Iniziativa Italiana per il Karabakh

17 OTTOBRE - 3 NOVEMBRE

ROMA – B>GALERY CAFE’- piazza di santa Cecilia 16 (Trastevere)

Tutti i giorni (tranne lunedì) dalle 10 alle 22

Presso b>GalleryCafè, a partire dal 17 ottobre, sarà possibile visitare gratuitamente la mostra The National womb – Il baby boom in Nagorno Karabakh, mostra curata da Chiara Oggioni Tiepolo e Daria Battilana. Anastasia Taylor-Lind mostra attraverso i suoi scatti i soggetti che hanno beneficiato del programma di incentivo delle nascite, che prevedeva pagamenti in denaro per le coppie appena sposate.

http://www.stile.it/divertirsi/tendenze/articolo/art/fotografia-il-baby-boom-del-nagorno-karabakh-id-16690/

 


 

16 OTTOBRE - 10 NOVEMBRE 2013

VENEZIA – Tre Oci - Fondamenta delle Zitelle, 43 - 30133 Giudecca, Venezia

Orari: Tutti i giorni 10.00 – 18.00 - chiuso martedì - Ingresso gratuito

Fermata Zitelle, di fronte ai Tre Oci

Da San Zaccaria linea 2 (6 min.) | linea 4.2 (4 min.)

Da Zattere Linea 2 (8 min.)

Da piazzale Roma & dalla Ferrovia linea 4.1 (19 min.) | linea 2 (32 min.)

La Casa dei Tre Oci ospita una mostra della giornalista e fotografa Graziella Vigo, che racconta attraverso le sue foto, la bellezza, la cultura, la storia di un popolo e di un paese straordinario: il Karabakh.

A corredo della mostra, un volume in cinque lingue – italiano armeno inglese francese e russo – edito da Marsilio Editori e realizzato, come la mostra fortemente voluta da Joseph Oughourlian, con il sostegno di Amber Capital.

http://www.comunitaarmena.it/comunita/comunicati/vigo%20venezia%202013.html



Venerdì 11 MAGGIO 12 – ore 18,00

ROMA – Centro culturale Maloyan (salita san Nicola da Tolentino 17)

Ventennale della liberazione di Shushi “Azat u ankakh Artsakh” (conferenza, video, documenti)


 

Mercoledì 25 GENNAIO 12 – ore 18,00

MONTEROTONDO (RM) – Biblioteca comunale

Ciclo di incontri su diritti umani ed autodeterminazione dei popoli: “Le ragioni del Nagorno Karabakh”


 

martedi  29 NOVEMBRE 11 - ore 11,00

TORINO – via sant’Ottavio 11, Palazzo Nuovo

”QUESTIONI ARMENE: GENOCIDIO, NEGAZIONISMO, NAGORNO KARABAKH” – Giornata di studio

http://www.comunitaarmena.it/comunicati/torino%20291111%20questioni%20armene.pdf

 

 


 

sabato 28 MAGGIO 11 - ore 18,00

CASA ARMENA MILANO - p. Velasca 4

presentazione libro "Il problema del Karabakh" di Nikolay Hovhannisyan - Intervengono l'autore, l'ambasciatore di Armenia in Italia Karapetian, il console Kuciukian, il presidente UAI Sivazliyan, la presidente Casa Armena Mavian. (evento ad invito)


mercoledi' 25 MAGGIO ore 11,30

SOCIETA’ ITALIANA PER L’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE - piazza s. Marco 51 - Roma

