Iniziativa Italiana per il Karabakh

30 SET 14 A STEPANAKERT IL PROCESSO AI SABOTATORI AZERI Si terrà a Stepanakert, non appena ultimate le indagini, il processo ai sabotatori azeri che nello scorso luglio si infiltrarono nel territorio della repubblica del Nagorno Karabakh. Secondo l’accusa, i tre sequestrarono un ragazzo di sedici anni e lo uccisero, poi ebbero uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza armene nel corso del quale furono colpiti un azero, un soldato armeno ed un civile.


30 SET 14 MONITORAGGIO OSCE LUNGO LINEA DI CONTATTO Un monitoraggio OSCE è stato condotto lungo la linea di demarcazione all’altezza della regione di Askeran). Nessuna violazione del cessate il fuoco è stata riscontrata durante il controllo condotto da delegazioni dell’Osce lungo la linea di contatto tra Azerbaigian e Nagorno Karabakh.


27 SET 14 SAHAKYAN INCONTRA IL SINDACO DI YEREVAN Il presidente della repubblica ha incontrato a fine settembre a Stepanakert il sindaco della capitale dell’Armenia, Taron Margaryan. Al centro dell’incontro la collaborazione tra le due capitali armene. Presente alla riunione anche il sindaco della capitale dell’Artsakh Suren Grigoryan ed il Primate della Diocesi dell’Artsakh Martirosyan. La giornata odierna è la festa della capitale karabakha e numerose manifestazioni si sono tenute a Stepanakert.


27 SET 14 PRESIDENTE PACE SMENTISCE MEDIA AZERI La segreteria della presidenza della PACE (Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa) ha dovuto smentire categoricamente i media azeri che avevano attribuito alla presidente Brasseur frasi mai pronunciate nel corso della sua visita istituzionale a Baku. La presidenza PACE ha ribadito che l’unico format negoziale è quello del Gruppo di Minsk dell’Osce.


27 SET 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (21-27 settembre) sono state registrate circa duecentoventi violazioni azere del cessate il fuoco con circa millequattrocento colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


20 SET 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (14-20 settembre) sono state registrate circa duecentoventi violazioni azere del cessate il fuoco con circa novecento colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


19 SET 14 POPOV (GRUPPO DI MINSK): NO ALTRI FORMAT DI NEGOZIATO Il Co- presidente della Federazione russa del Gruppo di Minsk, Igor Popov, nel corso di una intervista all’agenzia azera APA ha ribadito la contrarietà alla creazione di altri format negoziali. “So che ci sono proposte su nuove piattaforme negoziali, gruppi che lavorano per risolvere il conflitto. Data la delictaezza della questione del Karabakh, qualsiasi tentativo di modificare il formato o creare meccanismi paralleli può causare l’erosione dei colloqui e l’arresto nelle posizioni delle parti”.


18 SET 14 UCCISO SOLDATO ARMENO DA CECCHINI AZERI Dopo un periodo di relativa calma, un altro soldato armeno è rimasto vittima dell’ennesima violazione azera lungo il confine tra la repubblica del Nagorno Karabakh e l’Azerbaigian. Il tragico fatto è avvenuto questa mattina alle ore 9,15 circa. Mher Hakopyan, di ventiquattro anni, è stato mortalmente colpito alla testa mentre si trovava nella sua postazione di difesa.


16 SET 14 WARLICK (GRUPPO DI MINSK) IN ARMENIA Il Co- presidente USA del Gruppo di Minsk è in Armenia per uno scambio di vedute dopo l’incontro presidenziale di inizio settembre. Warlick si è detto preoccupato per gli approvvigionamenti di armamenti di questi ultimi mesi e per i ripetuti episodi di violenza lungo la linea di contatto.


15 SET 14 MIRZOYAN INCONTRA SINDACI BASCHI Nel corso del suo viaggio politico in Euskadi il ministro degli affari esteri del Nagorno Karabakh ha incontrato il sindaco di Donostia (San Sebastian) Juan Carlos Izagirre Hortelano con il quale ha firmato un trattato di cooperazione tra la città basca (quasi duecentomila abitanti) e Stepanakert. Nella stessa giornata Mirzoyan ha incontrato il primo cittadino di Tolosa (17.000 abitanti) nella stessa provincia basca di Guipuzcoa.


