Iniziativa Italiana per il Karabakh

Normal 0 14 MicrosoftInternetExplorer4

30 APR 13 MONITORAGGIO OSCE Una delegazione dell’Osce ha compiuto in data odierna un monitoraggio lungo la linea di confine tra Armenia (regione di Tavush) ed Azerbaigian (regione di Ghazakh). Nessuna violazione del cessate il fuoco è stata registrata.


27 APR 13 SAHAKYAN A PARIGI Il presidente della repubblica è in visita a Parigi dove sono in programma numerosi incontri sia con politici francesi che con le associazioni armene. Nella giornata odierna, in particolare, ha incontrato alcuni membri dell’Associazione “Sostieni il Karabakh” e del fondo “Hayastan”. Nella sua visita in Francia il presidente è accompagnato dal ministro degli esteri Mirzoyan e da funzionari governativi.


27 APR 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Negli ultimi sette giorni sono state segnalate circa 330 violazioni azere del cessate il fuoco con circa 1700 colpi di vario calibro sparati all’indirizzo delle postazioni armene.


27 APR 13 PARLAMENTARI EUROPEI IN ARTSAKH Una delegazione di parlamentari europei del gruppo di amicizia Europa-Armenia si è recata in visita nella repubblica dell’Artsakh ed ha avuto un incontro con il presidente del parlamento Ashot Ghulyan.


27 APR 13 STATI UNITI CONTRARI A SOLUZIONI BELLICHE Il portavoce del Dipartimento di Stato USA, Patrick Ventrell, ha rilasciato una dichiarazione nella quale ribadisce che nel contenzioso sud caucasico è necessario trovare un accordo di pace che porti stabilità nella regione e che non vi può essere alcuna soluzione bellica.


26 APR 13 FERITO SOLDATO ARMENO Un soldato armeno, Israyel Taverdyan di venti anni, è stato ferito da un colpo sparato dalle linee azere lungo la linea di demarcazione fra i due stati.


26 APR 13 NUOVO MINISTRO AFFARI SOCIALI Il presidente Sahakyan ha firmato il decreto con il quale Samvel Avanesyan è stato nominato ministro del Lavoro e degli Affari Sociali in sostituzione di Narine Narimanyan.


25 APR 13 INCONTRO CON I PARLAMENTARI EUROPEI Il presidente Sahakyan ha avuto ieri a Yerevan, nella sede della rappresentanza della repubblica del Nagorno Karabakh in Armenia, un incontro con una delegazione di parlamentari europei del gruppo di amicizia Europa-Armenia. Era presente il ministro degli esteri Mirzoyan ed altri funzionari governativi.


25 APR 13 PROSSIMO INCONTRO MINISTRI ARMENO E AZERO Il ministero degli esteri della repubblica di Armenia comunica che nel prossimo mese di maggio si incontreranno i titolari dei dicasteri armeno (Nalbandyan) e azero (Mammadyarov) a Cracovia (Polonia). L’annuncio è stato dato al termine di un incontro con il ministro degli esteri russo Lavrov. Nalbandyan ha dichiarato alla stampa che se l’Azerbaigian non vuole più lo status quo deve accettare le proposte del Gruppo di Minsk dell’Osce che fino ad oggi ha sempre rifiutato rendendo di fatto impossibile un accordo.


24 APR 13  L’ARTSAKH RENDE OMAGGIO AI MARTIRI ARMENI in tutta la repubblica si sono svolte manifestazioni e cerimonie (civili e religiose) nella ricorrenza del 24 aprile. Il presidente Sahakyan ha deposto una corona di fiori al Memoriale di Stepanakert ed ha rivolto il seguente messaggio alla nazione: «Cari compatrioti,
ogni anno, in questo stesso giorno, tutto il popolo armeno in tutte le parti del mondo rende omaggio alla memoria di un milione e mezzo di vittime innocenti del genocidio del 1915. Siamo ancora una volta ad alzare la voce contro la violenza ed i massacri, il male e la criminalità, per la vittoria della giustizia storica e la esclusione di ulteriori genocidi.
L'umanità civilizzata deve finalmente sentire la nostra voce che si appella per la protezione e lo sviluppo dei valori nazionali ed umani, deve condannare il crimine terribile perpetrato dalla Turchia ottomana. La nazione armena ha molti amici che ci hanno aiutato, sia in quel momento critico, dando porto per i nostri connazionali a stento sopravvissuti e oggi in piedi accanto a noi sostenere le nostre richieste. Ci ricordiamo tutti e sono profondamente grato a tutti voi. Il rafforzamento di giorno in giorno della statualità armena indipendente e il cementare l’incrollabile trinità Armenia-Artsakh-Diaspora , ci fanno muovere con fermi e costanti passi verso futuro sicuro e certo, la costruzione di una patria forte e sviluppata per le generazioni a venire. Questa è la nostra risposta a tutte le difficoltà, questo è l'unico modo per tenere viva la memoria di tutte le vittime».