COMUNICATO STAMPA A CURA AMBASCIATA DI ARMENIA IN ITALIA -  In occasione della presentazione dei due libri dedicati al problema del Nagorno Karabakh. Nell’anno corrente, sotto l’egida dell'Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia sono stati pubblicati due libri in lingua italiana riguardanti il problema del Nagorno Karabakh: “LE RAGIONI DEL KARABAKH. Storia di una piccola terra e di un grande popolo” di Emanuele Aliprandi e “IL PROBLEMA DEL NAGORNO KARABAKH. Il faticoso percorso verso la libertà e l’indipendenza” di Nikolay Hovhannisyan. La presentazione, organizzata congiuntamente dall’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia e dalla Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI), ha avuto luogo il 25 maggio scorso. E’ la prima volta che al problema del Karabakh vengono dedicate pubblicazioni scientifiche in lingua italiana. Sono intervenuti S.E. Rouben Karapetian, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia, gli autori dei due libri – il Prof. Nikolay Hovhannisyan e il Dott. Emanuele Aliprandi – e l’armenista e storico Marco Bais. Il moderatore dell'evento è stato condotto dal noto analista strategico Prof. Alessandro Politi. Nel suo intervento l’Ambasciatore ha sottolineato che "è inevitabile il riconoscimento internazionale dell'indipendenza del Karabakh" e ha presentato i principi fondamentali storici, giuridici e politici che "prima o poi porteranno all'adesione del Nagorno Karabakh alla famiglia degli Stati Indipendenti. "E' auspicabile che la comunità internazionale riconosca questa realtà il più presto possibile. In caso contrario, ovvero, se l’Azerbaigian continuasse l’attuale politica anti-armena e militaristica, è da non sottovalutare i pericoli che potrebbero minacciare non solo la sicurezza e la stabilità della regione, ma anche quella globale” ha concluso l’Ambasciatore. I relatori hanno quindi presentato le origini del problema del Nagorno Karabakh, lo sviluppo del conflitto e le sue soluzioni. Inoltre hanno parlato della storia e del ricco patrimonio culturale di Karabakh. All’evento, che ha avuto luogo nel Salone delle Conferenze della SIOI, hanno partecipato numerosi studenti del corso di preparazione alla carriera diplomatica, diplomatici italiani e stranieri di alto rango, i dirigenti dei "think tank", delle università e delle istituzioni scientifiche italiane e rappresentanti della comunità armena.


sabato 7 MAGGIO 2011  - SKY TG 24

Sabato 7 maggio il programma "Jet lag" di Sky TG 24 in onda sulla piattaforma satellitare canale 100 e visibile anche in chiaro, manda in onda un documentario sugli sviluppi della questione del Nagorno Karabakh.

orario 15,35 e, in replica, alle ore 18,35 e 23,05


sabato 19 MARZO 11 ore 18,00

CASA ARMENA MILANO , piazza Velasca 4

"Parliamo di Karabagh" intervengono Aliprandi, Corgnati, Ferrari, Kuciukian, Manoukian.


AVVISO:

L'incontro di venerdì 18 marzo sul Nagorno Karabakh presso il centro culturale Maloyan di Roma è rinviato a venerdì 8 aprile.


VENERDI 25 FEBBRAIO

ROMA, CENTRO CULTURALE "MALOYAN"

In occasione del secondo incontro "Conversazioni sul Nagorno Karabakh", si terrà una breve cerimonia commemorativa davanti al katchkar della piazza in ricordo delle vittime dei pogrom di Sumgait e della guerra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

CONVERSAZIONI SUL NAGORNO KARABAKH

perché non dobbiamo lasciare solo l’Artsakh

“Iniziativa Italiana per il Karabakh” in collaborazione con il “Consiglio per la comunità armena di Roma” ed il “Centro culturale Maloyan” organizza una serie di incontri sul tema del Nagorno Karabakh finalizzati ad approfondire la conoscenza della storia e dei diritti di questa piccola repubblica caucasica nonché le problematiche legate al contenzioso con l’Azerbaigian.

VENERDI 11 FEBBRAIO - “Le ragioni del Karabakh”    Breve sintesi della questione, inquadramento storico, il diritto all’autodeterminazione del NK, i principi legali e giuridici a partire dalla legge Urss del 3.04.90

VENERDI 25 FEBBRAIO - “Perché la guerra”  Origini del conflitto, Sumgait, i casi Khojali e Maraga, evoluzione del conflitto fino al cessate il fuoco del 1993

VENERDI 18 MARZO - “Sforzi di pace, tentativi di guerra”  Un’analisi delle trattative di pace dal cessate il fuoco ad oggi, le posizioni delle parti in causa, i “Principi di Madrid”, gli scenari futuri.

VENERDI 8 APRILE – “Uno stato democratico”  Inquadramento dell’attuale repubblica del Nagorno Karabakh, il riconoscimento internazionale

Tutti gli incontri si terranno presso il “Centro culturale Maloyan”, salita s. Nicola da Tolentino 17 – 00187 RM con orario di inizio alle 18,00. Ogni incontro avrà la durata di circa un’ora e si avvarrà anche di supporti multimediali.

Le date degli incontri potrebbero essere suscettibili di variazioni: si prega di controllare sul sito www.karabakh.it oppure sul sito www.comunitaarmena.it.

In occasione degli incontri sarà possibile acquistare il volume “Le ragioni del Karabakh” di E. Aliprandi; tutti i proventi della vendita sono destinati ad iniziative a favore del NK.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

giovedì 16 dicembre 2010 ore 11,30

CONFERENZA STAMPA – PRESENTAZIONE

del progetto

INIZIATIVA ITALIANA PER IL KARABAKH

centro culturale Maloyan

00187 Roma - salita s. nicola da Tolentino, 17