Iniziativa Italiana per il Karabakh

IAMO SU FACEBOOK ALLA PAGINA «NAGORNO KARABAKH- comunità». DITE CHE VI PIACE E SEGUITECI!

 

 

31 MAG 15 PRESIDENTE OSCE IN VISITA NEL CAUCASO MERIDIONALE Ivica Dacic, Presidente dell’Osce in carica nonché ministro degli Esteri della Serbia, ha iniziato oggi un tour nel Caucaso meridionale: oggi e domani sarà in Azerbaigian, il 2 e 3 giugno in Armenia da dove poi partirà per la capitale della Georgia, Tbilisi.


31 MAG 15 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (24-30 maggio) sono state registrate circa duecento violazioni azere del cessate il fuoco circa 2000 colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Sembra che con l’approssimarsi dei Giochi olimpici europei ospitati dall’Azerbaigian il numero di violazioni stia progressivamente calando in quanto Baku non ha piacere di tenere alta la tensione mentre è in corso l’evento e sono presenti delegazioni e giornalisti stranieri.


 

23 MAG 15 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (17-23 maggio) sono state registrate più di duecentocinquanta  violazioni azere del cessate il fuoco circa 3500 colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene.


22 MAG 15 MONITORAGGIO OSCE Un monitoraggio lungo la linea di demarcazione tra Azerbaigian e Nagorno Karabakh   è stato messo in atto oggi all’altezza del villaggio di Seisulan (regione di Martakert). Nessuna violazione del cessate-il-fuoco è stata registrata tuttavia, come in altre occasioni, gli azeri hanno impedito alla delegazione Osce di avvicinarsi alla linea di contatto e da quel lato il monitoraggio è stato condotto a distanza.


22 MAG 15 LA UE SPINGE PER UNA SOLUZIONE DEL CONFLITTO A margine del summit dell’Unione Europea dedicato al partenariato orientale (al quale hanno partecipato anche Armenia e Azerbaigian) è stata rilasciata una dichiarazione. Una parte di questa è dedicata proprio ai conflitti regionali: «I partecipanti al vertice sottolineano la necessità di una quanto più rapida soluzione pacifica dei conflitti nella regione, sulla base dei principi e delle norme del diritto internazionale. La risoluzione dei conflitti, costruendo la fiducia e relazioni di buon vicinato, è essenziale per lo sviluppo economico e sociale e la cooperazione. I partecipanti al vertice accolgono il contributo dell'Unione Europea a promuovere ulteriormente la stabilità e la fiducia, e sottolineano la necessità di un più forte impegno dell'Unione europea in questo senso. Accolgono il rafforzamento del ruolo dell'Unione Europea negli sforzi di risoluzione dei conflitti e di consolidamento della fiducia a sostegno dei formati e dei processi concordati esistenti, anche attraverso la presenza sul campo al momento opportuno. Essi sottolineano l'importanza di portare avanti i negoziati nel formato 5 + 2 su una soluzione politica globale del conflitto della Transnistria e danno il benvenuto al dialogo intensificato Chisinau-Tiraspol in tutti i formati. Essi ribadiscono il loro pieno sostegno agli sforzi di mediazione da parte dei co-presidenti del Gruppo di Minsk sul conflitto nel Nagorno Karabakh, anche a livello dei presidenti e delle loro dichiarazioni dal 2009».


22 MAG 15 ASHOT GHULYAN RIELETTO PRESIDENTE ASSEMBLEA Ashot Ghulyan è stato rieletto presidente dell’Assemblea Nazionale nel corso della prima sessione del nuovo parlamento. Ha ottenuto 23 voti favorevoli e 5 contrari. Vahram Balayan (ARF) è stato eletto vice presidente. Ghulyan ricopre l’incarico dal 2005.


