Iniziativa Italiana per il Karabakh

 

 

 

31 MAG 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (25-31 maggio) sono state registrate oltre mille violazioni azere del cessate il fuoco con circa diecimila colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Negli ultimi giorni l’Azerbaigian ha intensificato l’attività soprattutto nella parte meridionale della linea di confine con il Nagorno Karabakh e l’Esercito di difesa dell’Artsakh ha dovuto respingere alcuni tentativi di infiltrazione azera in territorio armeno. Secondo informazioni provenienti dall’Armenia, sarebbero addirittura quattro i giovani soldati armeni caduti nelle schermaglie di questi giorni. Altri quattro risultano feriti (di cui uno in modo abbastanza grave) e sono stati ricoverati in ospedale a Yerevan.


28 MAG 14 ANCORA UNA AGGRESSIONE AZERA, MUORE ALTRO GIOVANE ARMENO Incurante degli appelli internazionali alla moderazione ed al non uso della forza, l’Azerbaigian continua la sua aggressione contro la repubblica del Nagorno Karabakh. Un tentativo azero di incursione nel territorio dell’Artsakh è costato la vita al diciannovenne Erik Gasparyan, in servizio nell’Esercito di difesa del Nagorno Karabakh. Secondo quanto diramato dal ministero della difesa l’ennesima mortale violazione azera del cessate il fuoco è avvenuta nella tarda serata di ieri lungo il segmento meridionale del confine tra Azerbaigian e repubblica del Nagorno Karabakh dove pochi giorni or sono un’altra violazione del cessate il fuoco era costata la vita a Artur Ohanjanyan e Garik Badalyan. Il tentativo di incursione è stato respinto dalla difesa armena; gli azeri avrebbero riportato due vittime ed un ferito tra le proprie fila.


26 MAG 14 FERITO SOLDATO DELL’ARTSAKH Il ventenne Ashot Grigoryan, in servizio nell’Esercito di difesa del Nagorno Karabakh, è stato ferito ad un braccio da cecchini azeri mentre prestava servizio lungo la linea di confine. Non è stato reso noto in quale settore è accaduto il fatto.


26 MAG 14 COLPITO A MORTE SOLDATO DELL’ARTSAKH Il tenente Garik Badalyan, in servizio nell’Esercito di difesa del Nagorno Karabakh, è stato mortalmente colpito da cecchini azeri. Secondo quanto diramato dal ministero della difesa l’ennesima mortale violazione azera del cessate il fuoco è avvenuta nella tarda serata di ieri lungo il bordo meridionale del confine tra Azerbaigian e repubblica del Nagorno Karabakh.


24 MAG 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (18-24 maggio) sono state registrate oltre quattrocento violazioni azere del cessate il fuoco con circa tremila colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


24 MAG 14 INCONTRO MIRZOYAN – NALBANDIAN I ministri degli Affari Esteri di Armenia (Eduard Nalbandian) e di Artsakh (Karen Mirzoyan) si sono incontrati oggi a Yerevan. Al centro del colloquio lo stadio del negoziato sul Nagorno Karabakh e la verifica delle posizioni delle parti sul tema.


22 MAG 14 TENTATIVO DI INCURSIONE AZERA Non accennano a diminuire le provocazioni azere. A poche ore di distanza dall’uccisione del giovane soldato armeno Ohanjanyan si registra un tentativo di incursione dei soldati di Baku sempre nello stesso settore meridionale della linea di contatto. Il tentativo è stato respinto. Secondo quanto riporta il ministero della difesa dell’Artsakh la controparte ha avuto alcuni soldati feriti. Intanto l’ambasciatore statunitense in Azerbaigian, Richard Morningstar, ha lanciato un appello per la fine delle violenze ed una soluzione pacifica del conflitto.


21 MAG 14 COLPITO A MORTE SOLDATO DELL’ARTSAKH Il ventenne Artur Ohanjanyan, in servizio nell’Esercito di difesa del Nagorno Karabakh, è stato mortalmente colpito da cecchini azeri. Secondo quanto diramato dal ministero della difesa l’ennesima mortale violazione azera del cessate il fuoco è avvenuta nella tarda serata di ieri lungo il segmento meridionale del confine tra Azerbaigian e repubblica del Nagorno Karabakh. Il presidente Sahakyan ha conferito un’onorificenza postuma al giovane caduto.