23 APR 13 NUOVE NOMINE NELLA REPUBBLICA Il presidente Sahakyan ha nominato Hakob Ghahramanyan ministro delle infrastrutture industriali e Levon Mnacakanyan (che ricopriva precedentemente l’incarico) presidente della Commissione di stato sulla regolamentazione dei pubblici servizi e la concorrenza economica.


23 APR 13 LA CONTEA DI FRESNO RICONOSCE L’ARTSAKH A pochi giorni dallo stato del Maine (USA) anche la contea di Fresno (California, USA, 800.000 abitanti) ha adottato un provvedimento legislativo che riconosce l’indipendenza della repubblica del Nagorno Karabakh e si appella al presidente degli Stati Uniti affinché venga adottato analogo riconoscimento federale. La risoluzione, «incoraggia e supporta i continui sforzi del Nagorno Karabakh a svilupparsi come nazione libera ed indipendente in condizione di poter garantire ai propri cittadini quei diritti che sono inerenti in una società libera ed indipendente» e nel contempo «sollecita e richiede al Presidente degli Stati Uniti ed al Congresso degli Stati Uniti di sostenere l’autodeterminazione e a democratica indipendenza della repubblica del Nagorno Karabakh e la sua costruttiva correlazione con la comunità internazionale». Nell’arco di pochi mesi si tratta del quinto riconoscimento di uno stato federato: in precedenza il Rhode Island (USA), il Massachussets (USA), il Nuovo Galles del Sud (Australia) ed il Maine (USA) si sono pronunciati a favore del riconoscimento della repubblica del Nagorno Karabakh.


20 APR 13 NUOVE COSTRUZIONI IN ARTSAKH In una conferenza stampa, il vice capo dell’amministrazione regionale del Kashatagh ha annunciato un piano di intervento straordinario nell’edilizia residenziale che permetterà la costruzione di nuovi appartamenti a Berdzor, Kovsakan ed altri villaggi. Nel corso dell’incontro con i giornalisti è stata altresì affrontata la questione degli insediamenti degli armeni siriani ai quali l’amministrazione regionale garantirà sistemazioni adeguate. Sono già trenta le famiglie che hanno lasciato la guerra civile siriana per stabilirsi in Kashatagh.


20 APR 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Negli ultimi sette giorni sono state segnalate 250 violazioni azere del cessate il fuoco con circa 1300 colpi di vario calibro sparati all’indirizzo delle postazioni armene.


17 APR 13 MIRZOYAN INCONTRA IL CAPO DELLA CROCE ROSSA Il ministro degli affari esteri della repubblica del Nagorno Karabakh, Karen Mirzoyan, ha incontrato a Stepanakert il nuovo capo del Comitato Internazionale della croce Rossa, lo svizzero Nikolas Fleury. All’incontro era presente anche Roman Paramanov che ha ricoperto precedentemente il ruolo nell’ambito del Comitato (ICRC).


16 APR 13 CELEBRATA IN ARTSAKH LA GIORNATA DELLA POLIZIA Il presidente Sahakyan ha presenziato alle cerimonie celebrative della Giornata della polizia. «La giornata della polizia è una occasione per valutare il passato, facendo riferimento al lavoro svolto ed ai progetti per il futuro. Fin dalla sua fondazione, il corpo della polizia dell’Artsakh ha svolto efficacemente le proprie funzioni di tutela della legalità, dell'ordine pubblico,dei diritti e degli interessi dei cittadini. I compiti assegnati richiedono molta più responsabilità e sono di importanza fondamentale in quanto il nostro obiettivo è quello di costruire uno stato democratico, dove ognuno si sentirà sicuro e protetto sotto la supremazia della legge. Ecco perché gli standard di requisiti delle attività della struttura sono estremamente elevati». Così si è espresso il presidente nel suo messaggio inviato al corpo della polizia.


12 APR 13 ESERCITAZIONI DELL’ESERCITO DELL’ARTSAKH Il presidente Sahakyan ha presenziato nella giornata di oggi ad esercitazioni militari alle quali hanno partecipato alcune brigate dell’Esercito di difesa dell’Artsakh.


10 APR 13 IL CONGRESSO DEL MAINE RICONOSCE IL NK

Lo stato del Maine (USA) ha adottato un provvedimento legislativo che riconosce l’indipendenza della repubblica del Nagorno Karabakh e si appella al presidente degli Stati Uniti affinché venga adottato analogo riconoscimento federale. La risoluzione HP-987, dopo aver delineato il quadro storico e politico, «incoraggia e supporta i continui sforzi del Nagorno Karabakh a svilupparsi come nazione libera ed indipendente in condizione di poter garantire ai propri cittadini quei diritti che sono inerenti in una società libera ed indipendente» e nel contempo «sollecita e richiede al Presidente degli Stati Uniti ed al Congresso degli Stati Uniti di sostenere l’autodeterminazione e a democratica indipendenza della repubblica del Nagorno Karabakh e la sua costruttiva correlazione con la comunità internazionale». Nell’arco di pochi mesi si tratta del quarto riconoscimento di uno stato federato: in precedenza il Rhode Island (USA), il Massachussets (USA) e il Nuovo galles del Sud (Australia) si sono pronunciati a favore del riconoscimento della repubblica del nagorno Karabakh le cui istituzioni hanno salutato con estrema soddisfazione anche il pronunciamento del Maine.


