Iniziativa Italiana per il Karabakh

Normal 0 14 MicrosoftInternetExplorer4

28 GEN 13 DELEGAZIONI ARMENE E AZERE SI INCONTRANO A PARIGI I co-presidenti del gruppo di Minsk dell’Osce (ambasciatori Igor Popov della Federazione Russa, Jacques Faure della Francia e Ian Kelly per gli Stati Uniti) si sono incontrati congiuntamente oggi a Parigi con i ministri degli esteri dell’Azerbaigian (Elmar Mammadyarov) e dell’Armenia (Eduard Nalbandian). Era presente anche il rappresentante speciale del presidente dell’Osce in carica, amb. Andrzej Kasprzyk. Come si legge nel comunicato ufficiale diramato dall’Organizzazione «i co-presidenti hanno continuato la discussione con i ministri sulle proposte di lavoro per portare aventi il processo di pace che erano state a sottoposte alle parti ad ottobre 201. Hanno altresì scambiato punti di vista riguardo le possibili misure per costruire fiducia. I co-presidenti si sono riportati ai loro comunicati del 14 aprile 2011 e del 13 luglio 2012 e hanno discusso con i ministri la questione pertinente ai voli civili da e per l’aeroporto nel Nagorno Karabakh. I ministri degli esteri e i co-presidenti hanno sottolineato l’importanza del Gruppo di Minsk dell’Osce come cornice per negoziare un accordo sul conflitto del Nagorno Karabakh. i ministri degli esteri hanno ribadito il loro supporto ad un accordo pacifico e la loro volontà di continuare i negoziati. I ministri e i co-presidenti hanno concordato un’ulteriore discussione del processo di pace nelle prossime settimane».


28 GEN 13 SAHAKYAN RENDE OMAGGIO A YERABLUR Il presidente dell’Artsakh, Bako Sahakyan, si è recato oggi al pantheon di Yerablur, il cimitero militare di Yerevan, per rendere omaggio ai caduti nella giornata dedicata alle forze armate. Assieme a lui il presidente dell’Armenia, Serzh Sargsyan, e autorità civili e religiose.


26 GEN 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Il ministero della difesa della repubblica comunica che nel corso della settimana passata sono state rilevate circa duecento violazioni azere del cessate il fuoco per un totale di circa settecento colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. Nei giorni scorsi sono stati inoltre registrati diversi voli di addestramento dell’aviazione azera lungo la linea di confine con la repubblica del Nagorno Karabakh le cui milizie di difesa hanno tenuto sotto controllo la situazione. Nessuna violazione dello spazio aereo dell’Artsakh è stata registrata.


24 GEN 13 SEI ATLETI DELL’ARTSAKH AL TORNEO KAZAKO DI SAMBO Saranno ben sei gli atleti originari della repubblica del nagorno Karabakh che, sotto le insegne dell’Armenia, parteciperanno al torneo di sambo (arte marziale di origine russa) che si disputerà nella città kazaka di Uralsk dal 26 al 29 gennaio.


24 GEN 13 SAHAKYAN VISITA LA REGIONE DI MARTAKERT Il presidente della repubblica Bako Sahakyan ha visitato oggi la regione di Martakert dove ha avuto numerosi incontri di lavoro incentrati soprattutto sullo sviluppo dell’agricoltura in un’area dove la terra è fertile e l’acqua non manca.


23 GEN 13 MONITORAGGIO OSCE LUNGO LA LINEA DI CONTATTO Una missione composta da funzionari dell’Osce ha eseguito nella giornata odierna un monitoraggio lungo la linea di contatto tra la repubblica di Armenia e l’Azerbaigian. La ricognizione ha interessato il tratto nei pressi del villaggio di Berkaber nella regione di Tavush (Armenia) al confine con la regione azera di Gazakh. Non sono state registrate violazioni del cessate il fuoco. Intanto il ministero della difesa dell’Artsakh ha diramato il consueto bollettino delle violazioni azere del cessate il fuoco che nella scora settimana si sono attestate a circa duecento.


18 GEN 13 LA DIFESA AEREA ARMENA PROTEGGERA’ I VOLI PER L’ARTSAKH Il ministro della difesa dell’Armenia, Seyran Ohanyan, ha affermato in una conferenza stampa che il sistema di difesa aereo dell’Armenia proteggerà i voli civili da e per il nuovo aeroporto dell’Artsakh. È questa una risposta alle passate minacce azere di abbattere gli aerei civili in decollo o atterraggio nel nuovo scalo di Stepanakert.


18 GEN 13 SAHAKYAN VISITA LA CORTE SUPREMA Nella giornata dedicata alla Giustizia il presidente Sahakyan ha visitato la Corte Suprema dove ha tenuto un discorso rivolto agli operatori del settore giudiziario.