19 MAG 14 COMUNICATO STAMPA GRUPPO DI MINSK “I co -presidenti del Gruppo di Minsk dell'OSCE (ambasciatori Igor Popov della Federazione Russa, Jacques Faure della Francia e James Warlick degli Stati Uniti d'America) e il Rappresentante personale del Presidente Osce in carica, ambasciatore Andrzej Kasprzyk, si sono recati nella regione tra il 16 ed il 19 maggio. Sono stati raggiunti dall’ambasciatore Pierre Andrieu che assumerà il ruolo di co-presidente francese dal mese di giugno. L'obiettivo principale della visita era quello di riesaminare la situazione nel Nagorno Karabakh, a Kelbajar e Lachin in conformità con il loro mandato. In viaggio attraverso queste zone hanno visto segni di miglioramento delle infrastrutture ma non potevano osservare alcuna indicazione se la dimensione della popolazione era cambiata negli ultimi anni. Hanno visitato anche la riserva di Sarsang e discusso il suo status e le operazioni con i responsabili della struttura. Hanno espresso la loro speranza che le parti raggiungeranno un accordo per gestire congiuntamente le risorse idriche a beneficio della regione. Il 19 maggio i co-presidenti hanno attraversato la linea di contatto vicino Terter. Essi hanno espresso rammarico per le continue violazioni del cessate il fuoco e le conseguenti vittime. L’assenza di un meccanismo per indagare queste violazioni del cessate il fuoco consente alle parti di addossare la colpa a vicenda. Nel corso della visita i co-presidenti hanno avuto incontri di cortesia con le autorità a Yerevan e Baku nonché con le autorità de facto e i rappresentanti delle amministrazioni locali nel Nagorno Karabakh e Kelbajar, ed hanno visitato Lachin. Essi hanno inoltre incontrato i rappresentanti della comunità azera del Nagorno Karabakh a Baku. Nei loro incontri hanno discusso gli elementi del processo di pace e hanno sottolineato che alla base di una soluzione duratura rimangono quegli elementi delineati nelle dichiarazioni dei paesi co-Presidenti tra il 2009 ed il 2013”.


19 MAG 14 L’UNIONE EUROPEA SUPPORTA IL GM In una nota ufficiale l’Unione Europea ancora una volta sostiene il lavoro del gruppo di Minsk dell’Osce e si dice “profondamente preoccupata dagli incidenti armati lungo la linea di confine” esprimendo altresì una condanna all’uso della forza e sollecitando le parti a ricercare una soluzione di dialogo evitando ogni possibile azione che determini un aumento di tensione. “ L’Unione Europea ribadisce il pieno supporto ai co-presidenti del Gruppo di Minsk alla ricerca di un politico, equo e duraturo accordo nel conflitto del NK”.


 

19 MAG 14 MONITORAGGIO OSCE LUNGO IL CONFINE Funzionari dell’Osce hanno compiuto oggi un monitoraggio lungo la linea di confine tra repubblica del Nagorno Karabakh ed Azerbaigian all’altezza della strada tra Martakert e Tartar. Nessuna violazione del cessate il fuoco è stata registrata.


18 MAG 14 IL GRUPPO DI MINSK IN ARTSAKH I co-presidenti del gruppo di Minsk dell’Osce sono in Artsakh dove sono in programma colloqui con le autorità nazionali ed un monitoraggio lungo la linea di demarcazione con l’Azerbaigian. La delegazione ha incontrato oggi il presidente Sahakyan il quale, a proposito di alcune ipotesi avanzate nei giorni scorsi, ha ribadito che un ritorno al passato (in termini di confini o di status) è assolutamente da escludere ed ha ricordato come libertà ed indipendenza siano valori fondamentali nell’esistenza dello stato dell’Artsakh. Il co-presidente francese Faure ha presentato il collega Pierre Andrieu designato a succedergli da giugno.


17 MAG 14 PROTESTA NEL KASHATAG Un gruppo di residenti nella regione di Kashatag ha inscenato una manifestazione di protesta occupando la strada che dall’Armenia porta a Stepanakert e bloccando il corteo di auto che conducevano i co-presidenti del Gruppo di Minsk in visita in Artsakh. I diplomatici sono scesi dall’auto e, in inglese, hanno colloquiato con i manifestanti che chiedono di essere tutelati dalle aggressioni azere e rigettano al mittente qualsiasi ipotesi di ritorno sotto amministrazione azera. Nei giorni scorsi il co-presidente USA Warlick aveva evocato la possibilità di un ritorno al vecchio impianto dei cosiddetti “Principi di Madrid” che prevedevano di assegnare il Kashatag all’Azerbaigian.


17 MAG 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (11-17 maggio) sono state registrate oltre trecento violazioni azere del cessate il fuoco con circa duemila colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


15 MAG 14 UNIONE DEGLI SCRITTORI A SHUSHI Il presidente ha incontrato a Shushi alcuni membri dell’Unione degli scrittori dell’Artsakh. Al centro dell’incontro lo sviluppo della letteratura e della cultura nella repubblica, il mantenimento dei valori tradizionali e lo sviluppo delle relazioni con l’Armenia e la Diaspora.


12 MAG 14 INAUGURATO LO STADIO DI HADRUT Il presidente Sahakyan ha inaugurato il nuovo stadio di Hadrut realizzato con il contributo del presidente della Federcalcio dell’Armenia Ruben Hayrapetyan.


12 MAG 14 VENTENNALE DEL CESSATE IL FUOCO Cade oggi il ventennale dell’entrata in vigore dell’accordo di cessate il fuoco siglato a Bishkek, capitale del Kirgizistan, che pose fine alla guerra di liberazione del Nagorno Karabakh. L’anniversario della fine delle ostilità è stata ricordata anche dal presidente dell’Osce in carica che ha ricordato come la fine del conflitto armato sia stato un primo passaggio verso la pace. Burkhalter ha sottolineato come tuttavia ancora si registrino gravi incidenti lungo la linea di contatto ed il confine internazionale (con l’Armenia) ed ha riconfermato pieno appoggio all’attività del Gruppo di Minsk.