21 MAG 15 SI RIUNISCE IL NUOVO PARLAMENTO Seduta inaugurale del nuovo parlamento così come scaturito dalle elezioni dello scorso 3 maggio. Ai lavori ha partecipato anche il presidente Sahakyan che nel suo messaggio di benvenuto ha sottolineato l’importanza di elezioni che sono state libere e democratiche. Bako Sahakyan ha rivolto parole di gratitudine ai deputati uscenti, aggiungendo che la precedente legislatura ha svolto un lavoro molto completo nel campo legislativo, e ha giocato un ruolo molto importante nella vita politica interna ed esterna della repubblica. Rivolgendosi ai nuovi deputati eletti nella 6a Convocazione, Sahakyan ha ricordato come il parlamento richieda una responsabilità professionale di alto livello da ciascun deputato auspicando che nei prossimi mesi venga dato un impulso nell’attività legislativa al processo di elaborazione del diritto, tenendo in considerazione l'esperienza dei paesi sviluppati e le peculiarità della repubblica dell’Artsakh. Il Presidente ha inoltre rimarcato l’importanza dell'attività dell'Assemblea Nazionale per lo sviluppo dei legami interparlamentari, considerandola tra le misure più efficaci per stabilire relazioni bilaterali e il riconoscimento internazionale di Artsakh. "L'efficienza delle attività dell'Assemblea nazionale in gran parte è derivata da un civile, clima sociale basato sul rispetto reciproco, che dovrebbe essere diffuso in parlamento", - ha rilevato Bako Sahakyan nel suo discorso. Secondo il Presidente la formazione di una tale atmosfera è uno dei componenti della cultura politica, e il nostro stato di essere in una situazione geopolitica unica, deve fare tutto il possibile per acquisire una cultura politica elevata ed esemplare.


20 MAG 15 GEMELLAGGIO SHUSHI CON VILLEURBANNE La città francese di Villeurbanne (Rodano) e quella di Shushi hanno siglato oggi un accordo di gemellaggio. Alla cerimonia ha preso parte anche il presidente del Nagorno Karabakh, Bako Sahakyan, in quei giorni in Francia.


20 MAG 15 SAHAKYAN IN FRANCIA Il presidente Sahakyan si trova in questi giorni in Francia dove ha numerosi incontri con istituzioni e comunità armene locali. Incontrando a Parigi un gruppo di senatori, Il Presidente ha illustrato l’attuale processo di costruzione dello Stato in Artsakh, la sua politica interna ed estera, la risoluzione dei conflitti karabakho-azero. Sahakyan ha altresì sottolineato che Stepanakert ritiene lo sviluppo delle relazioni bilaterali con la Francia importante, e la considera un paese amico, una culla della democrazia e un paese divenuto una seconda patria per centinaia di migliaia di armeni in fuga dalla loro terra storica dopo il genocidio armeno.


16 MAG 15 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (10-16 maggio) sono state registrate più di trecento violazioni azere del cessate il fuoco circa 6000 colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene.


15 MAG 15 RATIFICATE DAL PRESIDENTE MOLTE LEGGI Il presidente Sahakyan ha firmato i decreti di ratifica di molte leggi. Tra queste quelle di “Verifica della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali”, “Verifica del patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali”, “Verifica della Convenzione europea sulla salvaguardia del patrimonio archeologico”; altri provvedimenti hanno riguardato riforme al codice penale e fiscale nonché questioni meramente amministrative.


13 MAG 15 INAUGURATI NUOVI ALLOGGIAMENTI MILITARI Il presidente della repubblica ha inaugurato i nuovi alloggiamenti militari di una unità di difesa nel sud del Paese. Nel suo discorso durante la cerimonia ha sottolineato l’importanza di garantire un miglioramento delle condizioni di vita e socializzazione dei militari impegnati nel difficile compito di difendere i confini nazionali.


11 MAG 15 I SEGGI DEL NUOVO PARLAMENTO La Commissione Elettorale Centrale ha comunicato la ripartizione dei ventidue seggi del sistema proporzionale in base ai risultati delle elezioni politiche del 3 maggio scorso. Libera Patria 11, Partito Democratico 4, ARF 4, Movimento-88 2, Rinascita Nazionale 1. Altri undici seggi sono attribuiti con sistema maggioritario per collegio sulla base degli undici distretti elettorali nei quali è suddivisa la repubblica. La prima seduta del nuovo parlamento è convocata per il 21 maggio prossimo.


9 MAG 15 IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE Il presidente della repubblica ha indirizzato il seguente messaggio di saluto: “Cari compatrioti, Cari veterani delle grandi guerre patriottiche e della guerra di liberazione dell'Artsakh, illustri generali, funzionari e soldati dell'Esercito di Difesa.