13 SET 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (7-13 settembre) sono state registrate circa duecentoventi violazioni azere del cessate il fuoco con circa milletrecento colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


12 SET 14 IL PARLAMENTO DEL PAESE BASCO RICONOSCE L’ARTSAKH Il Parlamento dei Paese basco (Euskadi) ha oggi votato una mozione di pieno sostegno e riconoscimento alla repubblica del Nagorno Karabakh-Artsakh. Si tratta di una giornata storica: per la prima volta la piccola repubblica armena del Caucaso meridionale ottiene tale riconoscimento da una assemblea parlamentare europea. In passato avevano votato analoghe mozioni stati federati degli Usa e il Nuovo Galles del Sud in Australia. La mozione approvata oggi dal Parlamento basco loda la forte determinazione del popolo del Nagorno Karabakh nella sua scelta per la democrazia, nonostante la situazione dura e difficile. Inoltre, si afferma che il popolo del Karabakh ha il diritto di decidere del proprio futuro, vale a dire la propria autodeterminazione, che è l'elemento fondamentale in qualsiasi negoziato per la soluzione definitiva del conflitto. Inoltre, la mozione sottolinea l'importanza della partecipazione del Nagorno Karabakh nei negoziati del Gruppo di Minsk dell’Osce per la risoluzione del conflitto. Il ministro degli Affari Esteri della repubblica del NK, Karen Mirzoyan, è in visita nei Paesi baschi dove ha in corso incontri con le autorità locali. Oggi ha incontrato il Presidente del parlamento basco la signora Bakartxo Tejeria Otermin. Giova ricordare che il Parlamento basco non è un’assemblea di una regione ma di una Comunità Autonoma dotata di ampia indipendenza legislativa e quindi la votazione di oggi assume ancor maggior rilievo, come primo esempio in Europa a questo livello dopo analoghe mozioni votate da consigli municipali in Francia.


11 SET 14 L’ARTSAKH HA RICONSEGNATO IL RAGAZZO AZERO Le autorità della repubblica del Nagorno Karabakh con il supporto dell’ufficio di Stepanakert della Croce Rossa Internazionale hanno oggi riconsegnato all’Azerbaigian il quindicenne Javid Samiroglu Mamedov che era stato fermato pochi giorni or sono mentre tentava di entrare nel territorio armeno proveniente dalla località azera di Mir-Bashir (Tartar) prossima al confine con la regione karabakha di Martakert.


11 SET 14 IL MINISTRO MIRZOYAN NEI PAESI BASCHI Il ministro degli Affari Esteri della repubblica del NK, Karen Mirzoyan, è in visita nei Paesi baschi dove sono in corso incontri con le autorità locali.


11 SET 14 NUOVO GALLES DEL SUD CONDANNA AZERBAIGIAN Il parlamento del Nuovo Galles del Sud (Australia) ha approvato una mozione con la quale si condanna la politica di aggressione dell’Azerbaigian nei confronti della repubblica del Nagorno Karabakh. Il documento ripercorre la cronaca delle ultime attività di sabotaggio azero e si sofferma altresì sui proclami bellici del presidente azero Aliyev condannando tale politica che lede il diritto di autodeterminazione del popolo dell’Artsakh. Nell’ottobre 2012 il medesimo parlamento aveva espressamente riconosciuto lo stato del Nagorno Karabakh.


9 SET 14 NESSUN PARAGONE TRA CRIMEA E NAGORNO KARABAKH Ad un giornalista azero che gli domandava per quale motivo fossero state comminate sanzioni contro la Russia per l’occupazione della Crimea e non contro l’Armenia per il Karabakh, il Commissario europeo per la politica di vicinato, Štefan Füle, ha risposto che non è possibile in alcun modo paragonare le due situazioni.


9 SET 14 POSSIBILE NUOVO INCONTRO PRESIDENZIALE A PARIGI I presidenti armeno ed azero potrebbero nuovamente incontrarsi, per la terza volta nell’arco di due mesi, a Parigi su invito del presidente Hollande. La riunione potrebbe essere programmata per il 10 ottobre secondo quanto riferiscono fonti di stampa.


9 SET 14 SAHAKYAN RICEVE PARLAMENTARI FRANCESI Il presidente della repubblica del Nagorno Karabakh, Bako Sahakyan, ha oggi ricevuto a Stepanakert un gruppo di deputati e senatori francesi ai quali ha rinnovato la considerazione di amicizia dell’Artsakh verso la Francia e discusso riguardo le relazioni fra i due stati.


9 SET 14 L’ARTSAKH RICONSEGNERA’ IL RAGAZZO AZERO Le autorità della repubblica del Nagorno Karabakh hanno manifestato alla Croce Rossa Internazionale la volontà di riconsegnare all’Azerbaigian Javid Samiroglu Mamedov che era stato fermato mentre tentava di entrare nel territorio armeno. Si è appreso che il cittadino azero è un quindicenne che è riuscito a oltrepassare l’estrema linea difensiva del suo Paese in un tentativo di sconfinamento le cui ragioni non sono state chiarite.


6 SET 14 IL PRIMO MINISTRO DISCUTE IL BILANCIO ECONOMICO DELLO STATO Il Primo Ministro, Ara Harutyunyan, ha tenuto una riunione di lavoro per discutere il bilancio di previsione dello stato nel triennio 2015-17. Per il ministro delle Finanza, Spartak Tevonyan, le entrate previste per il 2015 saranno inferiori a causa di una riduzione del finanziamento interstatale fornito dall’Armenia. Ciò nonostante il bilancio dello stato avrà un indirizzo spiccatamente sociale con un aumento di stipendi e pensioni tra il 10 ed il 18%. Per il 2016 sono previste invece maggiori entrate dal comparto minerario. Da parte sua, il premier ha invitato tutti i dicasteri competenti a ridurre il deficit di bilancio fatto salvo l’ambito sociale per il quale è previsto un budget di circa duecento milioni di euro.


