferita la località del tragico incidente sul quale è stata aperta un’inchiesta. Al caduto è stata conferita la decorazione postuma “per servizio, in battaglia” dal presidente della repubblica.

(18 apr 18) MONITORAGIO OSCE – Funzionari dell’Osce hanno compiuto oggi un monitoraggio lungo la linea di contatto tra Artsakh e Azerbaigian. L’osservazione, che non ha rilevato incidenti, si è svolta nel settore sud orientale all’altezza della regione di Hadrut.

(17 apr 18) AMB. KASPRZYK IN ARTSAKH – Il rappresentante speciale del Presidente dell’Osce in carica, amb. Andrzej Kasprzyk, è nella repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh dove oggi ha incontrato il ministro della Difesa, quello degli Affari Esteri e il presidente Sahakyan. Al centro dei colloqui la situazione lungo la linea di contatto con l’Azerbaigian.

(16 apr 18) CROCE ROSSA – Delegazioni del Comitato internazionale della Croce Rossa hanno visitato gli armeni e gli azeri detenuti in Azerbaigian e Artsakh. Al momento figurano tre azeri (Elnur Huseynzade e i condannati Dilham Askerov e Shakhbaz Guliyev) e due armeni (Arsen Baghdasaryan e Zaven Karaeptayn, quest’ultimo con problemi mentali).

(16 apr 18) ALTRA VITTIMA LUNGO LINEA DI CONTATTO – Alek Manukyan, venti anni, è deceduto a seguito di un colpo di arma da fuoco mentre si trovava in una postazione lungo la linea di contatto. Non sono stati forniti particolari sul fatto.

(9 apr 18) UCCISO GIOVANE SOLDATO ARMENO – Dopo un periodo di relativa calma i cecchini azeri tornano a uccidere. Il ventenne Narek Harutyunyan è stato mortalmente colpito alle ore 14,20 locali in località non precisata lungo la linea di contatto nel settore sud orientale. Non sono stati resi noti al momento ulteriori dettagli da parte del ministero della Difesa dell’Artsakh.

(9 apr 18) PRESIDENTE SAHAKYAN A YEREVAN – Il presidente della repubblica di Artsakh, Bako Sahakyan è a Yerevan per assistere alla cerimonia di inizio mandato del nuovo presidente della repubblica di Armenia, Armen Sarkissian.

(6 APR 18) SARGSYAN, ARMENIA IN LINEA CON IL GRUPPO DI MINSK – Nel corso della sua visita in Italia e Santa Sede il presidente dell’Armenia Sargsyan ha oggi incontrato il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico con il quale si è intrattenuto riguardo le relazioni fra i due Paesi. Sargsyan ha anche presentato a Fico gli ultimi sviluppi e l’approccio della parte armena sul conflitto, confermando che gli stessi sono in linea con i principi e gli approcci del Gruppo di Minsk dell’OSCE.

(6 apr 18) MATTARELLA,  RISOLUZIONE PACIFICA DEL CONFLITTO – Il presidente della repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente della repubblica di Armenia Serzh Sargsyan. Nel corso del colloquio è stato toccato anche il tema del conflitto del Nagorno Karabakh. Il presidente Sargsyan ha detto che l’Armenia appoggia le priorità della presidenza italiana 2018 nell’OSCE e attribuisce importanza all’approccio equilibrato dell’Italia in linea con i principi dell’OSCE per quanto riguarda la risoluzione del conflitto, nonché il sostegno agli sforzi e alle iniziative dei copresidenti del gruppo di Minsk dell’OSCE e approcci. Il Presidente dell’Italia ha preso atto che il suo paese sostiene gli sforzi del Gruppo di Minsk dell’OSCE volti a risolvere pacificamente il conflitto e non discuterà altri tipi di negoziati, esprimendo la speranza che l’organizzazione insieme alle parti in conflitto troverà la giusta soluzione, e il il conflitto sarà risolto attraverso reciproche concessioni il più presto possibile. Ha detto che una delle priorità della Presidenza italiana in seno all’OSCE è la soluzione di conflitti prolungati.

(4 apr 18) GEMELLAGGIO MARTUNI CON COMUNE FRANCESE – Il sindaco di Martuni ha firmato oggi con la collega Nathalie Nieson, il protocollo di gemellaggio con la città francese di Bourg-de-Péage, comune di circa diecimila abitanti nella regione Alvernia-Rodano-Alpi.

(4 apr 18) MEDICI DALLA FRANCIA – Una equipe di medici francesi aderenti all’associazione “Hay-med” è a Stepanakert per svolgere visite e interventi gratuiti. si tratta di un laringoiatra, di un otorino, di un urologo, di un endocrinologo e di un anestesista che presteranno la loro opera presso l’ Artsakh republican medical center della capitale. Grazie all’iniziativa in collaborazione con il ministero della Salute, sono state pianificate circa 45 operazioni fino al 6 aprile.

(3 apr 18) BOXE JUNIOR, TRE MEDAGLIE IN ARTSAKH – Ai campionati armeni di boxe junior, disputati a Yerevan, tre dei cinque atleti componenti la delegazione di atleti dell’Artsakh hanno conquistato medaglie. Manvel Petrosyan ha vinto nella sua categoria ed è stato inserito nella squadra nazionale armena.

(3 apr 18) GHOULYAN IN FRANCIA – Il presidente dell’Assemblea nazionale, Ashot Ghoulyan, è da oggi in Francia per una serie di incontri con istituzioni territoriali e  con la comunità armena transalpina. Della delegazione fa parte anche il sindaco di Martuni nonché il deputato Arthur Tovmasyan a capo del partito ‘Madre Patria’.

(1 apr 18) PRESIDENTE A DADIVANK PER LA PASQUA – Il presidente della repubblica, Bako Sahakyan. si è recato oggi in visita nel monastero di Dadivank dove ha partecipato alla Divina liturgia pasquale. Era presente il primate della diocesi dell’Artsakh, arcivescovo Pargev Martirosyan, e il Ministro di Stato Arayik Haroutyunyan.

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI MARZO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI FEBBRAIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI GENNAIO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI DICEMBRE