A nome delle autorità della Repubblica e mio personale, di cuore mi congratulo per il 70 ° anniversario della Vittoria, il Giorno dell’Esercito di Difesa del Nagorno Karabakh Difesa e della Liberazione di Shushi.Settant'anni fa, anche il popolo dell’Artsakh ha dato un degno contributo degno nel forgiare la gloriosa vittoria contro il nazismo, uno dei più grandi mali della storia umana. I nostri connazionali si distinsero per il loro eroismo e coraggio, la resistenza e dedizione, sia sul campo di battaglia che nelle retrovie. Decine di migliaia di persone dell’Artsakh andarono alla guerra, la metà di loro non tornò. Onore e gloria eterna a tutti i nostri martiri! La loro memoria rimarrà sempre brillante nella storia del nostro popolo.Siamo profondamente grati ai nostri padri e nonni coraggiosi per il loro cammino eroico, per le lezioni di patriottismo e abnegazione che hanno insegnato a noi. Queste lezioni sono state studiate bene dalle successive generazioni che hanno forgiato vittorie durante la Guerra di Liberazione Artsakh, decenni dopo la Grande Patriottica. Insieme a Madre Armenia e alle nostre sorelle e fratelli di tutto il mondo, abbiamo difeso la libertà e l'indipendenza di Artsakh, la pace e la tranquillità del nostro popolo nativo, liberato l'antica fortezza di Shushi, e gettato solide basi per nuove vittorie.Nel cuore di questa lotta è nato l’Esercito di difesa Nagorno Karabakh Difesa Esercito, l'orgoglio e la gloria di tutta la nazione armena e il principale garante della nostra sicurezza. L'esercito continua a soddisfare i compiti di prima con dignità, dando una degna risposta agli abusi dell'avversario, e mantenendo i confini della patria inattaccabile.Grazie all’amore per la libertà, allo spirito del nostro popolo e a forte volontà, abbiamo registrato grandi successi e risultati conseguiti nei nostri anni di indipendenza. Solo in questo modo, uniti e consolidati, siamo in grado di risolvere le questioni che dobbiamo affrontare, portare avanti vari programmi per la vita, e raggiungere il conseguimento degli obiettivi nazionali.

Cari compatrioti, ancora una volta mi congratulo con tutti noi per questo glorioso triplo anniversario (La vittoria nella seconda guerra mondiale, la nascita dell’Esercito di difesa e la liberazione di Shushi, NdT), e auguro un cammino pacifico, prospero, e vittorioso al nostro popolo eroico e alla Patria.”


9 MAG 15 ANNIVERSARIO LIBERAZIONI SHUSHI Il 9 maggio 1992 Shushi veniva liberata e la lotta di liberazione dell'Artsakh mutava favorevolmente il proprio corso. Dal novembre 1991 gli azeri, dall'alto della rocca della città, avevano risposto con i missili Grad e i colpi di mortaio al grido di libertà del popolo armeno. Bombe contro diritti e democrazia. In pochi mesi ci furono sulla capitale Stepanakert 4740 bombardamenti che causarono 111 morti, 332feriti, centinaia di case distrutte. Gli armeni del Nagorno Karabakh stavano pagando un prezzo altissimo per la loro lotta di resistenza contro l'aggressore azero. Senza luce, gas, acqua potabile, sotto i missili... La liberazione di Shushi fu una operazione magistralmente condotta. Ventitré anni fa la bandiera armena ritornó a sventolare!


4 MAG 15 INIZIATIVA ITALIANA PER IL KARABAKH SALUTA L’ARTSAKH LIBERO E DEMOCRATICO «Iniziativa italiana per il Karabakh» ha diffuso oggi un comunicato stampa nel quale saluta le libere e democratiche elezioni tenutesi domenica nella repubblica del Nagorno Karabakh.


4 MAG 15 VINCE LIBERA PATRIA Il partito Libera Patria si conferma la forza politica prevalente in Artsakh. Secondo i dati provvisori diffusi dalla Commissione Elettorale Centrale il partito guidato dal premier Harutyunyan ha ottenuto 32632 voti (pari al 47,35%). Questi i risultati delle altre liste: Partito Democratico 13105 (19,10%), ARF 12965 (18,81%), Movimento 88 4777 (6,94%), Rinascita Nazionale 3709 (5,38%), Partito Comunista 1136 (1,59%), Pace e Sviluppo 591 (0,83%). Le prime cinque liste hanno superato la soglia di sbarramento del 5% e mandano rappresentanti in Assemblea.


4 MAG 15 ALTA AFFLUENZA ALLE URNE Il dato definitivo indica una percentuale di oltre il settanta per cento di elettori sul totale degli aventi diritto. Nessun incidente è stato segnalato durante le operazioni di voto monitorate dagli osservatori internazionali. Secondo i dati diffusi dalla Commissione Elettorale Centrale i voti validi sono stati 72039 su 102.034 pari al 70,6% (erano stati il 67,8% nel 2010).


3 MAG 15 L’ARTSAKH AL VOTO, APERTI I SEGGI Si vota oggi, dalle otto alle venti locali, per il rinnovo dei trentatré seggi all’Assemblea Nazionale. Al voto chiamati poco più di centomila cittadini della repubblica del Nagorno Karabakh.