6 SET 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (31 agosto-6 settembre) sono state registrate circa duecento violazioni azere del cessate il fuoco con circa duemila colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


5 SET 14 UN CIVILE AZERO ENTRA IN ARTSAKH Un cittadino dell’Azerbaigian, Javid Samiroglu Mamedov, ha oltrepassato la linea di demarcazione ed è stato preso in consegna dall’esercito di difesa del Karabakh. L’uomo è il figlio di un ufficiale della polizia stradale. Il fatto è accaduto nel settore nord orientale della linea di confine. Il ministero della difesa ha informato la Croce Rossa Internazionale che ha già provveduto a far visita all’uomo e ad altri due prigionieri azeri (autori di un tentativo di sabotaggio nelle scorse settimane) mentre alla CRI le autorità dell’Azerbaigian hanno impedito di visitare il cittadino armeno Sargis Ananyan trattenuto a Baku.


4 SET 14 INCONTRO PRESIDENZIALE ARMENO-AZERO IN GALLES A margine del summit NATO in corso di svolgimento in Galles si è tenuto un incontro tra il presidente dell’Armenia (Sargsyan), quello azero (Aliyev) e il Segretario di Stato degli USA (Kerry). Al momento non sono state fornite indicazioni riguardo al contenuto dell’incontro. Intanto un polemico commento è arrivato da Yerevan alle parole del nuovo presidente turco Erdogan che ha legato la normalizzazione dei rapporti tra Turchia ed Armenia alla soluzione del contenzioso sul Karabakh. Secondo anticipazioni di stampa, il problema del conflitto sul Nagorno Karabakh verrà sollevato nel corso del summit Nato dalla stessa Turchia.


2 SET 14 L’ARTSAKH CELEBRA LA FESTA DELLA REPUBBLICA In tutto l’Artsakh si celebra la festa della repubblica in occasione del 23°anniversario della proclamazione di indipendenza (2 settembre 1991). Alla principale cerimonia, tenutasi a Stepanakert, hanno partecipato i presidenti della repubblica del Nagorno Karabakh, Sahakyan, e dell’Armenia, Sargsyan. La proclamazione della repubblica del Nagorno Karabakh fu consentita dalla legislazione sovietica dell’epoca: la legge del 7 aprile 1990 permetteva infatti che in caso di fuoriuscita di una delle repubbliche dall’Unione Sovietica, una regione autonoma eventualmente presente ed etnicamente distinta dalla repubblica, potesse liberamente scegliere se seguire la repubblica secessionista o rimanere nell’Unione. Quando la RSS di Azerbaigian, il 30 agosto 1991, decise di lasciare l’URSS per trasformarsi in repubblica di Azerbaigian, l’oblast autonomo del Nagorno Karabakh (NKAO) scelse di non seguire il governo azero. Il 2 settembre 1991 il soviet del NK dichiarò la sua indipendenza e diede vita al nuovo stato parallelamente alla scelta del soviet azero dell’epoca. Quando gli azeri si accorsero del clamoroso autogol politico che avevano commesso era troppo tardi… Il nuovo stato azero provò a revocare l’autonomia del NK ma la Corte Costituzionale sovietica respinse tale decisione (novembre 1991) deliberando che il nuovo stato dell’Azerbaigian non aveva più voce in capitolo. Il 10 dicembre 1991 il nuovo Nagorno Karabakh tenne un referendum confermativo, il 26 dicembre libere elezioni politiche ed il 6 gennaio 1992 fu ufficialmente proclamata la nascita del nuovo sistema statale. La repubblica del Nagorno Karabakh Artsakh ha origine dunque da un percorso democratico e legale al quale gli azeri risposero con i bombardamenti e la guerra. VIVA L’ARTSAKH LIBERO ED INDIPENDENTE!


1 SET 14 SAHAKYAN E SARGSYAN VISITANO FABBRICA MODA I presidenti della repubblica del Nagorno Karabakh e dell’Armenia hanno visitato oggi gli stabilimenti della “Silk Plant Co Ltd” a Stepanakert dove lavoreranno, a pieno regime, circa 450 operai specializzati nel confezionamento di abiti per conto della società italiana Sartis già attiva in Armenia con altri stabilimenti che impiegano più di 1500 persone.


1 SET 14 TRAGICO BILANCIO DELLA POLITICA AZERA Secondo stesse fonti azere, l’agenzia Turan, l’Azerbaigian avrebbe perso dall’inizio dell’anno ben 77 soldati ed avrebbe registrato il ferimento di 115 uomini. L’agenzia cita un centro di ricerche militari che avrebbe elaborato i dati di cui sopra.