9 APR 13 COMUNICATO DEL GRUPPO DI MINSK «I co-presidenti del Gruppo di Minsk dell'OSCE (Ambasciatori Igor Popov della Federazione Russa, Jacques Faure di Francia, e Ian Kelly degli Stati Uniti d'America) e il Rappresentante personale del Presidente in carica dell'OSCE, ambasciatore Andrzej Kasprzyk, si sono recati nella regione dal 18 al 22 marzo e dal 1° al 6 aprile per continuare a lavorare per aiutare le parti a trovare una soluzione pacifica del conflitto del Nagorno Karabakh. Il 9 aprile, i co-presidenti hanno informato gli ambasciatori del Gruppo di Minsk dell'OSCE a Vienna. A Yerevan, i co-presidenti sono incontrati il 21 marzo con il Presidente Sargsian ed il ministro degli Esteri Nalbandian. A Baku, si sono incontrati con il presidente Aliyev e il Ministro degli Esteri Mammadyarov il 2 aprile. In due viaggi separati nel Nagorno Karabakh il 19-20 marzo e il 4-05 aprile, i co-presidenti hanno incontrato le autorità de facto. I co-presidenti sono stati informati sulla situazione attuale su entrambi i lati della linea di contatto durante l'attraversamento in due sedi, il 4 e 5 aprile. Hanno discusso i recenti incidenti di sicurezza, e hanno discusso anche della qualità della vita, lungo la linea di contatto con i rappresentanti delle amministrazioni locali. I co-presidenti hanno rilevato la relativa calma che regnava sulla linea di contatto durante il periodo di Novruz e Pasqua, e hanno espresso la loro speranza che questo continuerà. I co-presidenti hanno discusso con i Presidenti della questione dei voli civili da e per l'aeroporto in Nagorno Karabakh. I presidenti hanno riaffermato il loro impegno a favore del processo di pace, e hanno espresso il loro sostegno costante ai più alti livelli. I co-presidenti hanno in programma di organizzare una riunione dei ministri degli Esteri nelle prossime settimane per far avanzare il processo di pace(traduzione redazionale)


6 APR 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Negli ultimi sette giorni sono state segnalate 350 violazioni azere del cessate il fuoco con circa 1500 colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene.


5 APR 13 AEREI AZERI IN MANOVRA LUNGO IL CONFINE L’agenzia News.az dà notizia del sorvolo di due aerei dell’aviazione militare dell’Azerbaigian lungo la linea di demarcazione con la repubblica del Nagorno Karabakh nella regione di Terter. I due velivoli sono comunque rimasti entro lo spazio aereo azero.


4 APR 13 IL MINISTRO MIRZOYAN RICEVE AMMINISTRATORI TEDESCHI Il ministro degli esteri, Karen Mirozyan, ha ricevuto oggi il presidente della provincia di Bergstrasse facente parte dell’Assia (stato federato tedesco con capoluogo Wiesbaden). Nel corso del colloquio è stata discussa la prospettiva di futura collaborazione politica ed economica.


4 APR 13 IL GRUPPO DI MINSK ATTRAVERSA IL CONFINE I mediatori del gruppo di Minsk (ambasciatori di Francia, Federazione Russa e Stati Uniti), unitamente al rappresentante del presidente dell’Osce in carica, hanno compiuto un monitoraggio lungo la linea di confine tra Azerbaigian e repubblica del Nagorno Karabakh. Hanno quindi attraversato il confine: sulla sponda dell’Artsakh era attesi dal ministro della Difesa e dal ministro degli Affari Esteri.


2 APR 13 IL GRUPPO DI MINSK IN VISITA NELLA REGIONE I mediatori del gruppo di Minsk dell’Osce sono di nuovo in visita nella regione sud caucasica per una serie di incontri con le parti in causa. Oggi e domani si trovano in Azerbaigian, giovedì in Nagorno Karabakh e quindi in Armenia. Giovedì è anche previsto un monitoraggio lungo la linea di confine che i mediatori attraverseranno per trasferirsi dall’Azerbaigian alla repubblica dell’Artsakh.


2 APR 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Nei primi tre mesi dell’anno sono state 3460 le violazioni azere del cessate il fuoco lungo il confine con l’Armenia e con il Nagorno Karabakh. in conseguenza di queste violazioni due soldati armeni sono rimasti uccisi ed altri feriti. Gli incidenti più gravi sono stati registrati nel mese di febbraio.