10 MAG 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (4-10 maggio) sono state registrate oltre quattrocento violazioni azere del cessate il fuoco con circa tremila colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh che sottolinea l’intensificarsi dell’attività azera lungo la linea di contatto.


9 MAG 14 SOLENNI CERIMONIE IN TUTTA LA NAZIONE In occasione della Giornata della triplice vittoria, il presidente della repubblica ha indirizzato un messaggio di saluti ai compatrioti dell’Artsakh. Solenni cerimonie si sono tenute in tutta la nazione. Nella capitale i presidenti armeni Sargsyan e Sahakyan hanno presenziato all’evento al Memoriale di Stepanakert. Cerimonie si sono svolte in tutto lo stato ed in particolare a Shushi che ha festeggiato il 22° anniversario della liberazione e dove si è recato in visita il capo dello stato.


8 MAG 14 SAHAKYAN INAUGURA NUOVI EDIFICI Il presidente Bako Sahakyan ha inaugurato oggi, alla presenza di autorità civili e religiose, nuovi blocchi di edifici residenziali nella capitale Stepanakert.


6 MAG 14 LA CALIFORNIA RICONOSCE L’ARTSAKH La Commissione dell’Assemblea legislativa dello stato della California (USA) ha votato a larga maggioranza una mozione (AJR 32) che riconosce ufficialmente la repubblica di Artsakh ed incoraggia il suo cammino di crescita democratica e statuale auspicando altresì che il presidente degli Stati Uniti compia analogo passo. La California si aggiunge al Maine, Rhode Island, Louisiana e Massachusetts che hanno già votato mozioni analoghe. La votazione è stata accolta con grande favore dalla comunità armena nordamericana.


6 MAG 14 RILASCIATO UN PRIGIONIERO ARMENO Rappresentanti della Croce Rossa Internazionale hanno confermato che le autorità azere hanno rilasciato un prigioniero armeno. Si tratta, secondo quanto riferisce l’agenzia azera APA, del civile Vagif Mayelyan che era stato fatto prigioniero lo scorso 20 aprile lungo il confine all’altezza di Figuli ed è stato rilasciato nei pressi di Agdam.


6 MAG 14 MONITORAGGIO OSCE LUNGO IL CONFINE Funzionari dell’Osce hanno compiuto oggi un monitoraggio lungo la linea di confine tra repubblica del Nagorno Karabakh ed Azerbaigian all’altezza del villaggio di Seisulan (Martakert). Nessuna violazione del cessate il fuoco è stata registrata.


5 MAG 14 AMBASCIATORE OSCE IN ARTSAKH L’ambasciatore Andrzej Kasprzyk, rappresentante personale del presidente Osce in carica, è in Nagorno Karabakh dove ha incontrato il presidente Sahakyan ed il ministro degli Affari esteri Mirzoyan.


3 MAG 14 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nell’ultima settimana (27 apr-3 mag) sono state registrate oltre trecentcinquanta violazioni azere del cessate il fuoco con circa duemila colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Ne dà notizia il ministero della difesa della repubblica di Artsakh.


3 MAG 14 DEPUTATI EUROPEI IN ARTSAKH Un gruppo di deputati del Parlamento Europeo e del Parlamento spagnolo è in visita in Artsakh dove hanno avuto incontri con le autorità della repubblica (capo dello stato e presidente del parlamento).


2 MAG 14 SAHAKYAN IN VISITA A SHUSHI Il presidente Sahakyan si è recato in visita a Shushi dove ha tra l’altro partecipato allo scoprimento di un memoriale dedicato ad uno degli eroi della liberazione della città, il colonnello Vachagan Ishkhanyan che fu il comandante della milizia di difesa della regione. Successivamente il presidente ha avuto incontri di lavoro con le autorità locali.


1 MAG 14 MESSAGGIO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN A nome delle autorità della repubblica di Artsakh e mio personale mi congratulo cordialmente per la Giornata Internazionale dei Lavoratori. "La nostra nazione ha celebrato questa festa per anni, ogni volta dando un nuovo significato ad essa. Lo scrupoloso lavoro e l’abilità dei lavoratori i hanno sempre goduto di grande onore e rispetto fin dai tempi dei nostri antenati. Un individuo diligente e coscienzioso è sempre stato molto apprezzato ed è sempre stato visto come esempio da imitare. Oggi la gente Artsakh non lesina sforzi ed energie per il miglioramento della propria terra natale, sviluppando e rendendo la Patria prospera. Lo Stato, a sua volta, fa del suo meglio per proteggere i diritti dei lavoratori, creare nuovi posti di lavoro ed eliminare la disoccupazione. Tali importati questioni sono e saranno al centro dell’impegno dell’autorità. Caro popolo dell’ Artsakh, mi congratulo con tutti voi, ancora una volta in questa bellissima festa di primavera e vi auguro pace, buona salute e un grande successo nel vostro lavoro nobile e leale per il bene e il benessere delle vostre famiglie e della patria Artsakh”.