12 GEN 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Il ministero della difesa della repubblica comunica che nel corso della settimana passata sono state rilevate circa duecento violazioni azere del cessate il fuoco per un totale di circa ottocento colpi sparati all’indirizzo delle postazioni armene. è stato reso noto, inoltre, il bilancio definitivo delle violazioni azere nel corso del 2012 che ammontano a circa 16300. Le stesse sono state attuate anche con armi pesanti (in 635 casi) e con colpi di cecchinaggio con armi pesanti in 335 casi. Come conseguenza di tali azioni, dodici soldati armeni sono stati uccisi e ventiquattro feriti; risultano anche feriti tre civili. Tale bilancio tiene conto sia delle violazioni lungo la frontiera con l’Artsakh sia di quelle lungo la frontiera con l’Armenia.


10 GEN 13 MONITORAGGIO OSCE LUNGO LA LINEA DI CONTATTO Una missione composta da funzionari dell’Osce ha eseguito nella giornata odierna un monitoraggio lungo la linea di contatto tra la repubblica del nagorno Karabakh e l’Azerbaigian. La ricognizione ha interessato il tratto nei pressi del villaggio di Seysulan nella regione di Martakert. Non sono state registrate violazioni del cessate il fuoco ma ancora una volta l’Azerbaigian ha impedito alla delegazione diplomatica di avvicinarsi alla linea più avanzata ed il monitoraggio è stato compiuto da posizione più distante.


9 GEN 13 AEROPORTO DELL’ARTSAKH   In un’intervista rilasciata ad un’agenzia armena David Babayan, portavoce del presidente Sahakyan, ha ventilato l’ipotesi che il primo volo dal nuovo aeroporto di Stepanakert sarà programmato entro la fine del mese di gennaio.


9 GEN 13 VIOLAZIONI AZERE DEL CESSATE IL FUOCO Il ministero della difesa della repubblica ha rilasciato una nota informativa con la quale comunica che nel quarto trimestre del 2012 sono state 2964 le violazioni azere del cessate il fuoco.


1 GEN 13 AUGURI DI BUON 2013 ALL’ARTSAKH LIBERO, ARMENO ED INDIPENDENTE! Stringiamoci forte intorno a questa terra e sosteniamo il suo diritto all’autodeterminazione, ad un futuro di pace e serenità. (INIZIATIVA ITALIANA PER IL KARABAKH)


1 GEN 13 IL MESSAGGIO DI FINE ANNO DEL PRESIDENTE SAHAKYAN «Amati compatrioti, caro popolo dell’Artsakh, tra poco daremo addio al 2012. E 'stato un anno giubilare per il nostro paese, pieno di importanti eventi politici. Abbiamo festeggiato su scala nazionale il 20 ° anniversario della liberazione Shushi e la formazione dell'Esercito della Difesa, una vittoria gloriosa che è servita come base per il nostro successo futuro. Il coraggio e l'eroismo del nostro popolo, la sua resistenza e volontà inflessibile, il sangue versato dai nostri fratelli e sorelle hanno reso possibile questa vittoria. In questo giorno di festa chino il capo davanti alla loro memoria e dico: "Gloria eterna e l'onore di tutti i martiri". Regolari elezioni presidenziali si sono svolte in Artsakh nel 2012. Il popolo Artsakh ha guadagnato una ulteriore vittoria nel modo di costruire uno Stato democratico, ha riaffermato il suo impegno a favore dei valori universali dell'uomo e dei principi. È il successo comune del nostro popolo che è stato raggiunto attraverso il lavoro quotidiano costante e duro. Tuttavia, c’è ancora molto da fare, numerosi programmi e progetti devono essere realizzati. Ci sono insediamenti in Artsakh che hanno bisogno di scuole e ospedali, acquedotti e strade. Molte persone continuano a soddisfare le loro esigenze quotidiane con grandi difficoltà. Le nostre autorità sono ben consapevoli di questi problemi e fanno del loro meglio per migliorare le condizioni di vita della popolazione, in modo che le persone in villaggi remoti si sentano al sicuro, in modo che i nostri figli crescano sani e felici in un paese pacifico e costante sviluppo. Abbiamo un obiettivo chiaro e fermo,m che il popolo dell’Artsakh possa vivere una vita degna, rendere prospera la terra degli antenati. Questo è il sogno di tutti e dobbiamo consolidare i nostri sforzi e le capacità, essere uniti e costanti, pieni di speranza e di fede per la loro realizzazione. Cari compatrioti, mi congratulo di cuore tutti voi in Artsakh, in Armenia e nella diaspora per il nuovo anno, tutti coloro che sono ora intorno ai tavoli di festa a casa, tutti coloro che sono al lavoro o in servizio, tutti coloro che sono ora in trincea e proteggere la nostra pace, mantenere invincibili i confini del nostro paese nativo.
Che il nuovo anno del 2013 porti solo gioia, salute e successo alle nostre case, la pace e la prosperità per il nostro paese e la gente.
Buon Anno e Buon Natale!»
(traduzione redazionale)